×
1 347
Fashion Jobs
FOURCORNERS
Retail Area Manager Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
G COMMERCE EUROPE S.P.A.
Emea Emarketing & Analytics Specialist
Tempo Indeterminato ·
RANDSTAD ITALIA
HR Training & Development Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
HERMES ITALIE S.P.A.
Stock Operations Manager - Boutique Roma
Tempo Indeterminato · ROMA
CONFIDENZIALE
IT Manager
Tempo Indeterminato · PADOVA
FOURCORNERS
Earned & Owned Media Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CLAUDIE PIERLOT ITALIE
Area Manager Italy - Permanent Contract H/F
Tempo Indeterminato · MILAN
EXPERIS S.R.L.
Area Manager Toscana Settore Fashion
Tempo Indeterminato · FIRENZE
EXPERIS S.R.L.
Area Manager Fashion Puglia
Tempo Indeterminato · BARI
EXPERIS S.R.L.
Area Manager Lazio
Tempo Indeterminato · ROMA
MANUFACTURE DE SOULIERS LOUIS VUITTON SRL
Rsponsabile Modelleria e Industrializzazione Tomaie Sneakers e Mocassino
Tempo Indeterminato · FIESSO D'ARTICO
LABOR S.P.A
Business Developer - Luxury/Moda
Tempo Indeterminato · MILANO
VALENTINO
IT CRM Specialist
Tempo Indeterminato · VALDAGNO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
j&w, Licenses And Décor Digital Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Area Manager Centro- Nord Est
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
MICHAEL PAGE ITALIA
Buyer Retail - Accessori - Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
MICHAEL PAGE ITALIA
Area Manager Centro Italia - Base Roma
Tempo Indeterminato · ROMA
PRONOVIAS GROUP
Accounting Manager
Tempo Indeterminato · CUNEO
VICTORIA’S SECRET
Area Manager Victoria's Secret
Tempo Indeterminato · BERGAMO
TESSILFORM SPA -PATRIZIA PEPE
HR Business Partner
Tempo Indeterminato · MILANO
OTB SPA
Category Buyer
Tempo Indeterminato · BREGANZE
OTB SPA
Sap Successfactors Hcm Solutions Specialist
Tempo Indeterminato · BREGANZE
Pubblicità

PG Denim chiude l’anno in crescita del 40% e sbarca negli USA

Pubblicato il
today 3 dic 2019
Tempo di lettura
access_time 3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Al salone Denim Première Vision Londra del 3 e 4 dicembre l’azienda veneta PG Denim ha chiuso il 2019 registrando una crescita di fatturato del 40% e con l’entrata ufficiale nel mercato statunitense a novembre, a seguito dell’avvio di collaborazioni con oltre 20 brand americani.

PG Denim, "Velvet Denim"


L’azienda nasce tra fine 2017 ed inizio 2018 dall’idea del CEO e fondatore Paolo Gnutti, che dopo aver lavorato per 30 anni come responsabile della Ricerca & Sviluppo per l’ormai defunta azienda ITV Denim, ha creato questa società al 100% Made in Italy a filiera completamente integrata e focalizzata sui capi per produzioni di fascia medio-alta. PG Denim studia, concepisce e progetta i tessuti, che vengono poi sviluppati da altre due aziende italiane, Berto ed Eurotessile. Oggi tra i compratori dei suoi prodotti appaiono marchi come Diesel, Closed, Chanel e Louis Vuitton, ai quali si andrà ad aggiungere questa ventina di marchi statunitensi, i cui nomi la società, interpellata da FashionNetwork.com, non ha ancora voluto comunicare.
 
Un percorso coronato dall’inclusione di Paolo Gnutti nella classifica stilata dal magazine americano Rivet, che premia i 50 player più influenti della filiera globale del denim, per la categoria “supply chain”. La classifica racchiude i leader più creativi e all’avanguardia che operano nell’industria del jeans globale e vi figurano anche personalità come Virgil Abloh, Stella McCartney, Alberto Candiani, Jason Denham e Chip Bergh.

Paolo Gnutti - PG Denim/DPV


Il modo di operare di Gnutti si basa sulla realizzazione di micro-capsule tematiche e su contaminazioni stilistiche che sfociano in collaborazioni dal taglio creativo e dall’alto tasso di innovazione.

Per la nuova stagione P/E 2021 le interpretazioni PG Denim si focalizzano su una nuova gamma, battezzata “WOW Denim”, che si rivolge in particolare al mondo delle stampe e degli effetti vellutati. Le stampe sono reinterpretate prendendo ispirazione dalle tradizioni storiche dei tessuti provenzali, nei quali dominano gli elementi floreali e d’ispirazione naturale. Il denim e il velluto s’incontrano invece nelle nuove linee “Velvet Print”, “Velvet Denim” e “Velvet Stripe”, realizzate con la tecnica in flock di viscosa, dando vita a capi che ottengono effetti differenti a seconda dei lavaggi.
 
A Denim Première Vision Londra (fiera per la quale PG Denim ha realizzato le nuove divise delle hostess, in collaborazione con Alessio Berto e con il brand Peppinoepeppino) sono state presentate anche le espansioni delle collezioni “Studio 54”, che esplora le contaminazioni fra cotone e vinile, e “Garage Denim”, dall’effetto verniciato quasi impercettibile e con glitter colorati in pasta su sfondi di tessuto molto scuro.

PG Denim, "Velvet Denim"


L’azienda di Paolo Gnutti ha realizzato investimenti sui processi di recupero e riutilizzo per quanto riguarda il finissaggio dei tessuti e la tintura degli stessi sui processi reattivi e a base di zolfo, mettendo a punto un processo che riduce l’utilizzo dei prodotti chimici del 40%, il consumo d’acqua del 50% e le emissioni di CO2 del 60%, ottenendo migliori penetrazioni e risultati nel processo di cracking. 
Inoltre propone una famiglia di articoli realizzati con una percentuale di prodotto riciclato che supera il 60% del totale (la media del settore si attesta solitamente sul 35%, indica nel comunicato).
 
PG Denim segue gli standard internazionali Dtox, Reach e GOTS in tutti i processi di lavorazione, utilizzando inoltre i cotoni BCI e Organic Cotton Standard per i materiali grezzi. Recentemente l’azienda ha anche ottenuto la certificazione GRS (Global Recycled Standard).

Copyright © 2020 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.