×
1 607
Fashion Jobs
MICHAEL PAGE ITALIA
Merchandising Manager - Abbigliamento e Calzature - Padova
Tempo Indeterminato ·
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Export Manager Area DACH
Tempo Indeterminato · TREVISO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Watches & Jewellery Marketing & Communication Director
Tempo Indeterminato · MILANO
AMINA MUADDI
Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
BETTY BLUE S.P.A.
Responsabile Avanzamento Campionario
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Leather Goods Merchandising Senior Manager
Tempo Indeterminato ·
DELL'OGLIO
HR Generalist
Tempo Indeterminato · PALERMO
DELL'OGLIO
Senior Fashion Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
C.P. COMPANY
Logistic Specialist
Tempo Indeterminato · MENDRISIO
FOURCORNERS
Area Manager
Tempo Indeterminato · ROMA
AZIENDA DEL SETTORE FASHION & LUXURY
Specialista Amministrazione Del Personale
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Operation Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Allestimenti Visual - Emporio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Impiegato/a Commerciale - Accessori e Minuterie - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · PADOVA
247 SHOWROOM
Regional Account Manager DACH
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Learning And Development Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA SRL
Bottega Veneta People Engagement And Employer Branding Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
ANONIMA
Allocatore
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Training Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Retail Manager
Tempo Indeterminato · NAPOLI
ANONIMO
Responsabile di Magazzino
Tempo Indeterminato · MILANO
MICHAEL PAGE ITALIA
Head of Communication Per Noto Brand Del Lusso
Tempo Indeterminato ·
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
24 set 2021
Tempo di lettura
4 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Per Tod’s un trionfo; da Missoni tanta quantità, ma poca classe

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
24 set 2021

Il venerdì mattina a Milano è stato tutto incentrato su due etichette costruite sul savoir-faire italiano: Tod's e Missoni. Ma dove la prima ha fatto sfilare la sua migliore collezione di prêt-à-porter mai vista fino ad oggi, la seconda si è completamente persa per strada con il nuovo direttore creativo.

Tod’s: moda cool e molto credibile

Tod's - Primavera-Estate 2022 - Womenswear- Milano - Foto: Tod's


I tessuti tecnici possono rivelarsi complicati da gestire per la maggior parte dei designer, ma non sembra così per Walter Chiapponi, che ha presentato una collezione cool e altamente credibile per Tod's in un soleggiato venerdì mattina a Milano.
 
Chiapponi ha sfruttato tessuti a bolle, poliammidi e nylon avanzati insieme alle sofisticate pelli d’alta classe della firma marchigiana, ma in qualche modo nulla sembrava artificioso o austero.

L'atmosfera era elegante, il mood curatissimo, le lunghezze corte, i vestiti sia pratici che raffinati. Come nel caso del vestito di nylon imbottito color tortora con scollo smerlato; del parka matelassé in cotone trattato e dell’abito da sera senza maniche, o del meraviglioso abito-cappotto di juta con tasche diagonali.
 
Inoltre, Chiapponi ha dato una rinfrescata all'intero approccio della casa di moda nei confronti della pelle. Dall'affascinante giacca da scherma in cuoio ecrù con le maniche rifinite in pelle borchiata decorate col tipico gommino Tod's, allo scultoreo abito-bustier da cocktail in pelle di daino nera con una T gigante sulla schiena.

Tod's - Primavera-Estate 2022 - Womenswear- Milano - Foto: Tod's


E poi tantissima verve, come nel brillante abito all'uncinetto a pannelli beige rifinito con centinaia di fili penzolanti o nelle grandi giacche a vento a bolle da imballaggio, nei micro gilet e nei parka, come quello indossato da Gigi Hadid quando ha concluso lo show.
 
Le modelle indossavano stivali da boxe in nylon tecnico molto eleganti; scarpe con le zeppe con dense increspature con fibbie a T senza tempo; o gli splendidi nuovi sandaloni con borchie gommino oversize.
 
Nel pre-show, il General Brand Manager Carlo Alberto Berretta, nominato a febbraio, ha salutato giornalisti e star indossando un grande doppiopetto beige. Quando un ospite ha chiesto il nome del suo sarto di qualità, Berretta ha potuto rispondere: “Sono vestito Tod's dalla testa ai piedi”.
 
In passerella, la voce svettante di Rosalia, con il pubblico appollaiato su sgabelli cilindrici bianchi. Lo show si è quindi concluso con l'intero cast che ha sfilato fuori dal Padiglione D'Arte Contemporanea in un giardino soleggiato tra lunghi applausi.

Tod's - Primavera-Estate 2022 - Womenswear- Milano - Foto: Tod's


Tod's è passato attraverso numerosi designer da quando il suo titolare e principale azionista Diego della Valle ha deciso di assumere uno stilista a tempo pieno, da Derek Lam ad Alessandra Facchinetti a un team interno, prima che Chiapponi fosse nominato due anni fa.
  
Tanto che in precedenza le collezioni di Tod's sono state francamente incostanti, o funzionavano o erano tutte sbagliate. Tuttavia, la linea mostrata da Chiapponi è stata decisamente vincente. In una parola, la più fantasiosa e di gran lunga la più coerente presentazione di una collezione in passerella mai proposta da Tod's fino ad oggi.
 
Missoni: tanta quantità e poca classe

Missoni - Primavera-Estate 2022 - Womenswear- Milano - Photo: Missoni


Cambio di marcia significativo nella casa di moda Missoni, ma non proprio nella giusta direzione.
 
Quella che una volta era un marchio di maglieria a conduzione familiare incentrato sull’artigianalità è stato fatto sembrare un'etichetta eccessivamente autocompiaciuta da high streets nel primo défilé da quando Angela Missoni ha rinunciato a controllarne il design.
 
Dopo che la famiglia fondatrice ha venduto una quota di minoranza della casa di moda al gruppo di investimento FSI, i nuovi proprietari non hanno impiegato molto a calare la mannaia sui team interni. Prima se n’è andata la figlia di Angela, Margherita, e poi Alberto Caliri è stato assunto nel ruolo di stilista. Tuttavia, Angela e sua madre Rosita, la quale ha fondato l’azienda nel 1953, sedevano in prima fila.
 
È stata la prima sfilata di Caliri, il quale è sembrato avere evidenti istruzioni per iniettare più sex appeal nel marchio. Il risultato però è sembrato molto, molto forzato.
 
Dai semplicissimi abiti da cocktail di ciniglia diagonali con l'orlo che si sfilaccia ai micro bikini all'uncinetto, era tutto un po' volgare. Quando Caliri ha deciso di coordinare i colori, il risultato è stato un abito blu argentato tagliato in modo davvero troppo rivelatore lungo la schiena per scoprire meglio le mutandine abbinate.

Missoni - Primavera-Estate 2022 - Womenswear- Milano - Foto: Missoni


Per quanto riguarda l'aspetto sfacciato e arrogante del logo Missoni marrone e nero – visto in particolare in un reggiseno fatto a mo’ di cintura che la modella chiaramente odiava indossare – beh, meno si dice meglio è.
 
I presagi sembravano infausti già prima che lo show iniziasse in un'enorme e umida fabbrica in disuso nella periferia nord di Milano. La sfilata, in calendario venerdì mattina, è iniziata infatti con un'ora di ritardo, un lasso di tempo durante il quale gli ospiti sono stati costretti a rimanere seduti mentre dagli altoparlanti emergeva una colonna sonora che sembrava il diluvio universale. Il pubblico era estremamente ansioso di andarsene, tanto che una ventina di persone se n’era già andata via ancor prima che i modelli avessero cominciato a spuntare da dietro le quinte.
 
Un comportamento scortese, data la regola tradizionalmente osservata secondo cui nessuno si allontana prima che lo stilista esca a salutare. Ma purtroppo – ed è triste dirlo – anche comprensibile, data questa collezione.

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.