People of Shibuya miscela neuroscienza e fashion design e arriva a 800 clienti worldwide

La label di capispalla della bresciana Golden Season sta creando il primo capo al mondo mediante tecniche che miscelano neurologia e scienza, grazie alla partnership con Thimus, azienda che si occupa di misurazione neuroscientifica delle emozioni umane, attiva presso il Techpark di Bolzano.

Angelo Loffredo, Direttore Commerciale diPeople of Shibuya, al Pitti Uomo 95 - G.B. - FashionNetwork.com

All’ultimo Pitti Uomo è stata presentata una dimostrazione del processo tecnico-scientifico che ha portato alla creazione del modello, “ma sarà a giugno, al Pitti Uomo 96, che lanceremo finalmente il primo capo al mondo brevettato con una tecnologia di neuroscienza applicata”, indica a FashionNetwork.com Angelo Loffredo, Direttore Commerciale di People of Shibuya, brand sul quale è stato dirottato dopo aver curato l’espansione di AT.P.CO, il principale marchio aziendale, dove è stato sostituito da Angelo D’Arcangelo.
 
“È il comfort la mission che abbiamo assegnato a Thimus: zip, bottoni, sensazioni provate nello scorrere le cerniere e nell’accesso alle tasche, la prova d’indossato, devono essere tutte caratteristiche comode e funzionali”, precisa Loffredo.
 
Specializzato in outerwear tecnico che unisce la funzionalità e il minimalismo giapponesi con lo stile italiano, People of Shibuya fa riferimento nel nome alle migliaia di persone che affollano continuamente il crocevia di Shibuya a Tokyo. Lo scorso anno è arrivato a distribuirsi presso 800 clienti wholesale worldwide, dei quali 420 si trovano in Italia (erano meno di un quinto 5 anni fa, ndr.), fra Europa, Russia, Nord America e Giappone. “Il brand continua a crescere in doppia cifra ogni anno”, dice Angelo Loffredo, “tanto che nel 2018 ha fatturato 8 milioni di euro, salendo del 25% sull’esercizio 2017”.
 
“Al recente Pitti Uomo abbiamo registrato tante presenze di buyer, soprattutto giapponesi, statunitensi e tedeschi”, prosegue Loffredo, “di realtà come Barneys o Peek & Cloppenburg, e anche in Italia abbiamo chiuso accordi distributivi con tutti gli store più adatti al nostro posizionamento, come Brian & Barry o Magenta. E se si comincia ad entrare in department store come questi, i numeri si moltiplicano di conseguenza”, sostiene.
 
“Per quanto riguarda i nuovi progetti, abbiamo implementato la prima linea donna, segmento per noi strategico”, continua il Direttore Commerciale. “Da questa stagione abbiamo sviluppato in azienda una struttura che cura il prodotto di People of Shibuya e un gruppo dedicato allo stile. A capo della direzione creativa della linea femminile c’è ora Lara Canal, stilista che ha disegnato per importanti marchi internazionali. L’uomo è disegnato dal team creativo interno”. 
 
People of Shibuya ha il progetto futuro di aprire un punto vendita nel Quadrilatero della Moda milanese, ma prima: “Vorremmo che la donna arrivasse a generare il 40% del giro d’affari del brand in 3 anni per raggiungere un fatturato complessivo di 40 milioni di euro per People of Shibuya. Il brand AT.P.CO invece ha archiviato il 2018 a 25 milioni di giro d’affari (+7% sul’anno precedente)”, puntualizza Angelo Loffredo.

People of Shibuya ha inserito in catalogo proposte femminili

I primi mercati per People of Shibuya sono l’Italia, poi la Germania e la Spagna. L’anno scorso la Germania è stato il Paese cresciuto di più, del 50%. “La cosa più positiva sono i sell-out di dicembre, arrivati all’80%. Manterremo comunque una distribuzione selettiva presso i clienti top, senza frammentarla”, precisa poi Loffredo.
 
People of Shibuya non ha, e non avrà, ci conferma Loffredo, un e-commerce diretto. “Vogliamo rimanere produttori, non diventare ‘commercianti’. Tutte le richieste che ci arrivano via Web le giriamo immediatamente ai nostri clienti online”, conclude.
 
La Golden Season ha sede ad Erbusco (BS), dove possiede uno showroom, come a Milano, Londra e Shanghai, e produce i suoi capi (disegnati in Italia) tra Italia, Cina, Cambogia e Myanmar, avvalendosi dei partner locali asiatici Asian Long Shining Group e Due Cotton Ltd. Il gruppo di moda contemporary possiede anche il marchio di abbigliamento femminile Skills & Genes, lanciato lo scorso anno.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - Prêt à porter Lusso - Prêt à porter DistribuzioneBusinessInnovazione
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER