×
1 557
Fashion Jobs
FOURCORNERS
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Compliance And Testing Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA SRL
ww Distribution Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Project Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
EDAS
Responsabile Amministrativo/a
Tempo Indeterminato · ROMA
ANONIMA
Digital Manager
Tempo Indeterminato · AREZZO
MANPOWER PROFESSIONAL
Expansion Manager Franchising
Tempo Indeterminato · CESENA
VIVIENNE WESTWOOD SRL
Purchasing And Procurement Assistant
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Controller
Tempo Indeterminato · MILANO
JIL SANDER SPA
IT Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
BETTY BLUE S.P.A.
Product Manager Maglieria
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
CONFIDENZIALE
Responsabile Controllo Qualita'
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Impiegato/a Commerciale - Accessori e Minuterie- Settore Fashion
Tempo Indeterminato · PADOVA
NUOVA TESI
Responsbaile di Produzione Tessile -nt/1234
Tempo Indeterminato · MODENA
PFCMNA SPA
Area Manager - Ispettore Retail
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Responsabile Linea Montaggio Calzature
Tempo Indeterminato · VENEZIA
BETTY BLUE S.P.A.
Area Manager Direct Retail
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
PAGE PERSONNEL ITALIA
Area Manager Milano
Tempo Indeterminato ·
GIORGIO ARMANI
Retail Operation Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
ANONIMA
Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
WAYCAP SPA
Impiegato/a Commerciale
Tempo Indeterminato · MIRANO
ANONIMA
Visual Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · AREZZO
Pubblicità
Di
Ansa
Pubblicato il
30 set 2021
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Pechino vieta le transazioni con criptovalute

Di
Ansa
Pubblicato il
30 set 2021

La Banca centrale cinese ha assestato la spallata finale ai Bitcoin e alle criptovalute, definendo "illegali tutte le transazioni e le attività in valuta digitale" e promettendo una ferma repressione sui mercati perché "non hanno lo stesso status giuridico della moneta in corso legale e non possono essere distribuite sul mercato come moneta". L'affondo ha mandato subito giù le quotazioni dei Bitcoin, scesi fino al 5,5%, a poco più di 42.200 dollari, prima di stabilizzarsi a una perdita intorno al 5%.

Ansa


Negli ultimi anni, le transazioni di Bitcoin e di altre criptovalute "hanno prevalso, sconvolgendo l'ordine economico e finanziario, favorendo il riciclaggio di denaro sporco, la raccolta illegale di fondi, la frode, gli schemi piramidali e altre attività illegali e criminali" e mettendo "a serio rischio la sicurezza dei beni delle persone".

In conformità con la decisione del Comitato Centrale del Partito comunista e del Consiglio di Stato (il governo centrale), la Pboc, in collaborazione con i dipartimenti competenti, ha emanato una serie di politiche e misure per chiarire che "le valute virtuali non hanno corso legale", vietando "alle istituzioni finanziarie lo sviluppo e la partecipazione ad attività legate alla valuta virtuale e le transazioni nazionali", nonché "il finanziamento dell'emissione di token". Per i trasgressori c'è "la responsabilità penale in conformità con la legge".

Malgrado la creazione e il commercio di criptovalute siano illegali in Cina dal 2019, ulteriori repressioni sono maturate quest'anno da parte di Pechino con l'avviso alle banche di interrompere le transazioni correlate e chiudendo la vasta rete di 'mining' dei bitcoin del Paese. Nei mesi scorsi, infatti, l'abbattimento delle attività di produzione delle valute virtuali, ha coinvolto tutte le province, al punto che molti operatori cinesi hanno trasferito computer e apparecchiature negli Usa.

Bitcoin, la valuta digitale più grande del mondo, e altre criptovalute non possono essere rintracciate dalle Banche centrali, il che le rende difficili da regolamentare. Secondo gli analisti, l'avversione cinese al settore è dovuta ai timori della proliferazione di investimenti illeciti e di raccolta fondi che potrebbero aggirare le rigide regole sul deflusso dei capitali. La stretta, poi, punta a creare lo spazio necessario alla valuta digitale cinese, già in cantiere e in fase di sperimentazione, consentendo al governo centrale di monitorare le transazioni. Quale ulteriore monito, a giugno i funzionari cinesi annunciarono l'arresto di oltre 1.000 persone per aver utilizzato "i profitti legati ad attività criminali per acquistare criptovalute", in un'opera di riciclaggio ad ampio raggio.

Copyright © 2021 ANSA. All rights reserved.

Tags :
Distribuzione