Paule Ka: Change Capital diventa suo azionista di maggioranza

Il fondo Change Capital Partners, con sede nel Regno Unito, diventa il principale azionista del marchio Paule Ka, con il 70% delle quote. Nella stessa operazione, la Caisse des Dépôts et Consignations cede la sua partecipazione del 17%, mentre il franco-brasiliano Serge Cajfinger e la sua famiglia, che possedevano in precedenza più dell'80% del capitale, mantengono il 30% restante. Serge Cajfinger rimane anche presidente e direttore artistico della griffe che lui stesso ha fondato nel 1987.

Change Capital, Paule Ka
Paule Ka, autunno-inverno 2011/12.

Il binomio che forma con il suo vicedirettore generale, Antoine Bing, resta dunque al suo posto, ma disporrà di mezzi nuovi. Lo scopo dell'ingresso del fondo nel brand è l'espansione internazionale di Paule Ka, che passerà per l'apertura di varie succursali nel mondo, concentrate primariamente in Europa, dove il marchio possiede già 8 boutique in proprio (a Parigi, Londra, Bruxelles e Cannes). La Spagna, dove da settembre prossimo aprirà una succursale madrilena, l'Inghilterra, la Germania e la Francia sono considerate nazioni prioritarie per un'apertura in proprio.

Anche gli Stati Uniti dovrebbero essere oggetto di un'apertura all'anno, cominciando da New York tra la fine del 2011 o l'inizio del 2012.

Il mercato cinese vedrà un prossimo ingresso del marchio grazie alla firma di una partnership con il gruppo Hengdian, che dovrebbe aprire 14 franchising nei 5 anni a venire. Il franchising infatti, è anche sul menu della strategia di Paule Ka, che conta 7 indirizzi in partnership (Lione, Tolosa, Hong Kong, Kuwait, Singapore, Dubai e Maastricht). Con 400 punti vendita nel canale wholesale e nei grandi magazzini, il marchio dovrebbe realizzare un giro d'affari di 40 milioni di euro nell'esercizio 2010/2011 che si chiude questo mese.

Per Change Capital, Paule Ka diventa il 2° marchio di moda a far parte del suo attuale portafoglio di brand (l'altro è il brand tedesco Hallhuber). Creato nel 2004 da Luc Vandevelde, ex presidente di Carrefour e di Marks & Spencer, il fondo è stato anche azionista di maggioranza di Jil Sander e Republic in passato. Specializzato pure nella distribuzione alimentare, Stephan Lobmeyr spiega cosa ha attratto il fondo di cui è socio: "Siamo molto attenti a questo settore, ma Paule Ka è emerso dal lotto grazie al suo posizionamento di lusso accessibile, uno dei segmenti più promettenti e più redditizi di questo momento".

Anaïs Lerévérend (Versione italiana di Gianluca Bolelli)

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Lusso - Prêt à porter Business
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER