×
1 498
Fashion Jobs
SIDLER SA
Collection Merchandising Manager Kids / Fashion Brand / Stabio
Tempo Indeterminato · STABIO
RANDSTAD ITALIA
Responsabile Prodotto & Coordinamento Fornitori
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Operations And Digital Supply Senior Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CHABERTON PROFESSIONALS
Area Manager Outlet Europa - Fashion & Luxury
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Sistemi Informativi
Tempo Indeterminato · VIGEVANO
JENNIFER TATTANELLI
Responsabile Ufficio Prodotto
Tempo Indeterminato · FIRENZE
BALENCIAGA LOGISTICA
Balenciaga - Shoes Costing Specialist
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Retail Supervisor Italia/Estero
Tempo Indeterminato · TORINO
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Retail Supervisor Italia/Estero
Tempo Indeterminato · MILANO
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Retail Supervisor Italia/Estero
Tempo Indeterminato · GENOVA
CONFIDENZIALE
Sales Account Manager Italia
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Responsabile Produzione e Avanzamento Produzione
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Sales Export Manager Usa
Tempo Indeterminato · MILANO
BALENCIAGA LOGISTICA
Balenciaga - Buyer Pellami, Tessuti e Semilavorati Per Pelletteria
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
RANDSTAD ITALIA
Ispettore Controllo Qualità Categoria Kids
Tempo Indeterminato · MILANO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
Retail Director - Palermo
Tempo Indeterminato · PALERMO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
IT Manager
Tempo Indeterminato · PALERMO
PAUL&SHARK
Area Manager Outlet - Centro Sud
Tempo Indeterminato · VARESE
SELECTA
Responsabile Tecnico di Produzione in Outsourcing
Tempo Indeterminato · FIRENZE
MOTIVI
District Manager
Tempo Indeterminato · FIRENZE
NEW GUARDS GROUP HOLDING SPA
Digital Catalogue Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
ADECCO ITALIA SPA
​Retail IT Specialist - Omnichannel
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
Pubblicato il
13 lug 2022
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Patagonia apre un centro repair ad Amsterdam

Pubblicato il
13 lug 2022

Patagonia ha aperto un centro per la riparazione degli indumenti ad Amsterdam. Il progetto, lanciato in collaborazione con l’azienda a impatto sociale Makers Unite, nasce come antidoto ai vestiti usa e getta, rendendo più facile per i marchi incorporare la riparazione e il riutilizzo nel loro modello di business.

United Repair Centre ad Amsterdam


Oltre a contrastare l'impatto negativo dell'industria tessile, 'United Repair Centre' (Urc) offre lavoro e formazione a persone che hanno difficoltà a trovare un’occupazione. Le parti coinvolte sono state riunite dall'Amsterdam Economic Board e sono sostenute da un consorzio di investitori olandesi con particolare attenzione all’impatto sociale.
 
"L’industria dell’abbigliamento è all’inizio di una nuova era, in cui le riparazioni e altri nuovi servizi avranno un impatto maggiore. Ci stiamo rivolgendo al settore ora, perché c’è un disperato bisogno di fare qualcosa. Per noi è un’opportunità unica di creare posti di lavoro di valore e riteniamo sensato farlo con persone che attualmente stanno lottando per trovare un’occupazione", dice Thami Schweichler, Managing Director e Co-founder di Makers Unite.

Con 300.000 riparazioni all'anno, il centro di riparazione eviterebbe in media un milione di kg di rifiuti tessili. Oltre a Patagonia, anche il marchio di abbigliamento olandese Scotch & Soda ha aderito all'Urc.
 
"È necessario un cambiamento strutturale nell'industria tessile. Per questo Patagonia invita i marchi a non focalizzarsi solo sull'aumento delle vendite, ma a stimolare il riutilizzo e l'uso prolungato degli indumenti attraverso la riparazione e il riciclo. Deve diventare normale che un maggior numero di marchi di abbigliamento offra questo servizio e lo consideri come un'attività ordinaria", commenta Willem Swager, Director of Finance & Operations Emea di Patagonia.
 
Negli ultimi 20 anni, gli europei hanno acquistato in media il 40% in più di abbigliamento, il che significa che l’industria tessile è ora responsabile del 10% delle emissioni globali di CO2. Se si continua così, entro il 2030 l’utilizzo globale di acqua (79 miliardi di m3 all’anno), le emissioni di CO2 (1.715 milioni di tonnellate all’anno) e la produzione di rifiuti (92 miliardi di chili all’anno) aumenteranno di oltre il 50% dal 2015 e raddoppieranno prima del 2050. Poiché la riparazione prolunga la vita utile di un indumento, ha un impatto positivo immediato. Ad esempio, indossare un indumento per nove mesi in più riduce le emissioni di CO2 di quel prodotto del 27%, il consumo di acqua del 33% e i rifiuti del 22%.
 
A partire da settembre 2022, in collaborazione con House of Denim, l’Urc aprirà la sua Academy per le persone che hanno difficoltà a trovare lavoro. Durante il programma di formazione, gli studenti saranno formati come confezionisti certificati e avranno immediatamente l'opportunità di lavorare con grandi marchi. L'accademia si pone l’obiettivo di formare almeno 300 studenti nei prossimi anni.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.