×
368
Fashion Jobs
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Digital go to Market Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L.
Bottega Veneta - HR Business Partner
Tempo Indeterminato · MILANO
INTICOM S.P.A.
Legal Specialist
Tempo Indeterminato · GALLARATE
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Digital Content Specialist
Tempo Indeterminato ·
UNIGROSS SRL
Jobdesk Buyer Import
Tempo Indeterminato · CITTÀ SANT'ANGELO
NEW GUARDS GROUP HOLDING SPA
Commercial Legal Counsel
Tempo Indeterminato · MILAN
CONFIDENZIALE
Senior Merchandising Manager - Women's
Tempo Indeterminato · MILANO
MICHAEL PAGE ITALIA
Area Manager Nord e Centro Europa - Abbigliamento Lusso
Tempo Indeterminato ·
MICHAEL PAGE ITALIA
Responsabile Commerciale Linea Donna - Abbigliamento Lusso
Tempo Indeterminato ·
THUN SPA
Head of Demand Management
Tempo Indeterminato · BOLZANO
THUN SPA
Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Rtw Talent Development Partner
Tempo Indeterminato · NOVARA
ANONIMO
e - Commerce Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Logistic Planning And Outbound Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
ST. BARTH SRL
Responsabile Amministrativo
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION S.R.L.
Digital Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Media Content Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
LK
Sales
Tempo Indeterminato · MILANO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
Supply Chain Manager
Tempo Indeterminato · PALERMO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
Area Manager Retail
Tempo Indeterminato · PALERMO
CONFIDENZIALE
Mrtw Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
PRAXI
Responsabile Pianificazione Produzione Pelletteria Production Planning Manager Leather Goods
Tempo Indeterminato · FIRENZE
Pubblicato il
29 gen 2020
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Parte l'asta per Conte of Florence, interesse da due aziende italiane (e dai suoi dipendenti)

Pubblicato il
29 gen 2020

Novità nel piano di rilancio di Conte of Florence, finalizzato alla vendita dello storico marchio di sportswear. Il management aziendale, guidato da Carlo de Carolis, che l’anno scorso era riuscito a tornare in possesso del brand, sta continuando a mantenere a galla l’attività e oggi, secondo alcune indiscrezioni, si sono concretizzate due offerte per l’acquisto della realtà con sede ad Altopascio (LU), ma fondata nel 1952 a Firenze su iniziativa di Romano Boretti, che rilevò il negozio Con.T.E.-Confezione Tessuti Esclusivi.

Conte of Florence, Autunno-Inverno 2019/20


“Il 24 gennaio, dopo 19 mesi di esercizio provvisorio, è uscito il bando di gara, e subito hanno manifestato interesse all’acquisto di Conte of Florence due società industriali italiane del settore”, ha detto a FashionNetwork.com una fonte interna, vicina alla direzione dell’azienda. “Ma l’altra particolare novità è che per salvaguardare il loro posto di lavoro i dipendenti stanno lavorando ad un’iniziativa di workers buyout", ovvero sarebbero loro ad acquistare la società iniettandovi risorse economiche proprie come capitale sociale, aiutati dal mondo della cooperazione. "Si tratterebbe della prima iniziativa del mondo delle cooperative nella settore della moda (e per un marchio così importante) ed è supportata da Confcooperative Toscana Nord", precisa ulteriormente la fonte.

Il bando d'asta prevede la presentazione di offerte senza incanto da qui al 9 marzo.

Ad oggi, comunque, l'unico soggetto di riferimento rispetto alle vicende della Conte of Florence Distribution S.p.A. è e rimane il curatore fallimentare, il Prof Dott. Riccardo Della Santina, che ha contattato Fashion Network anche per precisare che "al fascicolo del fallimento non è pervenuta alcuna proposta da parte di una cooperativa formata dai dipendenti, quindi questa prospettiva è ad oggi sconosciuta al Curatore Fallimentare, così come non si ha notizia di proposte formulate da altri soggetti", aggiungendo che "pertanto, ogni e qualunque altra fonte di notizie non può essere ritenuta attendibile".

Lunedì, secondo la fonte, Carlo de Carolis incontrerà il direttore generale di CFI-Cooperazione Finanza Impresa, braccio del Ministero dello Sviluppo Economico che si occupa di inizative di questo tipo e le finanzia. In questo modo si salverebbe un centinaio di posti di lavoro. “È l’obiettivo minimo che si è dato il management”, aggiunge ancora la fonte, “dopo che nel recente passato molti investitori si sono fatti avanti e poi si sono defilati aspettando che Conte of Florence chiudesse per prendersi il marchio. In questo modo, invece, chi lo vuole deve prendersi tutta l’azienda”.
 
Dopo un periodo burrascoso, culminato con il fallimento della Conte of Florence distribution S.p.A. il 19 giugno 2018, e una prima proroga dell’esercizio provvisorio dal 30 settembre dello stesso anno al 30 giugno successivo, il Tribunale di Lucca aveva concesso altri sei mesi, fino al 31 dicembre 2019, per ottenere un completo rilancio dell’attività aziendale, attraverso la sua cessione a terzi. In seguito, il Giudice Delegato del Tribunale di Lucca ha concesso un'ulteriore proroga al 20 giugno 2020.
 
Nel frattempo, la direzione continua a tenere viva l’attività, e sta ottenendo grandi risultati in Corea del Sud. Nel primo anno di lancio del marchio nella nazione estremo orientale, Conte of Florence ha venduto ben 100.000 capi, grazie all’accordo commerciale di durata quinquennale con il licensee coreano Shinsegae International, iniziato con la primavera-estate 2019, e alle vendite televisive sul canale di Lotte (l’azienda dei grandi department store omonimi). Il distributore coreano è ora passato alla fase 2 del piano: sta lavorando con la società italiana per allargare le categorie di prodotti, e dopo aver realizzato una linea di t-shirt ne creerà una di calzature, antipasto alla fase 3, in cui è prevista l'apertura futura di un network di negozi monomarca ad insegna Conte of Florence.

Una calzatura di Conte of Florence by Nice Footwear


Dalla stagione Autunno-Inverno 2018/19, le scarpe del brand italiano sono prodotte dalla vicentina Nice Footwear, che attualmente le distribuisce nel canale wholesale per lo più in Italia, Francia, Svizzera, Grecia, Spagna ed Europa dell’Est. L’azienda veneta di recente ha aperto uno showroom di 200 mq. in Via Montenapoleone 18, a Milano, con una stanza dedicata esclusivamente a Conte of Florence. “Nei monomarca del brand, le calzature hanno un sell-out del 90%”, precisa la fonte.
 
Nel 2019, Conte of Florence ha chiuso i negozi in perdita, puntualizza ancora la fonte interna. Ora i monomarca del brand sono 23, cui si aggiungono 7 outlet e alcuni franchising nell’Est Europa. I negozi monobrand del marchio toscano erano 33 sei mesi fa e 8 gli store negli outlet. L’esercizio 2018/19 di Conte of Florence si è concluso lo scorso 31 marzo a 13,5 milioni di euro di fatturato, per il 90% circa ottenuto in Italia.

Copyright © 2020 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.