×
1 231
Fashion Jobs
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Junior Credit Specialist e Controller
Tempo Indeterminato · MILANO
EASTPAK
Sales Representative (Eastpak - Jansport)
Tempo Indeterminato · MILANO
LA RINASCENTE SPA
Business Controller di Store
Tempo Indeterminato · MILANO
CARLA G.
Responsabile Pianificazione Della Produzione
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
LA RINASCENTE SPA
Allievo/a Business Controller di Punto Vendita
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Addetto/a Tesoreria - Settore Fashion - Ozzano
Tempo Indeterminato · OZZANO DELL'EMILIA
IN STYLE GROUP
Wholesale Brand Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
DOLCE&GABBANA SRL
Logistic Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
ANTONIA SRL
Event Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
E-Commerce & Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · ROMA
FOURCORNERS
Sales Manager Rtw Man
Tempo Indeterminato · MILANO
ELISABETTA FRANCHI
Product Manager Borse e Accessori
Tempo Indeterminato · QUARTO INFERIORE
HERMES ITALIE S.P.A.
in Store Trainer - Boutique Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Internal Audit Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Export Manager Abbigliamento Uomo/Donna
Tempo Indeterminato · MILANO
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga Tecnico/a Industrializzazione Calzature
Tempo Indeterminato ·
CONFIDENZIALE
Retail Area Manager Lombardia e Piemonte
Tempo Indeterminato · MILANO
MANTERO SETA
Industrializzatore
Tempo Indeterminato · GRANDATE
SWAROVSKI
District Manager - Central Italy
Tempo Indeterminato · ROMA
MIROGLIO FASHION SRL
Buyer
Tempo Indeterminato · ALBA
CONFIDENZIALE
District Manager
Tempo Indeterminato · ROMA
ALEXANDER MCQUEEN ITALIA
Alexander Mcqueen Stock Controller
Tempo Indeterminato · REGGELLO
Di
Adnkronos
Pubblicato il
25 lug 2014
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Parte a Milano 'Out of fashion', il primo corso di formazione etica e innovativa

Di
Adnkronos
Pubblicato il
25 lug 2014

Parte a Milano 'Out of fashion', primo corso di alta formazione sulla cultura della moda consapevole, etica e innovativa organizzato da Connecting Cultures.

Foto: Corbis - Foto: Corbis


"'Out of fashion', come tutti i progetti di Connecting Cultures, risponde a un'esigenza fondamentale dei nostri giorni, quella di diventare più responsabili in tutte le nostre azioni. Naturalmente è un'utopia, ma la tensione creata da questa aspirazione è il filo conduttore soltanto apparentemente trasversale dei nostri progetti", spiega Anna Detheridge, presidente di Connecting Cultures.

'Out of fashion' si inserisce all'interno del grande dibattito mondiale sulla sostenibilità e sulla consapevolezza aperto da Expo 2015 perchè anche la moda deve essere promotrice di comportamenti etici che, lungi da costituire un limite, possono essere propulsivi all'attività imprenditoriale. Per questo 'Out of fashion', oltre ai corsi total immersion, prevede la creazione di una community on e offline finalizzata allo sviluppo di un network virtuoso di conoscenza, opportunità e contatti.

Da ottobre a maggio 2015 a Milano, presso la Fondazione Gianfranco Ferrè, 6 master class tratteranno i temi relativi alla sostenibilità nel campo della produzione, distribuzione e comunicazione di prodotti di moda. Le lezioni si terranno una volta al mese e si rivolgono agli addetti ai lavori, ai giovani diplomati, ai professionisti interessati ad avviare un'attività o a lanciare un proprio marchio con la convinzione che la cultura della sostenibilità rappresenti un valore aggiunto per il successo dell'impresa.

I corsi saranno tenuti da docenti internazionali, designer, economisti, esperti di comunicazione, con il sostegno delle aziende punto di riferimento del settore della moda sostenibile.

Tra i relatori figurano artisti come Michelangelo Pistoletto e Lucy Orta, fashion designer come Nanni Strada, professionisti come Giannino Malossi, Stefano Mirti, responsabile della comunicazione social di Expo 2015 e del Padiglione della Biodiversità, economisti come Marco Ricchetti e guru della moda sostenibile come Kate Fletcher. Si racconteranno le case histories di Gucci, Canepa azienda leader nella sostenibilità, Stella Jean. Ci saranno interventi di associazioni come l'osservatorio nazionale tessuto abbigliamento e calzature Tessile e Salute.

I contenuti affrontano il tema della moda etica e consapevole nei suoi molteplici aspetti: i materiali e il loro impatto ambientale, le innovazioni tecnologiche nel comparto tessile, il rapporto simbiotico e creativo tra arte e moda. Si discuteranno anche i valori etici che coinvolgono tracciabilità della filiera, responsabilità e giustizia sociale. Non mancheranno lezioni e workshop su autoproduzione e Fab-Lab, sistema della moda globalizzato, finanza e nuove tendenze. Inoltre verranno trattati aspetti quali la promozione, la comunicazione e le relazioni con il consumatore.

Copyright © 2023 AdnKronos. All rights reserved.