×
1 850
Fashion Jobs
SIDLER SA
HR Business Partner / Mendrisio
Tempo Indeterminato · MENDRISIO
SELECTA
Responsabile Tecnico di Produzione in Outsourcing
Tempo Indeterminato · FIRENZE
MOTIVI
District Manager
Tempo Indeterminato · FIRENZE
NEW GUARDS GROUP HOLDING SPA
Digital Catalogue Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
ADECCO ITALIA SPA
​Retail IT Specialist - Omnichannel
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
CANALI
Senior Analyst Developer
Tempo Indeterminato · SOVICO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Controller Estero - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MODENA
WEAREGOLD
ww Sales Force Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
HR Manager - Palermo
Tempo Indeterminato · PALERMO
ADECCO ITALIA SPA
E-Commerce Specialist
Tempo Indeterminato · TREZZANO SUL NAVIGLIO
CAMICISSIMA
Junior Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Wholesale Area Manager Area DACH
Tempo Indeterminato · MILANO
BIJOU BRIGITTE S.R.L.
Direttore di Zona (m/f)
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
EUROPRINT SRL
Export Manager
Tempo Indeterminato · OTTAVIANO
SKECHERS RETAIL SWITZERLAND
Retail Area Manager
Tempo Indeterminato · LUGANO
STELLA MCCARTNEY
Rtw Production Planner & Controller
Tempo Indeterminato ·
STELLA MCCARTNEY
Supply Chain Planning Analyst
Tempo Indeterminato · NOVARA
BOGLIOLI S.P.A.
Junior IT Application Manager\Junior IT Data Analyst
Tempo Indeterminato · GAMBARA
RANDSTAD ITALIA
Strategic Policy Manager Categoria Protetta ai Sensi Della lg. 68/99
Tempo Indeterminato · MILANO
WYCON S.P.A
Area Manager Piemonte & Liguria
Tempo Indeterminato · TORINO
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Rtw Purchasing Specialist
Tempo Indeterminato · NOVARA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Manager- Azienda Luxury
Tempo Indeterminato · MILANO
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
7 lug 2022
Tempo di lettura
5 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Parigi, alta moda: Olivier Rousteing for Jean-Paul Gaultier, Maison Margiela, Elie Saab e Viktor & Rolf

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
7 lug 2022

In un mercoledì frenetico e ricco di sfilate, quattro couturier altamente individualisti hanno espresso le loro visioni del moderno glamour, ottenendo grandi applausi per tutto il giorno. Abbiamo assistito ai défilé di Olivier Rousteing per Jean-Paul Gaultier; Maison Margiela; Elie Saab, Viktor e Rolf.

Jean-Paul Gaultier by Olivier Rousteing: un trionfo

Importante risultato artistico per Olivier Rousteing, in un omaggio onnicomprensivo a Jean-Paul Gaultier, che lo rende il terzo stilista ad aver creato una collezione d’alta moda per l'ex enfant terrible de la mode.

Jean Paul Gaultier x Olivier Rousteing - Autunno-Inverno 2022/23 - Haute Couture - Parigi - © PixelFormula


Rousteing si muove attraverso decine di riferimenti a Gaultier, facendo suo il DNA di Jean-Paul, in un momento di moda davvero appropriato.

Apertura con oltre una dozzina di outfit maschili, che incorporano elementi punk, immagini Masai e look per marinai arroganti e cattivi. Si parte con cyber punk aztechi in patchwork di jersey elasticizzato, giacche da pescatori bretoni e immagini di safari selvaggi. Gli accessori? Anelli e catene al naso, enormi bracciali e il primo di una serie di stivali in stile Pinball Wizard, tranne per il fatto che le suole platform di Olivier imitavano i flaconi metallici dei grandi profumi Gaultier.

La luce è cambiata non appena sono apparsi i primi look femminili, una ricreazione a figura intera del flacone di profumo da donna Le Male; seguito da due voluminose versioni dell'iconico bustino a cono di Madonna.

Come il resto del cast, le ragazze hanno sfilato oltre la fossa dei fotografi fino a salire sul balcone principale del quartier generale di Gaultier nel III arrondissement, facendo impazzire la folla di circa 2.000 fan all’esterno.

Rousteing è stato anche tanto intelligente da fondere le sue idee da rockstar con abiti da gangster a righe gessate e un brassière-dress modellato indossato dall’esperta modella olandese Lara Stone che ha scatenato un enorme applauso. Gli applausi sono continuati fra il pubblico, che includeva Ashley Scott e Lucien Laviscount di Emily in Paris; Rossy De Palma; la leggenda del calcio Neymar Jr; e tre generazioni di signore della TV americana: Kris Jenner, Kim Kardashian e la figlia North West.

L'intera folla è esplosa davanti a un paio di modelle fintamente incinte con corazze di pelle modellata, una nera e l'altra bianca, che si stringevano la pancia. Uno squillo visivo di tromba che ricorda a tutti la rottura delle barriere e le tante collezioni di Gaultier che predicavano la tolleranza nel corso di molti decenni.

Tutto fatto con umorismo e con all’interno tanti futuri successi commerciali. L’apparizione dei look era inframmezzata da zuccherosi brani pop della cantante francese preferita da Gaultier, Mylène Farmer, con reportage di notiziari su Gaultier e persino Jean-Paul che spiega le sue idee a giornalisti televisivi eterosessuali.

Nel finale, Jean-Paul e Olivier hanno fatto un lungo tour della passerella e della balconata esterna, facendo impazzire i fan. E lasciando i proprietari della maison, la famiglia Puig, con sorrisi a trentadue denti stampati in faccia.

Maison Margiela: andate a Ovest, giovanotti

Da Maison Margiela, Johnny Guitar incontra Natural Born Killers in un euforico gioco cinematografico presentato all’interno del Théâtre National de Chaillot, con bande di fuorilegge vagabondi, filmati di road movie e sincronizzazione labiale dal vivo.

Maison Margiela - Autunno-Inverno 2022/23 - Haute Couture - Parigi - Maison Margiela


Data l'educazione scolastica del direttore creativo della casa John Galliano, che comprendeva vestire attrici di musical del West End, è sorprendente che lo stilista nato a Gibilterra non si sia mai avventurato così lontano nel teatro della moda come in questa esibizione multimediale.

Protagonista una coppia maltrattata e contusa con accenti “aw shucks” delle Montagne Rocciose, che guida per le regioni desertiche dei Four Corners, proiettata sullo sfondo di tre grandi schermi. Con quale scopo era difficile capirlo, così come spesso è stato difficile comprendere i vestiti.

Per i cowboy, spolverini tagliuzzati, frac di chiffon da becchini e cappotti da bandito imbrattati. Per le cowgirl, abiti da ballo a sbuffo, vestiti da cocktail a rete verde lime e abiti in faille con fossette.

Se trovate difficile immaginarvi Lily McMenamy come mamma che disapprova sempre tutto, allora avreste ragione. Improvvisamente nel finale, nove splendidi cappotti, indossati da una serie di veterane – come Amber Valletta e Karlie Kloss – ci hanno ricordato quanto grande può essere Galliano come stilista.

Per tutti i 40 minuti di durata dello show, diversi cameraman in camici marroni hanno scorrazzato in giro per realizzare le riprese, rendendo difficile vedere bene i vestiti. Ma anche così, questa è stata ben lungi dall'essere una collezione vintage di Galliano, o di Margiela.

Non si dovrebbe mai guardare indietro troppo spesso nella moda, ma quando l'ultima collezione di un designer davvero eccezionale - quale è Galliano - sembra una versione crackata della bellissima visione iniziale di uno stilista, bisogna iniziare a porsi delle domande.

Applausi fragorosi nel finale, ma anche se questo è stato un grande show, ha rappresentato un'eco lontana di quello che si spera di osservare da John Galliano.

Elie Saab: voli di fantasia nell'ora più magica

Voli di fantasia hanno aperto l'ultima sfilata di Elie Saab, con straordinari abiti e mantelli piumati in uno spettacolo che includeva anche i primi look da uomo del couturier libanese.

Elie Saab - Autunno-Inverno 2022/23 - Haute Couture - Parigi - © PixelFormula


Monsieur Elie Saab, come la sua fidanzata e sposa, ama il glamour ricco. Lo dimostrano i look che ha fatto sfilare attorno al mercato in ferro battuto di fine Ottocento del Carreau du Temple, costituiti da abiti broccati, smoking dai tagli meravigliosi e mantelli da capitribù con piume che scendono fino al pavimento.

Le stesse ricche piume di gallo e marabù in rosso scarlatto e verde trifoglio sono state scelte per le ragazze. Prima che Saab incrementasse i giri con i suoi luccicanti abiti con paillettes aderenti al corpo, per la sua ultima fantasia per una sposa chic.

“Stavo pensando a quegli istanti fra il tramonto e la fine della giornata”, ha detto raggiante Saab, dopo essersi gustato il caloroso applauso del finale.

Aiutato da un trucco superbo, in particolare la pittura per il viso che sembrava oro fuso, questo è stato un momento di vero fascino sartoriale, nel penultimo giorno della stagione parigina. In poche parole, Saab sarà sempre un designer magistrale per la sera, aiutato dall'atelier di prim'ordine che ha assemblato nel suo Libano natio. Ora è un grande sarto anche di abiti da sera per gli uomini.

Viktor & Rolf: moda trasformabile

I sovrani regnanti della moda concettuale Viktor & Rolf sono tornati a Parigi, e in ottima forma, con una collezione in cui ogni look era iper-trasformabile.

Viktor & Rolf - Autunno-Inverno 2022/23 - Haute Couture - Parigi - Viktor & Rolf


Apertura con proporzioni enormi – colli larghi un metro, risvolti vertiginosi, e spalle stranamente larghe. Viste in smoking, frac, abiti gessati stile Wall Street, cappotti da spia in pelle a tre colli da otto pollici e camicie a righe larghe tipo City of London.

Tutto ondeggiava leggermente, i colletti oscillavano su e giù, per una ventina di centimetri da entrambi i lati della faccia. Il cast era agghindato con chignon o seni in vista, labbra rosse e tante paia di occhiali da sole da aviatore.

Prima che i designer Viktor Horsting e Rolf Snoeren salissero in passerella e semi-svestissero una modella. Hanno tirato fuori i tiranti posteriori e stretto le cinghie interne, per reinventare ogni singolo look, come uno stile chic arruffato e stropicciato.

Concettuali, intelligenti, cool, cerebrali e astuti, è bello vedere gli ultracinquantenni Viktor Horsting e Rolf Snoeren tornare a proporre il loro meglio.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.