P448 apre uno showroom a Milano e punta sul Far East

P448, marchio italiano di luxury sneaker uomo, donna e bambino fondato nel 2014 da Marco Samorè e Andrea Curti, ha in serbo per il 2019 numerose novità, come ha raccontato a FashionNetwork.com Wayne Kulkin, ex CEO di Stuart Weitzman e attuale ceo di StreetTrend LLC, Presidente & Partner di P448 e suo distributore per America e Cina.

Wayne Kulkin

“Ho scoperto P448 mentre mi trovavo nel Sud Italia e sono rimasto subito affascinato dal marchio, che in America era presente solo in qualche piccolo negozio indipendente. Ho visto le reazioni dei clienti e ho capito le potenzialità a livello globale del brand”, ha spiegato Kulkin. “Sono entrato in contatto con Marco e Andrea e ho fatto numerosi viaggi a Forlì per capire come potevamo lavorare insieme”.
 
Una delle prime novità di P448, il cui nome altro non è che il codice dato al progetto da Samorè e Curti, è l’apertura a gennaio di uno showroom a Milano, all’interno dello storico Palazzo Serbelloni, che si aggiunge a quello già presente a New York. Lo showroom milanese, realizzato dallo studio Piuarch, si occuperà anche del mercato russo.
 
Sul fronte asiatico, P448 punta in particolare su Cina (dove oggi è presente da Lane Crawford Hong Kong), Giappone e Corea. In programma per il 2019 anche l’inaugurazione di un pop up store da Selfridges a marzo e del secondo pop up store presso La Rinascente ad aprile, a cui si aggiungeranno tre “experiential store” in USA e uno in Canada. “Intendiamo inoltre aprire dei flagship a Soho, Brooklyn, Miami Beach e Venice Beach, ma anche in Europa”, ha precisato Kulkin.
Un modello P448 con paillette

Sin dalla sua fondazione, P448 ha registrato tassi di crescita annui del 50%. Nel 2017, il brand ha fatturato 5,7 milioni di euro (in crescita rispetto al 2016), mentre per il 2018 prevede di arrivare a quota 8,2 milioni di euro, in aumento del 36% rispetto all’esercizio precedente. L’obiettivo al 2022 è di raggiungere i 50 milioni.
 
“Le sneaker sono arrivate a rappresentare il 70% del fatturato totale del settore calzature, con un incremento di circa il 50% negli ultimi due anni”, ha evidenziato Kulkin. “Anche se ogni bolla è destinata a sgonfiarsi, riteniamo che il trend casual non sparirà mai. Pensiamo di aver creato una nicchia di sneaker artigianali realizzate con materiali innovativi, che catturano l’essenza di street style, musica e arte”.
 
P448, guidato dai fondatori e Direttori Creativi Samorè e Curti, dal CEO Paolo Griffo e dallo stesso Kulkin, è presente oggi in circa 800 punti vendita retail, tra Italia (34%), resto d’Europa (33%) e Stati Uniti (33%). In Europa, il brand è presente da Harrods, Selfridges, Liberty, La Rinascente, Printemps Paris, sino ad arrivare a Beymen Turkey. Negli Stati Uniti, è presente da Nordstrom, Bloomingdale’s, Neiman Marcus, Shopbop e da Davids in Canada. In Messico, si può trovare da Gran Via e negli Emirati Arabi da Harvey Nichols e Bloomingdale’s UAE.
 
Il marchio propone due collezioni l’anno, uomo e donna, suddivise in pre-collection e main collection, ognuna delle quali propone una ventina di modelli; a ciò si aggiungono le proposte bimbi, create per la fascia 3-10 anni, che riprendono gli elementi iconici del brand proponendo una versione “mini-me” della linea da adulti. I prezzi al pubblico spaziano dai 180 ai 300 euro.
 
P448 è di proprietà della società Nothanks S.p.A., detenuta da Marco Samorè e Andrea Curti per il 35%, dalla holding milanese Panda (di cui Paolo Griffo è CEO) per un altro 35% e da Wayne Kulkin per il restante 30%. L’azienda conta 25 dipendenti tra l’headquarter di Forlì, dove hanno sede l’ufficio stile, la logistica e l’amministrazione, e lo showroom di Milano.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Lusso - ScarpeDistribuzione
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER