×
749
Fashion Jobs
GOLDENPOINT
Marketing&Communication Manager
Tempo Indeterminato · CAVRIANA
MANPOWER PROFESSIONAL
Responsabile di Produzione Pelletteria
Tempo Indeterminato · VICENZA
MANPOWER PROFESSIONAL
Responsabile Vendite Italia Estero
Tempo Indeterminato · VICENZA
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga Procurement Specialist
Tempo Indeterminato · CERRETO GUIDI
MICHAEL PAGE ITALIA
Technical Sales - Adesivi - Chimica - Home Office
Tempo Indeterminato ·
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga Plant Controller
Tempo Indeterminato · CERRETO GUIDI
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
E-Commerce & Content Manager
Tempo Indeterminato · VICENZA
MICHAEL PAGE ITALIA
Sales Manager Italia - Produzione Abbigliamento Conto Terzi
Tempo Indeterminato ·
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Impiegato Ufficio Tesoreria
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Gaming Projects Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Digital Art Direction - Watches & Jewelry
Tempo Indeterminato · MILANO
ANTONIA SRL
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
HR Retail Business Partner
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
DIESEL
Global Digital Content Specialist
Tempo Indeterminato · BREGANZE
THUN SPA
Head of Demand Management
Tempo Indeterminato · BOLZANO
MICHAEL PAGE ITALIA
Head of Digital ed E-Commerce Per Brand Sneakers Veneto
Tempo Indeterminato ·
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Responsabile Collezione Maglieria
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Associate Leather Goods Merchandising Manager
Tempo Indeterminato ·
MANPOWER PROFESSIONAL
Responsabile di Produzione Abbigliamento Romania
Tempo Indeterminato · MODENA
MANPOWER PROFESSIONAL
Export Manager Arredamento Design
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
FOURCORNERS
Responsabile Tecnico Qualità
Tempo Indeterminato · PADOVA
DIESEL
E-Commerce & Omnichannel Project Manager
Tempo Indeterminato · BREGANZE
Pubblicità
Pubblicato il
15 dic 2020
Tempo di lettura
4 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

OVS rivela: offerta per il brand Stefanel, mentre le vendite salgono del 6,1% nel 3° trimestre

Pubblicato il
15 dic 2020

Vendite nette nel terzo trimestre a 361 milioni di euro, in aumento del 6,1% rispetto al medesimo periodo del 2019 (e del 10% sino al giorno prima delle nuove restrizioni implementate dal governo per far fronte alla pandemia nella seconda metà di ottobre). E poi, vendite e-commerce nei primi nove mesi in crescita del 50%, approvato all’unanimità dall’assemblea degli azionisti l’aumento di capitale a pagamento in via scindibile entro il 31 luglio 2021 da 80 milioni di euro, e soprattutto confermate le indiscrezioni di stampa relative all’interesse all’acquisto del brand Stefanel. Queste le principali novità comunicate martedì dal gruppo veneto di abbigliamento uomo, donna e bambino e di articoli per la casa guidato dall’Amministratore Delegato Stefano Beraldo.

Stefano Beraldo, AD di OVS - OVS


“L’andamento del terzo trimestre dell’anno, ancora caratterizzato dalla chiusura di alcuni punti vendita in numerose aree del territorio a partire dagli ultimi giorni di ottobre, ha dimostrato la resilienza ed il ruolo di OVS nel mercato dell’abbigliamento in Italia”, ha affermato in un comunicato l’AD Beraldo. “Le vendite in aumento del 6,1% nel trimestre, e di circa il 10% prima della chiusura forzata di una parte del network, si sono tradotte in un EBITDA allineato a quello dell’anno precedente e ad una generazione di cassa di quasi 54 milioni di euro, mentre nel 3° trimestre del 2019 il flusso di cassa era pari a 19 milioni”.

Ricordando che “le dinamiche del settore in cui operiamo stanno cambiando drasticamente e rapidamente”, con clienti sempre più consapevoli nei loro acquisti, Stefano Beraldo ha voluto rimarcare come “l’introduzione di Piombo nell’assortimento uomo abbia consentito di attrarre nuovi consumatori, offrendo un prodotto di alta qualità, ampliando il range di prezzi proposti e quindi la marginalità in alcune categorie merceologiche. Siamo molto soddisfatti dei risultati raggiunti sino ad ora. Un altro esempio è rappresentato dall’introduzione dei prodotti di bellezza a marchio The Body Shop”.

Il gruppo OVS aprirà nuovi punti vendita, investirà sempre più in prodotti e servizi, nella catena di approvvigionamento e nel digitale, ricorda ancora l’AD, che punterà sulla versatilità: “OVS rappresenterà sempre più un contenitore di proposte commerciali innovative, uniche ed inclusive. Upim, con un’offerta più legata alle funzioni e caratterizzata anche da segmenti di offerta destagionalizzati, come quello dedicato alla casa con il marchio Croff, continuerà la crescita che la ha contraddistinta negli ultimi anni”, dice.

Infine, Stefano Beraldo, con riferimento alle indiscrezioni di stampa emerse in merito al possibile interesse di OVS alla procedura di gara relativa all’Amministrazione Straordinaria di Stefanel SpA, ha precisato che “è stata presentata un’offerta vincolante volta all’acquisizione di alcuni asset della suddetta società, tra cui in particolare il brand storico dell’azienda. In considerazione dell’entità di tale offerta, i mezzi finanziari necessari risultano essere ampiamente nelle disponibilità correnti del gruppo”, puntualizza l’AD.

Tra le altre cifre notevoli del bilancio parziale della società mestrina, va rimarcato che nei primi nove mesi d’esercizio le vendite del gruppo OVS sono calate del 25,7%, a 736,7 milioni di euro (furono 990,9 milioni nello stesso periodo del 2019), meno che proporzionalmente rispetto ai giorni di chiusura della rete a causa del lockdown imposto. Questa cifra, ricorda l’azienda nella sua nota, riflette ancora il periodo di confinamento del primo trimestre, ancorchè in netto recupero (il calo registrato nei primi tre mesi dell’anno era del 67,7%, ora ridotto al 25,7% nei primi nove mesi). Il progressivo recupero ha contraddistinto tutte le insegne, continua OVS, ma ha premiato maggiormente la rete di vendita di Upim (145,6 milioni di euro di fatturato nel periodo, -20%), più estesa in piccole aree di attrazione, piuttosto che quella di OVS (591,1 milioni di euro di giro d’affari, -26,9%), più presente in grandi centri città, e per questo caratterizzata da una minor affluenza a causa della chiusura degli uffici e del calo del turismo.

Con il +6,1% delle vendite, il gruppo sovraperforma ancora una volta il mercato di riferimento, che nel 3° trimestre è calato del -3,2%. In aumento la quota di mercato, ora pari all’8,2%. L’EBITDA del terzo trimestre a 38,1 milioni di euro è per il secondo trimestre consecutivo in linea con quello del 2019, nonostante il negativo contesto di mercato. La posizione finanziaria netta è in miglioramento rispetto al 31 ottobre 2019 e pari a 356,9 milioni di euro.
 
Infine, grazie ai buoni risultati del secondo e del terzo trimestre, il risultato operativo rettificato dei primi nove mesi è quasi a break-even (-3,1 milioni di euro), mentre il risultato ante imposte rettificato è risultato essere pari a -19,5 milioni di euro. Entrambi i dati sono in netto recupero anche rispetto ai primi sei mesi dell’anno (quando erano ammontati rispettivamente a -26,5 milioni e -37 milioni). 

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.