OroArezzo scalda i motori, attesi oltre 450 buyer da 60 Paesi

OroArezzo scalda i motori: il salone di gioielleria e oreficeria che si tiene ad Arezzo si attende per la sua 39esima edizione, dal 5 all’8 maggio, oltre 450 top buyer provenienti da 60 Paesi. All’interno degli 8.000 mq. saranno presenti più di 600 espositori provenienti dai principali distretti orafi italiani, di cui il 75% è costituito da aziende orafe, il 13% da aziende di macchinari ed il 12% da quelle presenti nella sezione Cash and Carry.

Un'immagine dall'interno della fiera aretina - www.oroarezzo.it
 
L’area allestita è suddivisa in 3 aree espositive: una, la più ampia, raccoglie la migliore offerta di oreficeria Made in Italy; la seconda sezione, denominata “Cash & Carry”, offre alle aziende del settore l’opportunità di vendere sul pronto; infine, la terza area, “Tech e Tech-3D”, è una vetrina sui sistemi di lavorazione più tecnologici.
 
Da 39 anni organizzata da Arezzo Fiere e Congressi S.r.l., OroArezzo è oggi gestita da Italian Exhibition Group, il player fieristico nato ufficialmente il 1° novembre 2016, a seguito della fusione di fiere di Rimini e Vicenza, e che rappresenta uno dei progetti più completi del segmento gioielleria-oreficeria a livello internazionale, grazie ai suoi appuntamenti dedicati Vicenzaoro, Oroarezzo e VOD Dubai. Nella passata edizione, il salone aretino aveva attirato 650 aziende e 25 mila operatori da 82 Paesi.
 
Con un fatturato consolidato 2017 a 130,7 milioni di euro, un EBITDA di 23,2 milioni e un risultato netto di gruppo pari a 9,1 milioni, IEG si conferma il primo organizzatore fieristico italiano, con 59 manifestazioni in portafoglio.
 
Presieduta da Andrea Boldi, Arezzo Fiere e Congressi è una società partecipata dalla Regione Toscana, dalla Camera di Commercio di Arezzo, dal Comune e dalla Provincia di Arezzo e da oltre 300 aziende orafe, con un capitale di 40,8 milioni di euro.

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

GioielleriaSaloni / fiere
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER