×
1 586
Fashion Jobs
GIFRAB ITALIA S.P.A.
Retail Manager - Lombardia e Sicilia
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
CRM Specialist
Tempo Indeterminato · RIMINI
DELL'OGLIO
Senior Fashion Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Compliance And Testing Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA SRL
ww Distribution Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Project Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
EDAS
Responsabile Amministrativo/a
Tempo Indeterminato · ROMA
ANONIMA
Digital Manager
Tempo Indeterminato · AREZZO
MANPOWER PROFESSIONAL
Expansion Manager Franchising
Tempo Indeterminato · CESENA
VIVIENNE WESTWOOD SRL
Purchasing And Procurement Assistant
Tempo Indeterminato · MILANO
ANONIMA
Ufficio Commerciale
Tempo Indeterminato · SALERNO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Controller
Tempo Indeterminato · MILANO
JIL SANDER SPA
IT Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
BETTY BLUE S.P.A.
Product Manager Maglieria
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
CONFIDENZIALE
Responsabile Controllo Qualita'
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Impiegato/a Commerciale - Accessori e Minuterie- Settore Fashion
Tempo Indeterminato · PADOVA
NUOVA TESI
Responsbaile di Produzione Tessile -nt/1234
Tempo Indeterminato · MODENA
PFCMNA SPA
Area Manager - Ispettore Retail
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Responsabile Linea Montaggio Calzature
Tempo Indeterminato · VENEZIA
BETTY BLUE S.P.A.
Area Manager Direct Retail
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
PAGE PERSONNEL ITALIA
Area Manager Milano
Tempo Indeterminato ·
Pubblicità
Pubblicato il
7 gen 2020
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

OOF Wear punta su estero, sostenibilità ed e-commerce (e pensa al primo monomarca)

Pubblicato il
7 gen 2020

OOF Wear, brand di capispalla nato nel 2016 e di proprietà dell’azienda trevigiana Nyky, fondata da Michela Klinz e Alessandro Biasotto, porta avanti i suoi sostenuti ritmi di crescita (si parla del 50% stagione su stagione), con l’intenzione di rafforzarsi sempre di più all’estero, che oggi rappresenta il 60% del giro d’affari.

Alessandro Biasotto e Michela Klinz, fondatori di OOF WEAR

 
“Siamo già presenti un po’ in tutto il mondo, all’interno di circa 320 negozi in Italia e 650 all’estero; ora dobbiamo potenziare le vendite”, ci ha spiegato Alessandro Biasotto, incontrato in occasione di Pitti Uomo 97. “In Europa i mercati principali, dopo l’Italia, sono Francia e Germania; abbiamo ripreso a seguire direttamente gli Stati Uniti, dove prima avevamo un licenziatario. Sul fronte asiatico, la Corea sta rispondendo bene e stiamo per fare il nostro ingresso in Giappone. L’obiettivo è di portare l’export all’80%”.
 
Per raggiungere tale traguardo il brand parteciperà ancora quest’anno a diverse fiere all’estero, mentre prevede importanti investimenti in comunicazione sul cliente finale a partire dal 2021: “Finora abbiamo spinto più sul trade, ma anche in ottica di far decollare il nostro e-commerce, lanciato a luglio 2018, vogliamo iniziare a parlare direttamente alla clientela”.

Il colore è protagonista della collezione AI 2020-21 di OOF Wear - Photo: Laura Galbiati - FashionNetwork.com

 
Tra i progetti futuri di OOF Wear, anche l’apertura di un primo monomarca, come ci anticipa Biasotto: “Dobbiamo trovare la giusta opportunità e la location adatta, ma mi piacerebbe che il nostro primo store fosse a Milano, diventata una piazza internazionale molto importante a livello di immagine, in cui credo molto; un secondo negozio potrebbe essere a Londra”.

Sul fronte prodotto, il brand punta sulla sostenibilità e sul colore. La collezione AI 2020-21 di OOF Wear, presentata a Pitti Uomo 97, si caratterizza per silhouette decostruite, con dimensioni over e costruzioni particolari, accanto a forme più affusolate e regolari. La palette di colori si ispira ai paesaggi incontaminati e selvaggi dell’Islanda: dal bianco candido dei ghiacciai all’azzurro delle acque delle cascate, passando per il rosso intenso della terra vulcanica fino alle infinite gradazioni del verde delle praterie.
 
L’anima eco del marchio si esprime sia nella confezione dei capi che nella scelta dei materiali, come le imbottiture in ovatta Sorona Eco, certificata DuPont, che offrono una ridotta dipendenza dai combustibili fossili e un impatto ambientale limitato. Protagonista della parte più trendy della collezione, la “faux fur”, abbinata a eco pelle lucida, eco camoscio ed eco pelliccia “yeti”.

OOF Wear, autunno/inverno 2020-21

 
“Stiamo arrivando alla maturazione del prodotto: siamo nati come sportswear, ora cerchiamo un mood più fashion, soprattutto per la donna, che rappresenta il 70% del fatturato”, spiega Biasotto. “La sostenibilità, tema importante a prescindere, è fondamentale per conquistare un target giovane, molto attento a questi aspetti”.
 
Se OOF Wear ha archiviato il 2019 con vendite pari a 4 milioni di euro, il gruppo Nyky, che possiede anche i brand Momonì (made in Italy donna, dal gusto sofisticato) e Attic and Barn (dedicato a un target femminile più giovane) è cresciuto del 30% nel 2019, arrivando a 25,5 milioni di euro, e si aspetta di raggiungere i 33 milioni quest’anno.

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.