One Ocean Foundation presenta a Pitti Bimbo il decalogo per la tutela dell'ambiente marino

La piattaforma italiana per la salvaguardia dell'oceano, One Ocean Foundation (OOF), fa tappa a Firenze, in occasione della rassegna del childrenswear Pitti Bimbo 87, per presentare alle aziende del comparto la “Charta Smeralda”, un decalogo di comportamenti virtuosi per la conservazione del preziosissimo, quanto vasto e sempre più bistrattato ambiente marino.

L'intervento di Riccardo Bonadeo
 
“Rendere al mare ciò che il mare ci ha dato”: questa la mission della fondazione annunciata da Riccardo Bonadeo, vice presidente esecutivo di OOF e commodoro dello Yacht Club Costa Smeralda (YCCS), nella giornata inaugurale del salone fiorentino, in una conferenza di presentazione tenutasi nella Sala Riunioni dell'Area Monumentale: “Ogni giorno, 8 milioni di tonnellate vengono versati negli Oceani: nel 2050, se questo trend non dovesse arrestarsi, i mari avranno più plastica che pesci”.
 
“Siamo presenti a Pitti Bimbo per spronare le aziende del settore ad adottare metodi produttivi e sostanze eco-compatibili”, ha continuato Bonadeo. “Il tessile è uno dei comparti industriali più inquinanti per via della produzione di microplastiche, che diversamente dalle plastiche ‘importanti’ rappresenta un materiale di scarto difficile da convertire”.

La Fondazione - lanciata a Milano il 1 marzo 2018, nata da un'idea dello Yacht Club Costa Smeralda e oggi presieduta dalla Principessa Zahra Aga Khan - sarà presente in Fortezza Da Basso, durante i tre giorni di manifestazione (21-23 giugno) con un'installazione dedicata alle aziende interessate ad aderire all’iniziativa.

Firmando il decalogo, le aziende si impegnano a ridurre l'inquinamento costiero e marittimo e l'uso di acqua potabile, favorendo il riciclo e la raccolta differenziata, ad abbandonare la plastica usa e getta e a collaborare con la fondazione, condividendo e promuovendo i suoi principi anche con i più giovani.

La presentazione della “Charta Smeralda”
 
La fiera di moda junior rappresenta un importante palcoscenico per la diffusione delle best practice per la tutela dell'oceano, aggregando più di 500 marchi e registrando 10.000 visitatori di cui 5.300 buyer provenienti da tutto il mondo.
 
La tappa fiorentina rientra in una road map di iniziative per la promozione della cultura e della conoscenza dei mari previste per il prossimo biennio e rivolte soprattutto alle nuove generazioni.

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

TessileInnovazione
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER