Off-White, leader dello street style, si dà al Business Casual

È il re indiscusso dello street style, quindi per il suo ritorno a Parigi, dopo un grande show a Pitti la scorsa estate, cos’ha ben pensato di fare Virgil Abloh? In poche parole, un cambio di marcia davvero radicale.

Guarda la sfilata
Off White - autunno/inverno 2018 - Menswear - Parigi - © PixelFormula

Organizzata all’interno del Centre Pompidou, di fronte a un “tutto esaurito” di circa 700 persone, con in prima fila il famoso artista giapponese Takashi Murakami, che ha collaborato con Louis Vuitton, e con più di 300 fan del brand in attesa all’esterno, Abloh ha presentato ciò che lui definisce “Business Casual”. Ad aprire la sfilata, un abito gessato grigio chiaro dal taglio impeccabile e dal grande aplomb, seguito da sensazionali pantaloni svasati a vita alta, abbinati a una redingote blu mare con maniche a effetto tie-dye.

I retailer affermano che non ne hanno mai abbastanza del brand Off-White c/o Virgil Abloh, un incontro tra una moda artistica e lo street style del mid-West americano. Quel che è certo, in un luminoso mercoledì mattina d’inverno, a Parigi, Abloh ha ampliato il suo “gergo” fashion in modo significativo.

Il set era in stile tribuna, color rosso vivo; la stessa tonalità delle sneaker Jordan One indossate da Takashi Murakami. Alcune fonti ben introdotte hanno rivelato a FashionNetwork.com che Abloh e Murakami starebbero pianificando un progetto insieme, ma quando lo abbiamo chiesto all’artista, lui ha alzato le spalle con sguardo sospettoso rispondendo “Oh, siamo solo amici”. Vedremo – stay tuned.

Conosciuto soprattutto per i suo ampi giubbotti, Abloh è capace di tagliare anche silhouette raffinate, rifinite con grafiche vibranti. Come sul suo abito in denim nero slavato con risvolti bianchi, o il vestito super rock in pelle color tabacco. La metà delle sue proposte erano ricoperte di lettere, come omaggio al suo gruppo rap preferito, i Beastie Boys, e il designer nato a Chicago, con origini ghanesi, ha presentato anche molti dei suoi accessori: da Jordan One alte con molte più lettere a nuove cinture Business Casual. Di cui alcune con dediche per familiari e amici, firme che possono far quadruplicare il valore delle sneaker.

“Sono figlio degli anni ’80. I Beastie Boys erano degli outsider, come me. Quindi, questo è ciò che faccio, ma con molto ottimismo”, ha spiegato Virgil Abloh in un backstage pieno di gente. Segnando un ritorno memorabile sulle passerelle parigine e un importante punto a favore della moda maschile di Parigi. L’ennesima conferma della sua supremazia nella moda, nello stile e nella sartorialità per l’uomo.
 
 

Versione italiana di Laura Galbiati

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - Prêt à porter Moda - AccessoriDenimSfilate
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER