×
1 497
Fashion Jobs
SIDLER SA
Collection Merchandising Manager Kids / Fashion Brand / Stabio
Tempo Indeterminato · STABIO
RANDSTAD ITALIA
Responsabile Prodotto & Coordinamento Fornitori
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Operations And Digital Supply Senior Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CHABERTON PROFESSIONALS
Area Manager Outlet Europa - Fashion & Luxury
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Sistemi Informativi
Tempo Indeterminato · VIGEVANO
JENNIFER TATTANELLI
Responsabile Ufficio Prodotto
Tempo Indeterminato · FIRENZE
BALENCIAGA LOGISTICA
Balenciaga - Shoes Costing Specialist
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Retail Supervisor Italia/Estero
Tempo Indeterminato · TORINO
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Retail Supervisor Italia/Estero
Tempo Indeterminato · MILANO
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Retail Supervisor Italia/Estero
Tempo Indeterminato · GENOVA
CONFIDENZIALE
Sales Account Manager Italia
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Responsabile Produzione e Avanzamento Produzione
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Sales Export Manager Usa
Tempo Indeterminato · MILANO
BALENCIAGA LOGISTICA
Balenciaga - Buyer Pellami, Tessuti e Semilavorati Per Pelletteria
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
RANDSTAD ITALIA
Ispettore Controllo Qualità Categoria Kids
Tempo Indeterminato · MILANO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
Retail Director - Palermo
Tempo Indeterminato · PALERMO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
IT Manager
Tempo Indeterminato · PALERMO
PAUL&SHARK
Area Manager Outlet - Centro Sud
Tempo Indeterminato · VARESE
SELECTA
Responsabile Tecnico di Produzione in Outsourcing
Tempo Indeterminato · FIRENZE
MOTIVI
District Manager
Tempo Indeterminato · FIRENZE
NEW GUARDS GROUP HOLDING SPA
Digital Catalogue Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
ADECCO ITALIA SPA
​Retail IT Specialist - Omnichannel
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
Pubblicato il
3 giu 2013
Tempo di lettura
4 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Nuove partnership per lo Sportello Innovazione dell’Unione Industriale Pratese

Pubblicato il
3 giu 2013

Dopo il PIN - Polo Universitario Città di Prato e Next Technology Tecnotessile è ora la volta di CsaVRI e del Polo Tecnologico di Navacchio: due nuove partnership per lo Sportello Innovazione dell’Unione Industriale Pratese. Lo Sportello, che ha avviato la sua attività poco più di un mese fa ed ha già ricevuto alcune interessanti richieste da parte delle aziende, si propone come supporto iniziale e coordinatore dei rapporti fra le imprese ed i soggetti che producono ricerca e innovazione facilitando l’avvio di rapporti con università e strutture di ricerca e reperendo forme di finanziamento a sostegno del progetto innovativo. Il tutto, nella fase conoscitiva iniziale, senza né costi né vincoli per le aziende socie dell’Unione.

da sinistra a destra, seduti, il presidente dell’Unione Andrea Cavicchi, la vicepresidente Francesca Fani, il prorettore dell'università di Firenze e presidente di CsaVRI Marco Bellandi, il direttore generale del Polo tecnologico di Navacchio Alessandro Giari. In piedi il direttore del PIN Enrico Banchelli e il direttore di Next Technology Tecnotessile Solitario Nesti.



Con CsaVRI e Navacchio le opportunità si ampliano. CsaVRI è il Centro servizi dell’Università di Firenze che ha il compito di facilitare il contatto fra ricerca e impresa a fini di innovazione con vari strumenti. Fra questi, per esempio, l'incubatore universitario che fornisce servizi e spazi ai propri studenti, ricercatori e docenti per trasformare idee che nascono nell'università in iniziative imprenditoriali innovative; i laboratori per tirocini di neo-laureati in impresa su progetti di innovazione e internazionalizzazione; il supporto alla partecipazione dell'università a vari poli regionali d'innovazione. Con CsaVRI l’Unione ha già da tempo rapporti per contribuire a diffondere fra le imprese la conoscenza delle opportunità che possono venire al sistema produttivo locale.

Il Polo Tecnologico di Navacchio è nato con lo scopo di supportare le piccole e medie imprese nell’integrazione tra le esigenze innovative e l’offerta di conoscenze tecnologiche provenienti dai centri di eccellenza e dal sistema della ricerca. Navacchio ospita decine di imprese high-tech realizzando economie di scala per la gestione dei servizi e favorendo la cooperazione tra Polo e imprese e tra le imprese stesse. L’esperienza del polo tecnologico di Navacchio e la sua ampia rete di collaborazione con università e centri di ricerca internazionali rappresentano opportunità importanti anche per le imprese pratesi. Dal 2003 Polo Navacchio ha avviato il servizio di incubazione, con il raggiungimento di importanti risultati in termini di candidature ricevute, di aziende che si sono insediate dopo la valutazione del business plan e di aziende che hanno concluso positivamente il loro percorso diventando operative.

“Siamo molto soddisfatti della rete che si sta costituendo attorno alla nostra idea dello Sportello Innovazione – commenta la vicepresidente dell’Unione Industriale Pratese Francesca Fani – Partnership così numerose e importanti costituiscono delle straordinarie opportunità e anche una bella sfida per il sistema industriale pratese. Una sfida che siamo certi sarà raccolta e che porterà i suoi frutti. Con questa operazione la nostra Unione effettua un esperimento che, per quanto ne sappiamo, non ha precedenti in Italia per un’associazione industriale; se come speriamo e come fanno pensare i primi riscontri lo Sportello avrà successo diventerà un modello anche per altre realtà. Naturalmente allargheremo anche a CsaVRI e al Polo di Navacchio il ciclo di incontri che abbiamo già iniziato per far conoscere i soggetti che collaborano con noi e le esperienze positive nate dalla loro collaborazione con le imprese. L’invito che rivolgiamo alle imprese è di interpellarci, anche solo per saperne di più”.

Marco Bellandi, prorettore dell'università di Firenze e presidente di CsaVRI, sottolinea che "Il coinvolgimento di CsaVRI permetterà un sistematico impegno delle competenze scientifiche e tecnologiche dell'Università di Firenze nel confronto con le imprese del distretto per rafforzare l'innovazione nei processi e nei prodotti". “Sono oramai un paio di anni che siamo entrati in contatto con la realtà economica ed istituzionale di Prato” dichiara Alessandro Giari, direttore generale del Polo tecnologico di Navacchio “A seguito dell’avvio del Polo regionale d’innovazione ICT – robotica, di cui siamo Soggetto Gestore, abbiamo rilevato che dietro un'apparenza contraddittoria, rispetto a quello che potremmo chiamare propensione allo sviluppo innovativo del tessuto economico, Prato nasconde una potenzialità di evoluzione e riconversione del modello produttivo, ben più alta di molte altre realtà toscane. Le quasi 1.000 imprese hi-tech presenti nelle "pieghe" della realtà economica produttiva ne sono un segno evidente. La cultura del fare impresa, dell’investire per il risultato futuro, è uno dei presupposti della crescita basata sull’innovazione e a Prato questi elementi sono tangibili. Per questo vorremmo contribuire a questo progetto dell’Unione Industriale, con altri partner qualificati, convinti che o facciamo tutti ‘sistema’ o difficilmente vi sarà un futuro roseo per la nostra economia”.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.