×
1 366
Fashion Jobs
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci ww Business Performance Management Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Global Consumer Campaign Manager
Tempo Indeterminato ·
RANDSTAD ITALIA
Retail Planning Analytics Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Product Marketing Manager- Azienda Accessori Luxury- Sesto San Giovanni
Tempo Indeterminato · SESTO SAN GIOVANNI
ERMANNO SCERVINO
Rspp & Facility Manager
Tempo Indeterminato · BAGNO A RIPOLI
CONFIDENZIALE
Customer Care Team Leader (m/f)
Tempo Indeterminato · MILANO
CAMICISSIMA
Area Manager Trentino Alto Adige
Tempo Indeterminato · BOLZANO
SLAM JAM SRL
Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
SLOWEAR SPA
Area Manager Emea
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
CRM Manager - Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIAL
Area Manager Sardegna
Tempo Indeterminato · OLBIA
CONFIDENTIAL
District Manager Sardegna
Tempo Indeterminato · OLBIA
CONFIDENTIAL
Responsabile Laboratorio Collaudo e Certificazione Qualità
Tempo Indeterminato · NAPOLI
FOURCORNERS
Key Account Manager - Beauty
Tempo Indeterminato · MILANO
ANTONIOLI S.R.L.
E-Commerce Operations Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
TOMMY HILFIGER
Assistant Manager
Tempo Indeterminato · PONTECAGNANO FAIANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Logistic Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Footwear Purchasing Specialist
Tempo Indeterminato · PADOVA
MIROGLIO FASHION SRL
Online Store Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
MICHAEL PAGE ITALIA
Head of E-Commerce Luxury Company- International Country
Tempo Indeterminato · MILANO
BENEPIU' SRL
Responsabile Produzione
Tempo Indeterminato · CARPI
CONFIDENZIALE
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
Di
AFP-Relaxnews
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
8 lug 2021
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Noleggiare vestiti: un'opzione che alla fine rispetta poco l'ambiente

Di
AFP-Relaxnews
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
8 lug 2021

Il noleggio di vestiti, come il riciclaggio e l’acquisto di capi di seconda mano, è una delle soluzioni offerte dall'industria della moda per ridurre il suo impatto sul pianeta. Ma questi nuovi approcci fanno davvero bene all'ambiente? Non proprio, rivela un nuovo studio, che mette in risalto in particolare le emissioni di gas serra generate da questo servizio molto in voga.


Brutte notizie per chi vedeva nel noleggio di abbigliamento un modo per aiutare l'ambiente. In definitiva, il processo sarebbe peggiore in termini di impatto ambientale rispetto al semplice acquistare e poi gettare i vestiti. È quanto rivela uno studio finlandese pubblicato sulla rivista scientifica Environmental Research Letters, ripreso dal quotidiano britannico The Guardian. La notizia arriva in un momento in cui le piattaforme di noleggio si stanno moltiplicando in tutto il mondo e anche i marchi stanno lanciando a loro volta dei propri servizi simili.
 
Il team di ricercatori finlandesi ha analizzato l'impatto ambientale, e più specificamente le emissioni di gas serra, di cinque scenari di "proprietà" e "fine vita" dei prodotti tessili, tra cui il noleggio di vestiti, il riciclo, l'usato o il fatto di indossarli per un tempo più o meno lungo prima di buttarli via. Qualcosa che non era mai stato fatto fino ad oggi.

Ne è risultato che affittare vestiti avrebbe l’impatto sul clima più elevato. I ricercatori precisano che sarebbe anche peggio che buttare via i vestiti dopo l'uso. Una constatazione sorprendente, poiché al giorno d’oggi questo servizio viene presentato come un'alternativa responsabile allo shopping tradizionale.
 
Lo studio indica in particolare che i viaggi di andata e ritorno tra la società di noleggio e i magazzini, e quindi il peso dei trasporti, giocano un ruolo importante in questi risultati, facendo salire alle stelle le emissioni di gas serra, così come il lavaggio a secco dei vestiti ha un forte impatto negativo a livello ecologico.
 
In ultima analisi, le società di noleggio dovrebbero trasformare la loro logistica per rendere questo servizio più rispettoso del pianeta. Il suo impatto ambientale si porterebbe quindi allo stesso livello della rivendita di abbigliamento. Nemmeno quest’ultimo però sembra essere lo schema più ecologico. I ricercatori concludono che la soluzione migliore resta consumare meno capi di moda, e indossarli il più a lungo possibile, prima di pensare di rivenderli o donarli.

Copyright © 2021 AFP-Relaxnews. All rights reserved.