NewAge acquisisce la licenza di Umbro per l’Italia

NewAge, azienda di Corato (BA) che dalla sua fondazione nel 1997 ha gestito in licenza l’underwear, l’homewear e il beachwear di brand come Diadora, Laura Biagiotti e Paul Martin, ha acquisito la licenza a livello nazionale di Umbro, il più antico marchio legato al mondo del calcio, fondato in Inghilterra nel 1924 dai fratelli Humphreys.
 
Pino Magno e Maria Grazia Fortunato, fondatori di NewAge

Attraverso l’accordo con il fondo newyorchese Iconix Brand Group, a cui fa capo il marchio, la società italiana ha creato la business unit Umbro Italy, con l’intento di rafforzarsi nel segmento sportswear e di rilanciare Umbro tra i principali brand sportivi di riferimento. La prima collezione Umbro Italy debutterà con l’autunno/inverno 2018-19; l’obiettivo per il secondo semestre di quest’anno è di arrivare a 8 milioni di euro di fatturato.
 
“Abbiamo obiettivi molto importanti”, ha commentato Luigi Germinario, General Manager Umbro Italy. “Non solo puntiamo a un fatturato che raggiunga almeno il 50% del fatturato 2017 della NewAge, ma vogliamo ben presto diventare il primo brand al sud e il terzo nazionale”.
 
Fondata dai coniugi Pino Magno e Maria Grazia Fortunato, NewAge, che lo scorso anno ha festeggiato i primi 20 anni di attività, ha chiuso il 2017 a 16 milioni di euro, confermando la crescita degli ultimi anni, per un totale di circa 6 milioni di capi prodotti per i vari brand gestiti in licenza.
 
Umbro ha una lunga tradizione in ambito calcistico: ha vestito più volte i calciatori della nazionale inglese, fra cui quella campione del mondo nel 1966 (torneo durante il quale ben 15 squadre su 16 indossarono Umbro) e quelli di tante altre nazionali, come il Brasile campione del mondo in Messico nel ’70 e in Svezia nel ’58.

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

SportDistribuzione
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER