×
1 456
Fashion Jobs
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Junior Treasury Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
ELEVENTY WORLD SRL
Retail Operations Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Responsabile Risorse Umane
Tempo Indeterminato · FIRENZE
FIORELLA RUBINO
Fashion Editor
Tempo Indeterminato · ALBA
SIDLER SA
Collection Merchandising Manager Kids / Fashion Brand / Stabio
Tempo Indeterminato · STABIO
RANDSTAD ITALIA
Responsabile Prodotto & Coordinamento Fornitori
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Operations And Digital Supply Senior Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CHABERTON PROFESSIONALS
Area Manager Outlet Europa - Fashion & Luxury
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Sistemi Informativi
Tempo Indeterminato · VIGEVANO
JENNIFER TATTANELLI
Responsabile Ufficio Prodotto
Tempo Indeterminato · FIRENZE
BALENCIAGA LOGISTICA
Balenciaga - Shoes Costing Specialist
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Retail Supervisor Italia/Estero
Tempo Indeterminato · TORINO
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Retail Supervisor Italia/Estero
Tempo Indeterminato · MILANO
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Retail Supervisor Italia/Estero
Tempo Indeterminato · GENOVA
CONFIDENZIALE
Responsabile Vendite Italia
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Responsabile Produzione e Avanzamento Produzione
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Sales Export Manager Usa
Tempo Indeterminato · MILANO
BALENCIAGA LOGISTICA
Balenciaga - Buyer Pellami, Tessuti e Semilavorati Per Pelletteria
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
RANDSTAD ITALIA
Ispettore Controllo Qualità Categoria Kids
Tempo Indeterminato · MILANO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
Retail Director - Palermo
Tempo Indeterminato · PALERMO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
IT Manager
Tempo Indeterminato · PALERMO
PAUL&SHARK
Area Manager Outlet - Centro Sud
Tempo Indeterminato · VARESE
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
11 ott 2017
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Negli Stati Uniti, la Generazione Z preferisce comprare nei negozi che su Internet

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
11 ott 2017

La società PricewaterhouseCoopers (PwC) ha pubblicato qualche giorno fa uno studio prospettico sugli acquisti realizzati oltreatlantico durante le feste di fine anno del 2017. Quest'ultimo evidenzia in particolare l'importanza del marketing esperienziale e include buone notizie per i dettaglianti, rivelando che i clienti della Generazione Z preferiscono fare shopping nei negozi piuttosto che su Internet.

I centri commerciali sono preferiti dai più giovani per l'esperienza di shopping che offrono. DR


PwC ha studiato le abitudini di circa 2.400 consumatori negli USA. I clienti della Generazione Z hanno un’età compresa tra i 13 e i 21 anni, ma PwC ha creato una categoria di studio separata per i 13-16enni allo scopo di analizzare meglio i loro comportamenti d’acquisto. Studiando le abitudini dei 300 consumatori di quest’ultima fascia di età, PwC ha notato che la maggior parte di loro preferisce lo shopping nei negozi agli acquisti online.
 
Tra questi giovanissimi consumatori, l’81% privilegia il commercio fisico per il proprio shopping natalizio; il 40% precisa addirittura che effettuerà i propri acquisti esclusivamente in negozio. I clienti con età superiore ai 17 anni (ma nati dopo il 1995) hanno espresso posizioni più sfumate tra lo shopping online o quello nei negozi.

Lo studio rivela una preferenza interessante tra i giovani acquirenti della Generazione Z. Mentre numerosi dettaglianti credevano che i clienti più giovani preferissero l’e-commerce, si scopre che essi contano ancora sui loro genitori per portarli nei centri commerciali e vivere una vera esperienza di shopping.
 
Mentre gli appartenenti alla precedente Generazione Y hanno piuttosto la tendenza ad evitare questi centri, portando i negozi ad allontanarsi da questo modello di distribuzione, la Generazione Z mostra al contrario di preferire questo tipo di esperienza di shopping. Il 60% della Generazione Z studiata afferma di preferire lo shopping in un centro commerciale che in un punto vendita indipendente. I piccoli eventi organizzati in-store, le "esperienze divertenti" e gli "eventi live" appaiono come fattori cruciali del loro desiderio di visitare questi centri.
 
Il tempo dirà se i consumatori della Generazione Z abbandoneranno questa preferenza crescendo. Gli appartenenti alla Generazione Y hanno invece smesso di fare shopping nei centri commerciali, gudicati poco pratici e non ben forniti di prodotti specializzati. I department store devono sempre affrontare il problema posto dalle generazioni con più potere d’acquisto, che cercano in modo particolare prodotti di consumo più originali, meno orientati al grande pubblico generalista.
 
In ogni caso, lo studio sembra promettere un futuro luminoso allo shopping nei negozi fisici e al marketing esperienziale, concept commerciale di teatralizzazione di un luogo di vendita che immerge l'utente in una messa in scena del marchio e dei suoi prodotti.
 
Lo studio di PwC mette inoltre in evidenza che gli appartenenti alla Generazione Y (cioè i nati fra il 1980 e il 2000) preferiscono regali legati ai viaggi, mentre quelli della Generazione X (nati fra il 1960 e il 1980) o i baby boomers sperano di ricevere delle carte regalo per Natale. E se la pratica degli sconti può motivare alcuni acquisti, sembra tuttavia chiaro che è l'esperienza offerta al consumatore a permettere ai brand di raggiungere i target più interessanti in termini di potere d'acquisto.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Tags :
Distribuzione