×
1 076
Fashion Jobs
MASSIMO BONINI SHOWROOM
Impiegato/a Back Office Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
IRIDE GROUP SRL
Impiegato/a Commerciale
Tempo Indeterminato · OTTAVIANO
FOURCORNERS
Brand Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Global Events Project Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
BOT INTERNATIONAL
Apparel, Footwear And Bags Buyer
Tempo Indeterminato · LUGANO
CAPRI SRL
Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · NOLA
OTTICA GIULIANELLI
Ecommerce Manager
Tempo Indeterminato · FERRARA
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Global Client Data Visualization Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
ANONIMA
Area Manager Estero - Settore Accessori
Tempo Indeterminato · NAPOLI
FOURCORNERS
Online Brand Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Logistics Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
THE THIN LINE LANZAROTE
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · TÍAS
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Manager- Azienda Moda
Tempo Indeterminato · MILANO
VERSACE
Wholesale Area Manager Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Responsabile Sviluppo Collezioni Calzature
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
CRM Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci ww Business Performance Management Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Head of Marketing (Rif. Mkt)
Tempo Indeterminato · MILANO
FORPEN
Buyer Abbigliamento
Tempo Indeterminato · SAONARA
UNIGROSS SRL
Jobdesk Buyer Import
Tempo Indeterminato · CITTÀ SANT'ANGELO
CONFIDENZIALE
Talent Acquisition & Employer Branding Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Product Manager
Tempo Indeterminato · MILAN
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
19 giu 2020
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Naf Naf comprato dal suo fornitore SY International

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
19 giu 2020

Verdetto finale per Naf Naf, in amministrazione controllata dal 15 maggio. Questo 19 giugno, il tribunale del commercio di Bobigny ha designato il gruppo SY International (tramite la sua filiale francese SY Corporate France) come acquirente del marchio francese di moda in difficoltà. Due le offerte in lizza, quella vittoriosa del fornitore turco del marchio, ma anche quella del gruppo bretone Beaumanoir, che però non ha avuto il favore della corte.

Collezione Primavera-Estate 2020 - Naf Naf


Il nuovo acquirente mantiene 944 dei 1.170 dipendenti del marchio parigino, ovvero il 75% del personale. Il perimetro dei punti vendita mantenuti è il seguente: 200 dei 235 negozi posseduti dall’insegna diretta da Luc Mory, inclusi 75 affiliati.
 
I due candidati all’acquisto di Naf Naf avevano migliorato le loro offerte nelle ultime settimane per cercare di distinguersi. Gli amministratori del tribunale e i rappresentanti del personale hanno apprezzato a grande maggioranza l'offerta di SY International, mentre il Procuratore della Repubblica si è pronunciato a favore di Beaumanoir.

Partner industriale di Naf Naf dal 1986, SY International dispone di siti produttivi in ​​Tunisia e Turchia ed è già stato coinvolto in un progetto d’acquisto in Francia: quello del marchio femminile Sinéquanone lo scorso novembre, concretizzato insieme alla società lussemburghese d’investimenti Cabrelux. SY International, società gestita dai fratelli Selçuk e Seyfi Yilmaz e da Elif Kara, effettua un'integrazione verticale di produzione, distribuzione e supply chain, un modo di operare molto apprezzato anche dallo stesso PDG di Naf Naf, Luc Mory. Questa alleanza permette di avere “una supply chain molto agile che consegna molto rapidamente, al miglior prezzo e al più presto”, aveva infatti precisato Luc Mory all'AFP a fine maggio.
 
“Lavoriamo insieme da oltre 30 anni e ci è sembrato ovvio presentare la nostra candidatura per acquisire questo marchio caro al cuore dei suoi clienti. L’unione di Naf Naf e SY Corporate France crea un gruppo completamente integrato che consentirà di combinare velocità, stile e moda”, ha dichiarato Selçuk Yilmaz, presidente di SY Corporate France.
 
In un comunicato, il gruppo Beaumanoir, che si è anche posizionato sul fascicolo di La Halle, si rammarica della decisione del tribunale. La società di Saint-Malo ha dichiarato di rimanere “convinta dell’accuratezza della sua offerta, che avrebbe permesso di risanare l’azienda e offrire continuità al marchio e ai suoi oltre 700 dipendenti”.
 
Fondato dai fratelli Pariente nel 1973, Naf Naf è entrato nell’orbita del gruppo Vivarte nel 2007, che l’ha messo in vendita 10 anni dopo per pagare i suoi debiti. Quest’anno, il disimpegno del proprietario di Naf Naf dal 2018, il gruppo cinese La Chapelle, ha accelerato il brutto periodo attualmente attraversato dal marchio, aggravato dalla crisi del Covid-19. Lo scopo della procedura di amministrazione controllata era facilitare un nuovo ed indispensabile cambio di proprietà per questo player del prêt-à-porter femminile, il cui fatturato annuo avvicina i 200 milioni di euro.

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.