NYFW: DVF, invito a casa di Diane nel Meatpacking District

Nel nuovo clima della moda "scatta e fuggi" in cui per farsi notare occorre montare uno show per 18 mila al Madison Square Garden (Kanye West) o in una chiesa consacrata (Alexander Wang), Diane von Fustenberg ha scelto la via opposta: anche lei ha rinunciato alla prima fila della sfilata tradizionale per creare però uno show "invito a casa" nella showroom sottostante il suo loft nel Meatpacking District.

Diane Von Furstenberg - Fall-Winter2016 - Womenswear - New York - © PixelFormula

Lì ad un pubblico ristretto di stampa, buyers e testimonial sono stati offerti "tableaux vivants" che traducono in modo di vivere lo spirito del marchio creato da Diane oltre 40 anni fa.

Forte del suo primo CEO (Paolo Riva, venuto da Tory Burch), l'inventrice del wrap dress, che è anche presidente del Council of Fashion Designer of America, ha commissionato allo studio di consulenza Boston Group una ricerca sul nuovo modello di business della moda.

Diane Von Furstenberg - Fall-Winter2016 - Womenswear - New York - © PixelFormula

Tre pezzi della sua nuova collezione, un abito sottoveste, un top e una gonna, possono essere acquistati oggi "per dare al consumatore il messaggio quando più ne ha bisogno"

Copyright © 2018 ANSA. All rights reserved.

DecorazioneSfilate
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER