Motivi lancia una nuova brand extension con il beachwear

Motivi, uno degli 8 brand che fanno capo alla divisione Miroglio Fashion, prosegue il percorso di riposizionamento avviato nel secondo semestre 2016 lanciando una nuova brand extension, dopo quella avviata all’inizio dello scorso anno con gli accessori e le calzature, presentando una linea di costumi da bagno e abbigliamento fuori acqua.
Furio Visentin, Brand Director di Motivi

“Per questa stagione estiva abbiamo ampliato la nostra gamma di proposte con una collezione di otto costumi da bagno, 6 due pezzi e 2 interi, e 14 modelli tra top, kaftani e sandali, una beach bag e due modelli di sandali flat”, ha spiegato a FashionNetwork.com Furio Visentin, Brand Director di Motivi. “Per quanto riguarda i costumi abbiamo cercato di dare una certa varietà di scelta in termini di modelli e colori, proponendo tinte unite, stampe a righe o vichy; i prezzi variano da 59 a 89 euro, in linea con il posizionamento del marchio”.
 
Motivi, la prima catena di fast fashion nata in Italia, nel 1993, continua quindi sulla strada tracciata lo scorso anno, quando, accanto a un restyling degli store, ha deciso di introdurre nei propri negozi una vera e propria collezione di calzature e accessori, come borse, cinture, sciarpe, bijoux.
Un costume intero della nuova linea beachwear di Motivi

“Sia per gli accessori che per i costumi abbiamo all’interno del nostro ufficio stile delle risorse dedicate che sviluppano la creatività; affidiamo poi la prototipia e la produzione a partner esterni”, ha proseguito Visentin. “Gli accessori sono stati inseriti con l’autunno/inverno 2017 e già con le prime due stagioni i risultati ottenuti sono stati superiori agli obiettivi che ci eravamo posti. Abbiamo deciso di investire sulla comunicazione degli accessori, soprattutto nel digitale, individuando una borsa iconica che è diventata protagonista della nostra campagna. I prezzi delle nostre borse vanno dai 49 agli 89 euro”.
 
Sempre in ambito digitale, più che soddisfacenti anche i risultati dell’e-commerce che sta registrando crescite a doppia cifra. “Attualmente realizziamo circa il 90% del nostro fatturato in Italia, stiamo valutando metodi alternativi per approcciare i mercati esteri e l’e-commerce può dare un contributo significativo in tal senso”, ha proseguito Visentin. “Inoltre, stiamo investendo in nuove tecnologie “drive to store”, che consentono di inviare messaggi a potenziali clienti connessi quando si trovano nelle vicinanze dei nostri store, per farli confluire in negozio. Siamo tra i primi a farlo, cominceremo a vedere i risultati tra qualche mese”.

La borsa scelta da Motivi per rappresentare la propria linea di accessori
 
Un altro importante tassello del piano di riposizionamento di Motivi è il restyling degli oltre 350 negozi del brand, avviato a inizio 2017 con un nuovo store concept: lo scorso anno sono stati rinnovati una settantina di negozi, altri cinquanta sono previsti entro il 2018.
 
“Per il momento siamo molto concentrati sul lavoro di riqualificazione che stiamo portando avanti nel nostro Paese, poi penseremo all’estero”, ha concluso Visentin. “Motivi ha una brand awareness straordinaria, del 95%, ma stiamo lavorando per far capire il nuovo posizionamento. Crediamo che il cliente oggi stia tornando a cercare negozi in cui trova servizio e qualità e che si stiano aprendo nuove opportunità in quel segmento intermedio tra il mass market e il lusso, con contenuti stilistici e qualitativi al giusto prezzo. Segmento in cui intendiamo posizionarci”.

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - Prêt à porter Moda - AccessoriCostumi da bagnoDistribuzione
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER