Moon Boot celebra i 50 anni alla Leopolda ed evolve verso il lifestyle

Allacciarsi bene le cinture perché Moon Boot, il celebre marchio dello "stivale lunare" sinonimo di doposci, ci riporta sulla Luna con il suo evento per i 50 anni di storia, in programma la sera del 9 gennaio negli spazi della Stazione Leopolda, a Firenze. In Fortezza da Basso, invece, all'interno di un iconico igloo, l’insegna di punta di Tecnica Group SpA ha presentato una capsule collection che celebra questo importante traguardo, annunciando importanti novità sul fronte dell’estensione di gamma in linea con l’evoluzione di Moon Boot a brand lifestyle.

Il fondatore di Moon Boot, Giancarlo Zanatta, insieme alfiglio Alberto nello stand di Moon Boot a Pitti Uomo 95 - Foto: Elena Passeri - FashionNetwork.com

“Coroniamo il 50esimo di Moon Boot dando enfasi alla storia e al percorso del brand che ha saputo negli anni adattarsi alle esigenze del mercato, rimanendo sempre innovativo e desiderato. In questo momento c’è un forte impegno affinché il marchio possa svilupparsi anche in altre direzioni, soprattutto nell’ambito della calzatura. L’obiettivo è creare un prodotto adatto non solo alla montagna, ma anche alla città, allargando la distribuzione anche ad altri canali, oltre ai negozi di abbigliamento e accessori sportivi”, ha spiegato il presidente di Tecnica Group SpA, Alberto Zanatta, incontrato da FashionNetwork.com in occasione della kermesse fiorentina di moda maschile.
 
L’incursione nel mondo della calzatura urban si è via via consolidata grazie ad alcune celebri collaborazioni avviate da Moon Boot con note insegne del fashion internazionale, tra cui spiccano Armani, Jimmy Choo, Massimo Giorgetti o ancora Moncler. “I progetti hanno riscosso grande successo e continuiamo a ricevere molte proposte di co-branding”, ha aggiunto Zanatta, che ricorda come nella main collection – composta da una novantina di pezzi – siano già visibili i frutti di questa evoluzione, per esempio in alcuni modelli di sabot. Ulteriori novità in tal senso, precisa Zanatta, saranno rivelate in occasione della prossima edizione estiva di Pitti Uomo, in giugno.
 
Intanto, l’edizione limitata svelata in anteprima a Pitti Uomo per il 50° compleanno del brand e che sarà in vendita dal prossimo settembre, è composta da 12 modelli, tra cui spicca un “masterpiece” tempestato di cristalli Swarovski e realizzato in due versioni, una bassa e una alta, da 2.500 e 3.000 euro risepttivamente. Completano la collezione altri pezzi che presentano invece prezzi più accessibili, da circa 600 euro l’uno.


Il “masterpiece” della limited edition di Moon Boot tempestato di cristalli Swarovski - Foto: Elena Passeri - FashionNetwork.com

Negli spazi dell'ex Stazione Leopolda, dove si è svolto l'evento celebrativo che ha visto immensi moon boot gonfiabili volare, letteralmente, tra altrettanti astronauti giganti, sono anche stati presentati 50 iconici modelli d'archivio che ripercorrono tutta la storia del brand, dal 1969 ad oggi, proiettando i visitatori verso i prossimi 50 anni di Moon Boot. L'installazione vuole ricreare l'ambientazione (l'allunaggio del 1969 di Neil Armstrong) che ispirò il genio di Zanatta nella creazione della celebre calzatura, punto di partenza di quella che sarebbe poi diventata un'icona e una storia di successo imprenditoriale Made in Italy. 

L'ingresso della stazione Leopolda a Firenze

All’interno dell’universo Tecnica Group, a cui fanno capo anche altre insegne del mondo dello sport come i marchi Tecnica (scarponi da sci e footwear), Nordica (sci e scarponi), Lowa (scarpe da trekking), Blizzard (sci) e Rollerblade (pattini in linea e da ghiaccio), il brand Moon Boot rappresenta circa 20 milioni di euro su un totale di 400 milioni di fatturato di gruppo, “evidenziando tassi di crescita molto ambiziosi”, ha aggiunto il numero uno dell'azienda di Giavera del Montello (TV).
 

L'evento celebrativo in Leopolda

I primi mercati di sbocco di Moon Boot sono i Paese freddi, soprattutto l’arco alpino, con in testa Italia, Francia, Svizzera e Austria. Seguono Scandinavia, Est Europa, Stati Uniti, Canda e Far East. Il 20% del fatturato è generato in Italia, mentre il resto è realizzato a livello internazionale. 


50 anni di Moon Boot ripercorsi attraverso una mostra con tutti i modelli iconici

A livello distributivo, l’insegna è presente all’interno del negozio gestito dell’azienda proprietaria ubicato a Cortina, dov’è esposta una selezioni di articoli dei marchi del gruppo Tecnica. “Per il futuro vogliamo riproporre questo format anche in altre location di punta dell’arco alpino”, ha rivelato Zanatta.
 
L’etichetta nata nel 1969 da un’idea di Giancarlo Zanatta propone le sue collezioni anche all’interno di Harrods e Galleries Lafayette, “ma aprire un monomarca esclusivamente dedicato a Moon Boot risulta ancora troppo difficile”, spiega il presidente Zanatta. “Magari  ci penseremo nei prossimi anni”, conclude.
 
 

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Lusso - ScarpeLusso - AltroDistribuzioneEventiBusiness
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER