Montecarlo Fashion Week, la passerella si tinge di “verde” per la settima edizione

“Green is the new glam”. Si apre con queste parole dedicate alla moda etica la settima edizione della Monte Carlo Fashion Week, in scena nel principato dal 15 al 19 maggio 2019, con ospite d’onore Alberta Ferretti.


La rassegna, che in passato ha visto la partecipazione anche di noti marchi internazionali come Philipp Plein, Genny, Chiara Boni e Rahul Mishra, quest'anno dedicherà grande spazio a innovazione e sostenibilità, con un programma di tavoli di riflessione sui temi del rispetto ambientale e sociale.
 
Non a caso, special guest di questa edizione è proprio la firma italiana di casa Aeffe, che sfilerà sabato 18 maggio presso lo Yacht Club de Monaco con la collezione Cruise 2020. Grande sostenitrice della moda etica, Alberta Ferretti ha, infatti, da poco lanciato una collezione realizzata con materiali riciclati e tessuti biologici.

La stilista italiana Alberta Ferretti è l'ospite d'onore della 7a edizione della Montecarlo Fashion Week - @albertaferretti

Altri campioni della moda “green” metteranno la propria firma sulla manifestazione, come il designer italiano Gilberto Calzolari, vincitore dell'edizione 2018 del “Green Carpet Award”, e lo stilista internazionale Jiri Kalfar, attivo nelle battaglie per i diritti degli animali e celebre per i suoi capi ecosostenibili.
 
Federica Nardoni Spinetta, fondatrice della Chambre Monegasque de la Mode e direttore creativo del brand Beach & Cashmere Monaco, lancia il progetto “Save the Ocean”, una collezione per la PE 2019 nata per sensibilizzare sul tema del rispetto del mare e sui rischi derivanti dal suo inquinamento.
 
La salvaguardia dell’ambiente marino è protagonista anche del Fashion Village, che ospita un’opera artistica della Galleria Giordani realizzata in collaborazione con Swarovski, “Lutjanus Fulgens”, rappresentazione di un grande dentice con squame dalle sfumature cromatiche, ricamato con tecniche e materiali esclusivi su un drappeggio composto da pannelli in tessuto.

“Lutjanus Fulgens”

La kermesse ha inoltre previsto una serie di premi per gli stilisti che si sono distinti per il loro impegno in materia di sostenibilità. “Eco è uno stile di vita, è una attitude, è un abito che si indossa con la consapevolezza di dare il proprio contributo per avere un mondo realmente migliore", ha spiegato Federica Nardoni Spinetta.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - Prêt à porter Moda - AltroLusso - AltroSfilate
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER