Monnier Frères punta all’Europa

Lanciato il 7 luglio in Francia, il multimarca online dedicato agli accessori di alta gamma ha in progetto di coprire, da qui al 2012, 26 Paesi europei. Fino a questo momento, ha già aperto la sua vetrina virtuale in Italia e in Germania, e prossimamente dovrebbe inaugurare l'Inghilterra.

Monnier Frères
Il portale del sito Monnier Frères

Sostenuta in parte da Marc Simoncini (fondatore di Meetic.fr) attraverso un'iniezione di denaro fresco per 2,5 milioni di euro, la società Monnier Frères, fondata da Guillaume e Jean Monnier si è concentrata sugli accessori, e su borse, foulard e sciarpe, piccola pelletteria, gioielli fantasia, cappelli e guanti, il tutto su un segmento premium. Versace, Azzaro, Balmain, Barbara Bui, Emilio Pucci, Jil Sander, Jérôme Dreyfuss, Ragazze Ornamentali, Valextra, 3.1 Philipp Lim, … sono solo alcuni nomi della cinquantina di marchi in stock.

Per ora, on line si possono trovare un po' più di 1.200 articoli, di tutte le categorie di prodotto, e il loro numero è destinato a crescere. L’idea è quella di "essere il pianterreno di un grande negozio parigino", spiega Guillaume Monnier, ex vicepresidente di Dior Giappone, responsabile del merchandising. Da questo discende la scelta iniziale di proporre una selezione di più largo consenso, ma chiamata a proporre anche dei pezzi più originali e inattesi. E come fanno i multimarca, è l’équipe a comprare i prodotti.

Appoggiato a Pixmania, sia per la logistica, interamente gestita dalla regione parigina, che per lo sviluppo del sito, monnierfreres.fr è tradotto nella lingua di ogni Paese dove si è lanciato, con, gestito da Parigi, un call center nella lingua della nazione, che riceve e risponde alle richieste. Il tutto senza perdere il suo tocco francese, suggerito senza equivoci dal nome stesso del sito. Monnier Frères punta sin d'ora e senza mezzi termini al mercato europeo. In altre parole, un capo che è disponibile sul website lo è in tutti i Paesi in cui Monnier Frères è presente, salvo esaurimento scorte. E qualunque sia il Paese europeo, la consegna è assicurata sulle 24 ore. Ogni pezzo è presentato in una scatola di cartone bianco e protetta con carta velina, con su scritto il nome Monnier Frères. Un pacchetto a forma di regalo, del tipo di quelli utilizzati da net-a-porter.com.

Iniziate durante le vacanze estive, le vendite sono decollate veramente solo da un mese. Data che coincide, oltre che con l'inizio dell'autunno e il ritorno al lavoro negli uffici, anche con l'inizio della campagna di comunicazione online di Monnier Frères. Che ha anche acquistato alcune pagine pubblicitarie sulla stampa femminile. Resta il fatto che "solamente dalla fine di agosto siamo in grado di poter constatare alcune tendenze. Come il fatto che i marchi francesi, tipo Jérôme Dreyfuss e Vanessa Bruno, si vendono bene. Come anche i gioielli". Per quanto riguarda il paniere medio, Guillaume Monnier punta ai 400 euro, con un prezzo d'ingresso per le borse attorno ai 350 euro e per gli altri prodotti ai 150 euro.

Emilie-Alice Fabrizi (Versione italiana di Gianluca Bolelli)

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - AccessoriLusso - AccessoriDistribuzione
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER