Moncler vuole performare meglio del settore lusso nel 2018

Moncler si aspetta di superare le performance del settore del lusso nel 2018, grazie soprattutto alle vendite online e ad una strategia volta a conquistare la clientela più giovane, ha dichiarato martedì 27 febbraio il gruppo italiano di abbigliamento alto di gamma.

Guarda la sfilata
Moncler Gamme Bleu - primavera/estate 2018 - Menswear - Milano - © PixelFormula

“Dobbiamo mantenere uno spirito aperto ed evolvere costantemente, essere pronti al cambiamento, pur conservando il nostro DNA”, ha dichiarato il CEO Remo Ruffini nel corso di una giornata dedicata agli investitori.
 
I gruppi del lusso devono ormai rinnovare la loro offerta il più velocemente possibile per rispondere alla domanda di una clientela giovane, influenzata dai social network.
 
Il Direttore delle Operazioni Roberto Eggs, ha dichiarato che la configurazione e le dimensioni del gruppo, famoso soprattutto per i suoi piumini, dovrebbero consentirgli di crescere più rapidamente rispetto al settore. Moncler prevede di raddoppiare le vendite online, che oggi rappresentano il 3% del fatturato, avvicinandosi ai livelli di quelle del settore.
 
Il mercato mondiale del lusso, stimato a circa 260 miliardi di euro, dovrebbe crescere tra il 4 e il 5% anno su anno fino al 2020, secondo le stime di Bain. L’e-commerce genera attualmente il 9% del giro d’affari e dovrebbe arrivare a rappresentare il 25% entro il 2025.
 
Moncler prevede di completare all’inizio del 2019 l’implementazione della sua strategia omnichannel in Europa, che punta sia su Internet sia sui negozi tradizionali. Roberto Eggs ha precisato che la Cina, mercato cruciale per il lusso, ha richiesto un approccio specifico.
 
Il gruppo, i cui piumini possono arrivare a costare fino a 1.000 euro, ha dichiarato di non prevedere degli aumenti sostanziali di prezzo, con l’obbiettivo di mantenere il suo appeal sui giovani clienti, che rappresentano un terzo del mercato: “Non vogliamo che si allontanino perché rappresentano il motore di crescita del futuro”, ha dichiarato Eggs agli analisti.
 
Moncler conta di insediarsi in due nuovi Paesi ogni anno e di aprire almeno 10 nuove boutique all’anno. Il gruppo fondato nel 1952 ha messo a segno una crescita del 15% del fatturato lo scorso anno, a 1,194 miliardi di euro (+17% a tassi di cambio costanti).

Versione italiana di Laura Galbiati

© Thomson Reuters 2018 All rights reserved.

Lusso - Prêt à porter Lusso - AltroBusiness
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER