Moncler apre il primo negozio in Messico

Moncler si prepara a fare il suo debutto in Messico. Nei prossimi mesi, il marchio italiano di piumini di lusso aprirà il primo monomarca nel Paese, all'interno del centro commerciale di recente apertura “Artz Pedregal”, a Città del Messico.

il negozio di Moncler a Toronto - FashionNetwork.com Italia

L’annuncio dell’apertura di Moncler nel mercato messicano si realizza dopo che Paola Durante, direttore investor relations e pianificazione strategica dell'azienda, ha affermato nel mese di ottobre dello scorso anno che l'azienda sarebbe approdata nel Paese centroamericano come parte dei suoi piani di crescita per questo 2018. Inoltre, l'impegno della società in Messico è parte di un importante piano di espansione che Moncler ha effettuato anche in altri mercati internazionali negli ultimi sei mesi, che ha visto inaugurazioni di punti vendita a Toronto, Mosca, Firenze e Stoccolma.
 
Nel resto del continente americano, Moncler possiede un negozio in Brasile (San Paolo), tre in Canada (Toronto e Vancouver) e 17 negli Stati Uniti, in tutte le principali città del Paese, tra le quali New York o Las Vegas. 
 
Per quanto riguarda la sua offerta di moda, attualmente il marchio Moncler offre collezioni per uomo, donna e bambino, sia di abbigliamento che di accessori come calzature e borse. Nel novembre del 2017, l’azienda ora italiana, ma che nacque in Francia a Grenoble, ha chiuso le linee Gamme Rouge e Gamme Bleu, rispettivamente disegnate da Giambattista Valli e Thom Browne, in risposta alla crescente domanda di una clientela più giovane e versatile che richiede un maggior numero di collezioni durante l'anno, comprese capsule collection esclusive e limitate.
 
In linea con questo cambio di strategia, l’azienda di capispalla punta fortemente sul proprio marchio di punta, lanciando adesso nuovi modelli più frequentemente nei propri negozi e puntando sul progetto “Genius”, presentato all’ultima Settimana della Moda di Milano, che prevede la reinterpretazione dei suoi piumini da parte di otto designer invitati.
 
Nato come marchio tradizionale di abbigliamento da sci sulle Alpi francesi negli anni '50, il suo attuale presidente esecutivo, Remo Ruffini, ha contribuito a trasformare il gruppo in un marchio di moda dopo averne assunto il controllo nel 2003 e averlo quotato alla Borsa di Milano nel dicembre 2013.
 
Moncler, i cui piumini possono costare anche più di 1.000 euro, ha registrato nel 2017 un fatturato di 1,194 miliardi di euro, pari a un aumento del 15% (17% a tassi di cambio costanti) in un anno. Secondo il suo report finanziario dell'anno scorso, i ricavi della società nelle Americhe sono cresciuti del 14%.
 
Al 31 dicembre 2017, Moncler poteva contare una rete di 201 negozi a gestione diretta e 59 punti vendita wholesale, diffusi soprattutto in Italia, nell’area EMEA, in Asi e in America.

Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Lusso - Prêt à porter Lusso - AccessoriDistribuzione
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER