Moncler Grenoble: il designer Sandro Mandrino parla della collezione lanciata il 1° novembre

Moncler ha riservato un’immensa attenzione a House of Genius, le sue innovative collaborazioni con una serie di famosi designer come Pierpaolo Piccioli, Craig Green e Simone Rocha, lanciate a intervalli mensili in selezionati store del brand a livello mondiale.
 
Tuttavia, per certi versi la linea più rappresentativa del marchio rimane Moncler Grenoble, la cui ultima collezione ha debuttato il 1° di Novembre, Ognissanti, che tradizionalmente rappresenta l’inizio ufficiale della stagione sciistica.
 
Ne abbiamo parlato con Sandro Mandrino, lo stilista italiano alla guida di Moncler Grenoble dal suo lancio nel 2010 a New York.

Sandro Marino Photo: Moncler -

 Per la sua ultima collezione, Mandrino ha unito spunti dal “Flower Power” degli anni ’60, motivi scandinavi, autentica attrezzatura da montagna, richiami alle tute e sprazzi di equipaggiamento navale. Abbiamo voluto chiedere allo stilista cosa differenzia Grenoble e Genius e da dove trae ispirazione.
 
FashionNetwork.com: Quali sono state le sue aspirazioni per questa stagione?
Sandro Mandrino: Come avete notato dall’evento dello scorso febbraio, il concept era ispirato ai caleidoscopi e agli effetti caleidoscopici. La mia ispirazione proviene soprattutto dal movimento, dai colori, dall’evoluzione e dal cambiamento continuo…
 
FNW: Su quali aspetti legati alle performance si è concentrato per questa collezione?
SM: Moncler Grenoble rappresenta la pura vocazione sportiva all’origine del brand nell’omonima capitale della regione Isère. Performance, tecnica, comfort e leggerezza sono gli elementi chiave.

Photo: Moncler

FNW: Come differenzia Grenoble e Genius, per fare in modo che ci sia una chiara diversità tra il suo approccio e quello degli altri designer?
SM: Moncler Grenoble è la collezione più tecnica, quella che affonda maggiormente le radici nell’heritage del marchio. La collezione è stata lanciata per la prima volta nel 2010 a New York, con incredibili show volti a sottolineare il perfetto equilibrio del brand tra performance e stile. Con il lancio del progetto Moncler Genius nel febbraio 2018 a Milano, Grenoble è diventato parte integrante delle otto collezioni disegnate da differenti stilisti che Moncler ha presentato nel suo Moncler Genius Building. Come designer ho un background tecnico e per me risulta molto naturale armonizzarlo con il DNA di Moncler, visto che il marchio ha un’elevata tradizione e attitudine sportiva.
 
FNW: In che modo le collezioni Grenoble differiscono da quelle Genius?
SM: I lanci Moncler Grenoble seguono il calendario di Moncler Genius, così come tutte le altre collezioni Genius. Ovviamente, trattandosi di una linea da sci, viene lanciata con la stagione sciistica a partire dal 1° novembre.
 
FNW: In quanti punti vendita sarà disponibile Grenoble?
SM: Sarà presente in tutte le boutique Moncler del mondo e anche in alcuni selezionati department store. Moncler Grenoble avrà inoltre un temporary store dedicato che aprirà il 3 novembre a Londra.

Photo: Moncler

 FNW: Cosa le piace di più nel disegnare Grenoble?
SM: È stato molto eccitante esprimere la mia creatività disegnando più di 70 modelli, tra maschili e femminili, combinando la mia espressione artistica con il DNA di Moncler, così come essere parte di quello che considero un progetto fantastico e innovativo: Moncler Genius.
 
FNW: Qual è la sua definizione del DNA di Moncler Grenoble? 
SM: Tecnica, qualità, performance, heritage e stile.
 
FNW: Il suo intero processo creativo. Cosa c’è nella sua mente il primo giorno in cui inizia a lavorare a una nuova collezione?
SM: Non riesco a definire un primo giorno…la nuova collezione ha origine dall’ultima, è un processo continuo che prende forma anche dalle esperienze quotidiane, una mostra di arte, viaggi, libri e anche provando in prima persona abbigliamento da sci sulle piste.

Versione italiana di Laura Galbiati

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Lusso - Prêt à porter Creazione
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER