×
1 055
Fashion Jobs
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Global Events Project Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
BOT INTERNATIONAL
Apparel, Footwear And Bags Buyer
Tempo Indeterminato · LUGANO
CAPRI SRL
Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · NOLA
OTTICA GIULIANELLI
Ecommerce Manager
Tempo Indeterminato · FERRARA
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Global Client Data Visualization Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
ANONIMA
Area Manager Estero - Settore Accessori
Tempo Indeterminato · NAPOLI
FOURCORNERS
Online Brand Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Logistics Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
THE THIN LINE LANZAROTE
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · TÍAS
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Manager- Azienda Moda
Tempo Indeterminato · MILANO
VERSACE
Wholesale Area Manager Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Responsabile Sviluppo Collezioni Calzature
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
CRM Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci ww Business Performance Management Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Head of Marketing (Rif. Mkt)
Tempo Indeterminato · MILANO
FORPEN
Buyer Abbigliamento
Tempo Indeterminato · SAONARA
UNIGROSS SRL
Jobdesk Buyer Import
Tempo Indeterminato · CITTÀ SANT'ANGELO
CONFIDENZIALE
Talent Acquisition & Employer Branding Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Product Manager
Tempo Indeterminato · MILAN
ADECCO S.P.A
Responsabile Qualità
Tempo Indeterminato · SIENA
CENTEX SPA
Responsabile Amministrativo
Tempo Indeterminato · GANDINO
FACTORY SRL
Impiegato/a Modellista
Tempo Indeterminato · FUCECCHIO
Pubblicato il
5 set 2010
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Modelli maggiormente low cost nella strategia di Hugo Boss

Pubblicato il
5 set 2010

FRANCOFORTE, 3 set 2010 - Il Chief Executive del fashion group tedesco Hugo Boss, Claus-Dietrich Lahrs ha dichiarato, in un'intervista rilasciata la scorsa settimana, che l'azienda metterà in pratica una strategia caratterizzata da brand a più basso costo, per far uscire più velocemente nuove collezioni.

Hugo Boss
Hugo Boss collezione autunno-inverno 2010


"Accorciare i tempi dallo sviluppo alla produzione della collezione, fino alla consegna della stessa al cliente, è punto cruciale per il nostro futuro successo", ha dichiarato Lahrs al Finance Times.

Boss va alla ricerca di quella "velocità e reattività" di popolarissime catene di moda semplice e trendy, ma ben caratterizzata (definita appunto fast fashion), come Zara ed H&M, pur intendendo mantenere il suo posizionamento come premium brand, ha aggiunto Lahrs.

Il gruppo tedesco vuole anche incrementare il numero dei suoi negozi, dai circa 450 attuali a 700, entro il 2015, con una forte focalizzazione sulla Cina.

La fashion company tedesca, posseduta per la maggior parte dal gruppo di private equity con sede in Gran Bretagna Permira, vuole portare le sue vendite da 1,6 miliardi di euro (due miliardi di dollari) nel 2009, a 2,5 miliardi di euro nel 2015.

Poco meno della metà delle inaugurazioni di boutique è prevista in Cina, dove Boss ha costituito una joint venture in luglio, e che diventerà uno dei suoi più grandi mercati entro cinque anni.

Boss ha pure fra i suoi progetti quello di incrementare la percentuale di vendite provenienti dai propri negozi al dettaglio a circa la metà, contro l'un terzo attuale, e Lahrs ha aggiunto di voler anche diminuire la complessità delle collezioni, per consegnare ai clienti linee più "focalizzate".

Versione italiana di Gianluca Bolelli; fonte: AFP

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.