×
1 475
Fashion Jobs
keyboard_arrow_left
keyboard_arrow_right

Miu Miu: sovvertire la bellezza troppo scontata

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
today 2 ott 2018
Tempo di lettura
access_time 3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Vale sempre la pena di assistere a uno show Miu Miu l’ultimo giorno della Paris Fashion Week, quando l'intensa visione di Miuccia Prada fornisce un sorprendente contrappunto a tutti i marchi aziendali francesi che si possono visionare in calendario.

Miu Miu - Primavera-Estate 2019 - Womenswear - Parigi - PixelFormula


Messa in scena con abilità sotto enormi versioni di polistirolo espanso del logo del marchio, questa collezione è stata una delle più sovversive mai create dalla designer Miuccia Prada, la quale ha preso elementi classici come eleganza, glamour e sartorialità, e poi ha fatto a pezzi molti capi per dare loro una finitura più ruvida, più mondana.
 
La qualità era praticamente di livello haute couture, con abiti diabolicamente ben tagliati; abiti-camicia drappeggiati in modo astuto e rifiniti con impressionanti fiori di stoffa; ma anche guaine di taffetà quasi perfette, ancora completate da grandi boccioli realizzati in tessuti vari.

Per le giovani signore in carriera, Miuccia ha combinato larghi cappotti a trapezio, paltò da spia e giacche da autista a doppio petto – tutti in pelli lucide, ma abbinate a gonne e camicette con grandi stampe iridate supercolorate, tutte tagliate con angoli strani. I risultati sono stati inaspettati, artistici e molto chic.
 
“Era un po' come quel programma, come si chiama? “Project Runway”. In cui ogni stilista ha un tempo limitato per lavorare. Bene, abbiamo tirato fuori le forbici ieri sera. Il mio staff continuava a dire: "Possiamo lasciarne almeno uno intatto, non tutto distrutto?". E so che i buyer domani inizieranno a chiedere di cambiare le proporzioni. Ma io sono contro il cliché della bellezza scontata”, ha sorriso la Signora Prada, gesticolando come se avesse un paio di grandi cesoie tra le mani.
 
E proprio quando avevi dimenticato il massiccio ritorno del denim su molte passerelle, ad eccezione di Parigi, Miuccia ha stupito ed entusiasmato con una serie di gonne e abiti da sera rifiniti con orlo a fazzoletto, e completati da stivali con plateau in velluto satinato dai tacchi smussati non verniciati.

Miu Miu - Primavera-Estate 2019 - Womenswear - Parigi -PixelFormula - PixelFormula


“Tutto stone washed: il denim, il taffetà e persino il gazar”, ha detto Miuccia con gli occhi scintillanti, aggiungendo che non può proprio accettare fisicamente una bellezza scontata e banale.
 
Dopo lo show, la Prada è stata circondata da dozzine di 'It-girls’ e stelle del cinema. Juliette Lewis, Dree Hemingway, Poppy Delevingne ed Elodie Bouchez, fra le altre. Ma come suo solito, Miuccia ha preferito parlare della collezione piuttosto che posare per i paparazzi.
 
Difficile ricordare una colonna sonora che accompagnasse meglio una collezione, in questo caso un assemblaggio del nuovo album di Prince. Si tratta di una release di registrazioni private di Prince nel suo studio di casa intitolata “Prince & a Microphone”, che include alcuni dei suoi pezzi più famosi.
 
Come il grande musicista e compositore, Miuccia non ha intenzione di andarsene tranquillamente nella notte buia.
 
“Sono arrabbiata per un’altra ragione. Tutti parlano del futuro e di una rivoluzione, ma la verità è che tutto sta andando all’indietro. E non solo nella politica, ma anche nell'arte e nel cinema”, si è lamentata.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.