×
1 286
Fashion Jobs
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Controller Società Estere
Tempo Indeterminato · MODENA
AZIENDA RETAIL
Area Manager Piemonte & Liguria
Tempo Indeterminato · TORINO
MICHAEL PAGE ITALIA
Wholesale Director Italia - Abbigliamento Femminile
Tempo Indeterminato ·
NEW GUARDS GROUP HOLDING SPA
Senior Production Developer
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Treasury Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIEL
Ecommerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Human Resources Manager - Corporate & Business Functions
Tempo Indeterminato · MILANO
JIMMY CHOO
Costing Manager
Tempo Indeterminato · CHIESINA UZZANESE
CONFEZIONI GIOIELLI SPA
Buyer
Tempo Indeterminato · PRATO
BIJOU BRIGITTE S.R.L.
Direttore di Zona (m/f)
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Senior Controller
Tempo Indeterminato · MILANO
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga - Rtw Purchasing & Procurement Coordinator
Tempo Indeterminato · NOVARA
PATRIZIA PEPE
Back-Office Wholesale Specialist
Tempo Indeterminato · FIRENZE
SAY WOW SRL
Junior Operation Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta ww Merchandise & Retail Planning Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Marketing&Communications Manager
Tempo Indeterminato · MILAN
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Product Compliance Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
MILAAYA EMBROIDERIES
Business Development/Sampling & Production Coordinator
Tempo Indeterminato · MILAN
BENEPIU' SRL
Responsabile Tecnico
Tempo Indeterminato · CARPI
UMANA SPA
HR Administration Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Operations And Digital Supply Senior Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Area Manager Italia Wholesale – Responsabile Showroom
Tempo Indeterminato · MILANO
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
18 mag 2022
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Millennial e Gen Z sono i driver di crescita del lusso in Asia-Pacifico

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
18 mag 2022

Secondo GlobalData, i millennial e la Generazione Z sono destinati ad imporsi come motori trainanti della crescita del mercato del lusso nell’Asia-Pacifico. Con la pandemia ormai alle spalle, la penetrazione del digitale e il coinvolgimento (o engagement) dei marchi sui social network sono in aumento nella regione.

Prada - Autunno-Inverno 2022/23 - Womenswear - Milano - © PixelFormula


GlobalData ha appena pubblicato un rapporto che analizza le tendenze, le dimensioni, il panorama concorrenziale e le previsioni per il mercato al dettaglio di prodotti di lusso nell'Asia-Pacifico dal 2016 al 2026. Nel 2020, le vendite sono diminuite del 14,6%, ovvero di 16,1 miliardi di dollari (15,34 miliardi di euro), a causa degli sconvolgimenti economici legati al Covid. Conseguenza: gli acquirenti, spaventati, hanno esitato a spendere somme ingenti, fatto che ha pesato sui conti dei marchi di lusso.
 
Ma nel 2021, la svolta: il mercato del lusso in Asia-Pacifico è rimbalzato in su, mostrando una crescita del 29,7% e arrivando persino a superare i livelli del 2019 del 10,8%, a 122 miliardi di dollari (116,21 miliardi di euro). Le vaccinazioni hanno consentito ai negozi di riaprire e i consumatori hanno ritrovato fiducia.

Ora che sembra essere in nuce una forte crescita nella regione, i marchi sono alla ricerca di modi per comunicare più da vicino con i propri clienti e stanno adottando strategie specificamente rivolte al pubblico locale e in particolare ai giovani, secondo GlobalData.
 
“Nonostante le incertezze, la pandemia di Covid-19 ha avuto un impatto positivo sulle vendite nella regione nel 2021. I consumatori che in precedenza si erano recati in Europa per acquistare articoli di lusso si sono trovati privati ​​della possibilità di viaggiare, e quindi hanno dovuto accontentarsi dei marchi disponibili in quell’area, fatto che ha spinto verso l'alto le vendite di articoli di lusso in Asia-Pacifico”, analizza Koyel Ray, economista specializzato nel retail presso GlobalData.
 
“I marchi fanno appello alle celebrità locali per presentare i loro prodotti e stanno adottando strategie in voga nella regione, come organizzare sessioni di live shopping”.
 
Sempre più aziende lanciano anche le proprie piattaforme dell'usato, al fine di garantire una migliore customer experience e capitalizzare sull'attuale tendenza che sembra sedurre le nuove generazioni: acquistare prodotti più accessibili e rinnovare più frequentemente i propri guardaroba. Per attrarre una clientela iperconnessa, i brand si concentrano sempre di più sulle proprie collezioni digitali. 
 
“In Asia-Pacifico, i dettaglianti del lusso stanno ora utilizzando gli NFT come fonte di reddito complementare”, sottolinea Koyel Ray.
 
“I marchi puntano ai clienti giovani e benestanti dell'Asia-Pacifico, che è molto probabile che spendano denaro in oggetti digitali come NFT e bitcoin. Gli stessi brand iniziano a vendere versioni digitali dei loro prodotti iconici. Vogliono ridurre la loro dipendenza dalle tradizionali fonti di ricavi, in quanto il loro pubblico è coinvolto nel metaverso come in un mondo parallelo, il che lo rende un luogo privilegiato per la distribuzione di beni di lusso”.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.