×
1 523
Fashion Jobs
keyboard_arrow_left
keyboard_arrow_right

Milano Unica chiude con 6.000 presenze e lancia il marketplace digitale

Pubblicato il
today 7 feb 2019
Tempo di lettura
access_time 2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Si è chiusa il 7 febbraio negli spazi di Rho Fieramilano la 28esima edizione di Milano Unica, che rispetto all’edizione di febbraio 2018 ha confermato, oltre al numero di espositori (421), anche l’affluenza, registrando circa 6.000 presenze.

L'area di Milano Unica dedicata al progetto sostenibilità - milanounica.it


Se i visitatori dalla Cina sono diminuiti, soprattutto a causa della concomitanza con il Capodanno cinese, è aumentata la presenza di aziende da Giappone (+15%), Corea (+5%), Gran Bretagna (+5%), Polonia (+16%), Romania (+11%) e Spagna (+5%); stabili Germania e USA.
 
“La ricchezza delle collezioni di tessuti e accessori presentati in questa 28esima edizione di Milano Unica ha trovato un positivo riscontro nella soddisfacente partecipazione dei buyer italiani ed esteri, in controtendenza con altre fiere del settore”, ha commentato il Presidente Ercole Botto Poala. “Allo stesso tempo ho avuto modo di raccogliere la soddisfazione di molti espositori, per il numero e la qualità di contatti realizzati. Buyer ed espositori inoltre hanno particolarmente apprezzato l’arricchimento dei contenuti non solo nell’ormai tradizionale Area Tendenze, ma su temi strategici come il progetto sostenibilità, sia di prodotto che di processo, e la sfida digitale che Milano Unica ha deciso di affrontare, in una logica di sistema, in collaborazione con Pitti Immagine”.

Due infatti i temi principali di questa edizione del salone: la sostenibilità e la nuova piattaforma digitale “e-milanounica”. Sul primo punto Botto Poala ha dichiarato: “La sostenibilità è determinante per la sopravvivenza del settore. Sono fortemente convinto che se le nostre aziende hanno superato i momenti difficili è perché oltre al servizio e all’innovazione hanno saputo rispettare il prodotto e l’ambiente, lavorando per limitare l’impatto dell’industria tessile-abbigliamento sul pianeta. Ora dovremo fare sistema perché questa è una sfida globale che vuole guardare alle generazioni future”.
 
Durante la cerimonia di inaugurazione è stato inoltre presentato il progetto “e-milanounica”, un marketplace lanciato in versione pilota che sarà a regime per l’edizione di luglio, realizzato in collaborazione con Pitti Immagine, che intende promuovere il tessile-abbigliamento-moda prolungando sul digitale le attività tradizionali della fiera, sulla scia del successo della piattaforma e-Pitti.
 
I prossimi appuntamenti con il salone saranno dal 12 al 14 Marzo a Shanghai, per la 15esima edizione di Milano Unica Cina, e dal 9 all’11 luglio a Rho Fieramilano per la 29esima edizione della manifestazione.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.