×
1 632
Fashion Jobs
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Credit Manager Italia
Tempo Indeterminato · MILANO
ADECCO S.P.A
Digital Acqusition Media Specialist Appartenente Alle Categorie Protette Legge 68/99
Tempo Indeterminato · MILANO
THUN SPA
HR Business Partner Corporate
Tempo Indeterminato · BOLZANO
CONFIDENZIALE
E-Commerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Wholesale Area Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Global Media Strategist, Native Content & Affiliates
Tempo Indeterminato · MILANO
ANONIMA
Responsabile Sviluppo Franchising - Italia
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Talent Acquisition Partner
Tempo Indeterminato ·
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Export Area Manager- Russian Speaker
Tempo Indeterminato · MILANO
ADECCO S.P.A
Retail Logistic Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
Head of Supply Chain Emea
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
International Wholesale Manager - Fragrances
Tempo Indeterminato · LUCCA
247 SHOWROOM
Regional Account Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L.
Bottega Veneta - Emea CRM Coordinator & Business Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
FENICIA SPA
Responsabile Acquisti Donna (Merchandiser)
Tempo Indeterminato · MILANO
ALANUI
Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
TRUSSARDI
General Accounting Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Online Store Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Responsabile Prodotto
Tempo Indeterminato · TORINO
FOURCORNERS
CRM Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Paid Media Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
Wholesale E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
3 mag 2019
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Michael Kors vuole eliminare due terzi dei dipendenti della sua filiale francese

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
3 mag 2019

La griffe di abbigliamento prêt-à-porter di lusso Michael Kors vorrebbe privarsi di due terzi dei dipendenti della sua sede in Francia. Un piano sociale ed economico è stato annunciato ai lavoratori dell'ufficio di Parigi lo scorso gennaio ed è stato convalidato giovedì 2 maggio dall’organismo francese Direccte (la Direzione regionale per le imprese, la concorrenza, i consumatori, il lavoro e l'occupazione), secondo quanto ha saputo FashionNetwork.com. Il piano riguarda una ventina di dipendenti della filiale francese, che sapranno con esattezza nelle prossime settimane quali professionalità saranno oggetto del provvedimento. Alcuni di loro potrebbero essere trasferiti a Londra.

Michael Kors - Autunno-Inverno 2019 - Womenswear - New York - © PixelFormula


Per giustificare questo piano sociale ed economico, Michael Kors indica i risultati in discesa del brand in Francia. A livello di regione EMEA, i primi tre trimestri dell'anno fiscale 2019 (fino al 29 dicembre 2018) mostravano un calo dell'8,8% delle vendite al dettaglio e all'ingrosso.
 
In Francia, la sede centrale annovera una trentina di posizioni. Figure che ricoprono incarichi di comunicazione e commerciali per l'Esagono e il Benelux, ma anche tutte quelle professioni relative al merchandising e ai franchising per la zona EMEA. Fonti vicine alla pratica hanno spiegato a FashionNetwork.com che Michael Kors vorrebbe modificare la propria organizzazione in Europa. Dal cambiamento emergerebbero due uffici principali, a Milano e Londra. Nella capitale della moda italiana, un nuovissimo showroom dovrebbe presto accogliere i team di vendita e i clienti europei. Parigi, Madrid e Monaco di Baviera agirebbero come filiali di minore portata con ruoli ridotti. Nella metropoli bavarese sarebbero già stati effettuati dei licenziamenti in primavera, in ruoli legati ai servizi di comunicazione e di pianificazione.

A Parigi, tra le venti persone interessate dal provvedimento societario, una decina potrebbero essere spostate a Londra. Le 6-8 persone rimanenti dovrebbero trasferirsi in uno showroom e in uffici situati vicino al negozio Michael Kors di rue Saint-Honoré, secondo le informazioni in nostro possesso.
 
Contattato direttamente, il marchio americano finora non ha risposto alle richieste di delucidazioni di FashionNetwork.com.
 
Michael Kors appartiene al gruppo Capri Holdings, di cui la griffe realizza quasi l’80% del giro d’affari totale, che è stato di 3,89 miliardi di dollari (3,41 miliardi di euro) nei primi tre trimestri del 2019. Con 870 fra negozi diretti e concessioni, il marchio statunitense di prêt-à-porter nel terzo trimestre d’esercizio ha visto diminuire le vendite del 3,6%, a 1,276 miliardi di dollari. Sui nove mesi, le vendite di Michael Kors sono stabili (+0,5%).
 
Il gruppo Capri Holdings, presieduto da John D. Idol, nel 2017 ha comprato Jimmy Choo, poi Versace con un’acquisizione finalizzata lo scorso gennaio. Per il 2020, l'azienda, che starebbe prenendo in seria considerazione l'acquisto del marchio britannico di calzature Kurt Geiger, punta ad ottenere un fatturato di 6,1 miliardi di dollari, dei quali 4,55 miliardi verrebbero generati da Michael Kors.

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.