Micam apre tra new entry e grandi ritorni in un settore in difficoltà

L’edizione numero 86 di Micam si è aperta all’insegna delle novità: al salone dedicato al mondo della calzatura, in corso a Rho Fiera Milano dal 16 al 19 settembre, tornano o fanno il loro debutto importanti nomi del fashion internazionale, come ALV by Alviero Martini, Cerruti 1881, Fratelli Rossetti, Ferré Collezioni, Moreschi e Rodo Firenze. Tra gli ospiti d’eccezione figura il celebre stilista statunitense Tommy Hilfiger che, oltre a consegnare gli “Award” per i giovani designer il giorno 17 settembre, accompagna la prima in assoluto al Micam della moglie e stilista, Dee Ocleppo, all’esordio in fiera con il suo omonimo brand di Made in Italy per donna.

Micam 86 - E.P. FashionNetwork.com

Nei 62.267 metri quadrati di area espositiva sono presenti 1.396 aziende, di cui 778 italiane e 618 straniere, con le rispettive collezioni per la prossima stagione estiva.
 
Un palco-passerella allestito all’interno del padiglione 1 completa la Fashion Square del salone: “Ho voluto fortemente spostare le sfilate in quest’area poiché quelle delle passate edizioni, sebbene molto gradite, erano anche lontane (al padiglione 7) e raggiungibili meno facilmente”, ha spiegato a FashionNetwork.com il direttore generale di Assocalzaturifici, Tommaso Cancellara. “Abbiamo in programma una sfilata al giorno: il 16 e il 18 saranno protagonisti i brand espositori, con circa una trentina di marchi ogni volta, mentre quella del 17 sarà con 12 designer emergenti”.  
 
Un momento delle sfilate al padiglione 1

La fiera si è inoltre trasformata nel palcoscenico dello spettacolo “Kinky Boots”, che narra la storia di un giovane produttore di calzature, che trova in una collezione “alternativa” la strada per il rilancio dell’azienda di famiglia ormai in disgrazia. Il debutto è avvenuto il 16 settembre, contestualmente alla serata inaugurale “Envy is in the heel”, in cui gli attori protagonisti del musical si sono esibiti live alla Fashion Square con uno showreel per tutti gli operatori della manifestazione.
 
A Micam 86 arriva anche l’arte: ci sono artisti in ogni piazza, per esempio Johannes Stötter, bodypainter di fama mondiale che, nella Style Square all’interno del padiglione 3, porta le sue performance dal vivo, realizzando su corpi umani vere e proprie opere d’arte. Nella iKids Square fa infine il suo ritorno di Monsieur Plant, nome d’arte di Christophe Guinet: l’artista parigino, celebre per le sue sculture “naturali”, creerà una serie di opere d’arte utilizzando i modelli di alcune calzature da bambino.
 
Lo spettacolo“Kinky Boots”

“A Milano abbiamo installato dei photo-booth in cinque Piazze del quadrilatero della moda, organizzeremo un flash mob il 21 settembre alle 18.00, in Piazza San Babila, e un cocktail esclusivo allo Straf Hotel”, ha aggiunto Cancellara.
 
Ma non è tutto oro quel che luccica: il comparto si trova, infatti, ad affrontare una fase critica dal punto di vista economico, un delicato passaggio che non ha risparmiato neanche i grandi nomi del calzaturiero Made in Italy come Alberto Guardiani (in liquidazione dall’11 settembre) e Aldo Bruè (ammesso alla procedura di concordato per ristrutturazione aziendale). L’Italia calzaturiera ha perso 81 aziende nei primi sei mesi del 2018, lasciando a casa quasi 600 lavoratori.
 
“Apriamo l’86esima edizione in un clima purtroppo ancora caratterizzato da una congiuntura poco premiante: la ripresa del settore non si è materializzata neppure nella prima parte del 2018”, ha affermato Annarita Pilotti, Presidente di Assocalzaturifici. “I primi cinque mesi dell’anno registrano un export che migliora in valore (+3,2%), ma perde lievemente in quantità di paia di scarpe esportate (-1,7%). I consumi interni restano al palo (-1,6% in spesa)”, ha concluso la Pilotti.

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - ScarpeLusso - ScarpeLusso - AltroSaloni / fiere
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER