×
1 391
Fashion Jobs
AMINA MUADDI
Product Manager Assistant
Tempo Indeterminato · MILANO
247 SHOWROOM
Regional Account Manager Emea
Tempo Indeterminato · MILANO
BURBERRY
IT Project Manager
Tempo Indeterminato ·
BURBERRY
District Manager Outlets Northern Europe
Tempo Indeterminato · MILANO
ANTONIA SRL
Fashion Buyer-Woman Collection
Tempo Indeterminato · MILANO
SIDLER SA
Hse Specialist / Mendrisio
Tempo Indeterminato · MENDRISIO
RANDSTAD ITALIA
HR Business Partner
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Global Digital Media Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Men's Rtw & Accessories Linea Giorgio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Buying Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e- Commerce Specialist - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Sales Manager -Showroom Accessori e Abbigliamento Uomo
Tempo Indeterminato · MILANO
DR. MARTENS
Credit Controller - Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
ALYSI
Addetto/a Commerciale Estero
Tempo Indeterminato · ROMA
ANONIMA
Sales Manager
Tempo Indeterminato · CREMONA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
WOOLRICH EUROPE SPA
e - Commerce Operations & Digital Specialist
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Account Executive - Showroom Premium Brand
Tempo Indeterminato · MILANO
MARNI
Account Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Category Manager - Azienda Beauty
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Retail Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · ALBA
Di
APCOM
Pubblicato il
5 nov 2008
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Marks & Spencer sacrifica utili e salva fatturato

Di
APCOM
Pubblicato il
5 nov 2008

(Apcom) - Pur di salvare il suo giro d'affari dal clima di austerity che rischia di calare sui consumi, la prima catena di abbigliamento della Gran Bretagna, Marks & Spencer è stata disposta a sacrificare margini e utili.



I risultati finanziari degli ultimi sei mesi sembrano darle ragione: tra aprile e settembre il fatturato è rimasto sostanzialmente stabile, a 4,2 miliardi di sterline o 5,21 miliardi di euro, mentre gli utili si sono contratti del 43 per cento a 223 milioni.

Ma il calo degli utili è stato anche meno grave di quanto previsto dagli analisti, mentre il gruppo continua a impegnarsi sul contenimento dei costi. Tanto che la Borsa di Londra premia il titolo della società con un'impennata dell'8,47 per cento, a 240,25 pence negli scambi di metà seduta.

Per evitare cali delle vendite M&S ha deciso di procedere a nette riduzioni dei prezzi, in una situazione che per l'economia della Gran Bretagna si fa sempre più preoccupante. Nei suoi oltre 600 punti vendita, ai clienti vengono anche offerti servizi di ristorazione e reparti alimentari: qui i tagli dei prezzi hanno raggiunto il 10 per cento.

In questa fase difficile è essenziale tenere un saldo legame di fiducia con i nostri clienti, facendo loro vedere che capiamo le difficoltà che attraversano", ha affermato l'amministratore delegato del gruppo, Stuart Rose, secondo quanto riporta un comunicato. "Bisogna prendersi cura dei consumatori che risentono della crisi, con riduzioni dei prezzi e e campagne di promozioni più nette".

Nel terzo trimestre l'economia del Regno Unito ha accusato una generale contrazione, dello 0,5 per cento rispetto al periodo precedente. Oltre alla crisi finanziaria, il patisce un pesantissimo crollo del mercato immobiliare. Nelle ultime previsioni pubblicate ieri, la Commissione europea stima che nel 2009 il Pil del paese subirà una riduzione dell'1 pe cento.

Fonte: APCOM