×
1 533
Fashion Jobs
PESERICO
Coordinamento Ufficio Prodotto
Tempo Indeterminato · CORNEDO VICENTINO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Outlet District Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
QUANTA PROFESSIONALS
Sales Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
EXPERIS S.R.L.
Area Manager Retail Sicilia
Tempo Indeterminato · CATANIA
DIEGO M
Product Developer Con Ottimo Inglese
Tempo Indeterminato · CASTELNUOVO DEL GARDA
CAMICISSIMA
Merchandiser Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
ALEGRI TRADE
Impiegato Ufficio Vendite
Tempo Indeterminato · PRATO
CONFIDENZIALE
Csr Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Digital & Ecommerce Professional
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
Finance Business Controller
Tempo Indeterminato · VARESE
CONFIDENZIALE
Area Manager Centro Sud
Tempo Indeterminato · ROMA
CONFIDENZIALE
Sales Manager - Fidenza Outlet
Tempo Indeterminato · FIDENZA
EXPERIS S.R.L.
Account Manager Beni di Lusso
Tempo Indeterminato · VICENZA
G COMMERCE EUROPE S.P.A.
Gucci Emea Emarketing & Analytics Manager
Tempo Indeterminato ·
AFS INTERNATIONAL SRL
Export Sales Manager
Tempo Indeterminato · POMPEI
EXPERIS S.R.L.
Area Manager Retail Puglia
Tempo Indeterminato · BARI
EXPERIS S.R.L.
Area Manager Piemonte
Tempo Indeterminato · TORINO
TRUSSARDI
Product Manager Leggero
Tempo Indeterminato · MILANO
TRUSSARDI
Senior Product Manager Knitwear
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
International Sales Manager
Tempo Indeterminato · NAPOLI
CONFIDENZIALE
Responsabile Commerciale Italia/Estero
Tempo Indeterminato · PESCARA
BENETTON GROUP SRL
Area Manager Centro - Franchising
Tempo Indeterminato · BOLOGNA

Mark Howard Thomas lascia Helmut Lang per Lacoste

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
today 18 ott 2019
Tempo di lettura
access_time 4 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Solo due anni dopo aver assunto la leadership creativa delle collezioni maschili di Helmut Lang, Mark Howard Thomas ha lasciato l’incarico e si è regalato una nuova sfida, diventando direttore delle sfilate maschili e delle collaborazioni di Lacoste. Il Coccodrillo si assicura dunque i servigi dello stilista dopo che il mese scorso la sua collezione per il marchio di New York era stata acclamata dalla critica. Un mix di sartoria rigorosa, tessuti innovativi e allure casual, presentato in una galleria d’arte del quartiere di Soho.

Mark Howard Thomas - DR


Come aveva fatto dopo la sua nomina da Helmut Lang, il designer ha pubblicato una sua foto su Instagram e Facebook per annunciare il proprio addio al marchio. Questa volta, si tratta di un autoritratto all'aeroporto di Orly, dietro un carrello carico di borse e valigie, con la didascalia “2 years ago I moved to New York and now I'm back to Paris” (“Due anni fa mi sono trasferito a New York e oggi sono tornato a Parigi”). 
 
Alcune fonti del settore hanno confermato a FashionNetwork che lo stilista sarebbe approdato da Lacoste. Fatto confermato il 18 ottobre dal gruppo francese, che ha precisato il ruolo in azienda del designer e ha indicato che Howard avrebbe debuttato il 21 ottobre unendosi al team di Louise Trotter, che un anno fa ha cominciato a lavorare dalla sede parigina del Coccodrillo. I due creativi si conoscono per aver condiviso parte della loro carriera presso il brand Joseph, a Londra.

Contattato il giorno prima da FashionNetwork.com, Mark Howard Thomas aveva invece semplicemente confermato di aver lasciato Helmut Lang per occupare una nuova posizione a Parigi, non volendo però fornire maggiori dettagli.

Lacoste cercherà dunque di sfruttare a suo vantaggio la complementarietà fra Howard e Trotter. La visione di Mark Howard Thomas sulle collaborazioni potrebbe portare una ventata di novità a questo aspetto dell'attività così importante per il marchio da oltre 2 miliardi di euro di giro d'affari.

Durante i due anni trascorsi nello studio di Helmut Lang a Manhattan, lo stilista ha posto nuovamente l’accento sui codici stilistici del fondatore della casa di moda, iniettandovi una dose di autenticità necessaria al marchio. Che si sia trattato di rivisitare la redingote viennese molto "XIX secolo" cara a Helmut Lang, di riaggiornare ai gusti odierni il tradizionale fustagno di Helmut, o di riutilizzare i caratteri tipografici originali dell'etichetta newyorchese.
 
La sua partenza solleva domande sulla strategia di Helmut Lang, che sembrava sostanzialmente riguadagnare slancio sotto la direzione di Mark Howard Thomas, dopo una serie di alti e bassi, fra nomine di giornalisti assunti temporaneamente a capo dell'etichetta e capsule collection con lo stilista Shayne Oliver, fondatore di Hood By Air.
 
Da Helmut Lang, Mark Howard Thomas ha lavorato al fianco di Thomas Cawson, il designer della linea di jeans del marchio. La sfilata della maison dello scorso settembre aveva mixato le creazioni dei due designer.

Helmut Lang - Primavera-Estate 2020 - Womenswear - New York - © PixelFormula


FashionNetwork.com ha contattato anche Helmut Lang, senza però ottenere maggiori informazioni sui progetti futuri della griffe.
 
Mark Howard Thomas ha 43 anni; è approdato in Helmut Lang dopo aver lavorato diverse stagioni per Joseph, marchio londinese per il quale ha creato delle collezioni molto apprezzate. Da Helmut Lang, riferiva direttament al CEO del marchio, l’investitore newyorchese Andrew Rosen, che ha supervisionato l’acquisizione di Helmut Lang quasi dieci anni fa. La prima collezione di Mark Howard Thomas per Helmut Lang era stata presentata per l’Autunno 2018, nel corso della Fashion Week maschile di New York.
 
Dopo un master alla Central Saint Martins, lo stilista inizia la carriera a Milano da Neil Barrett, prima di sbarcare da Givenchy epoca Riccardo Tisci a Parigi, e di diventare direttore creativo del prêt-à-porter maschile di Joseph a Londra.
 
Helmut Lang fonda la propria azienda nel 1977 a Vienna. Nel 1986 sfila a Parigi e raccoglie un istantaneo successo di critica, grazie ai tailleur impeccabili e all’uso all'avanguardia di materiali ad alta tecnologia. Alla fine degli anni ’90 si stabilisce a New York e rivoluziona il calendario internazionale della moda organizzando le proprie sfilate prima delle stagioni europee, costringendo i colleghi americani a seguire il suo esempio. Un calendario che è ancora d’attualità.
 
Helmut Lang vende la sua azienda al gruppo Prada nel 1999. Dopo aver litigato con il boss del clan italiano Patrizio Bertelli, lascia la propria azienda nel 2004. Due anni più tardi, Link Theory Holdings compra la società e nomina Michael e Nicole Colovos condirettori creativi, incarichi che ricoprono per otto anni. Helmut Lang non è più coinvolto nel marchio che porta il suo nome; abita a Long Island e fa l’artista.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.