×
1 080
Fashion Jobs
MASSIMO BONINI SHOWROOM
Impiegato/a Back Office Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
IRIDE GROUP SRL
Impiegato/a Commerciale
Tempo Indeterminato · OTTAVIANO
FOURCORNERS
Brand Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Global Events Project Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
BOT INTERNATIONAL
Apparel, Footwear And Bags Buyer
Tempo Indeterminato · LUGANO
CAPRI SRL
Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · NOLA
OTTICA GIULIANELLI
Ecommerce Manager
Tempo Indeterminato · FERRARA
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Global Client Data Visualization Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
ANONIMA
Area Manager Estero - Settore Accessori
Tempo Indeterminato · NAPOLI
FOURCORNERS
Online Brand Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Logistics Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
THE THIN LINE LANZAROTE
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · TÍAS
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Manager- Azienda Moda
Tempo Indeterminato · MILANO
VERSACE
Wholesale Area Manager Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Responsabile Sviluppo Collezioni Calzature
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
CRM Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci ww Business Performance Management Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Head of Marketing (Rif. Mkt)
Tempo Indeterminato · MILANO
FORPEN
Buyer Abbigliamento
Tempo Indeterminato · SAONARA
UNIGROSS SRL
Jobdesk Buyer Import
Tempo Indeterminato · CITTÀ SANT'ANGELO
CONFIDENZIALE
Talent Acquisition & Employer Branding Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Product Manager
Tempo Indeterminato · MILAN
Di
Ansa
Pubblicato il
8 lug 2019
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Marini confermato alla guida della Fondazione Museo del Tessuto

Di
Ansa
Pubblicato il
8 lug 2019

Francesco Nicola Marini è stato confermato alla presidenza della Fondazione Museo del Tessuto per il quadriennio 2019-2022. Al suo fianco, come vicepresidente, Giuseppe Moretti, presidente degli ex allievi del Buzzi, elettro dai soci fondatori Benemeriti della Fondazione tra la rosa di nomi suggerita proprio dal consiglio direttivo dell'Associazione stessa.


Molte le novità introdotte con la nuova riforma statutaria che è entrata in vigore nei primi mesi del 2019. Il nuovo mandato degli organi avrà la durata di quattro esercizi finanziari e non più tre anni. Ma tra le riforme più importanti si ricorda la semplificazione della composizione del consiglio di indirizzo, che diviene adesso espressione diretta dei soli soci fondatori (Camera di commercio, Comune e Provincia di Prato) - passando dai 6 componenti più un invitato agli attuali 3 componenti più 2 invitati (presidente e vicepresidente) - con un ulteriore rafforzamento delle sue funzioni di puro indirizzo.

Altra novità è il conferimento dello status di partecipante sostenitore ai tre enti che contribuiscono da anni in modo molto rilevante e continuativo al supporto delle attività ordinarie e straordinarie della Fondazione, ovvero Estra SpA, Fondazione Cassa di Risparmio di Prato e Saperi S.r.l. A loro si aprono anche le porte del Comitato di gestione che passa così da 6 membri a 9. Ecco quindi tutte le rappresentanze per il mandato amministrativo 2019-2022: presidente Francesco Nicola Marini; vicepresidente Giuseppe Moretti. Nel consiglio di indirizzo il rappresentante della Camera di commercio Alessandro Giacomelli; rappresentante del Comune Matteo Biffoni; rappresentante della Provincia Paolo Nardi.

Nel comitato di gestione sono stati nominati il rappresentante della Camera di commercio Silvia Borri; rappresentante del Comune Silvano Agostinelli; rappresentante del Comune Federico Cecchi; rappresentante della Provincia Francesca Faggi; rappresentante dei partecipanti sostenitori Saura Saccenti per Estra spa; rappresentante dei partecipanti sostenitori Sauro Venturini Degli Esposti per Fondazione Cassa di Risparmio di Prato; rappresentante dei partecipanti sostenitori Giovanni Gramigni per Saperi S.r.l.

"Ringrazio il sindaco Matteo Biffoni”, ha commentato il presidente Marini, “per avermi confermato alla presidenza della Fondazione per il prossimo mandato amministrativo e per il supporto che il Comune di Prato continua dare al Museo del Tessuto. Sono contento di poter continuare a contribuire alla crescita di questa istituzione che ritengo essere la più identitaria della città. Ringrazio anche Estra, Fondazione Cassa e Saperi, il cui riconoscimento in qualità di partecipante sostenitore ci ha permesso di consolidare la governance della Fondazione".

Il bilancio d'esercizio 2018 della Fondazione chiude in pareggio con molte novità importanti rispetto all'annualità precedente. Innanzitutto si ricorda che la Camera di commercio dal 2017 e la Provincia dal 2014, a causa delle riforme effettuate dal governo negli anni scorsi, non sono in grado di garantire alla Fondazione alcuna contribuzione. Per far fronte alla contrazione dei contributi degli altri soci fondatori, il Comune di Prato ha quindi erogato per l'anno 2018 oltre al contributo ordinario di 169.500 euro un contributo aggiuntivo di 130.000 euro.

Gli indicatori di autonomia finanziaria ed economica rilevano che i ricavi propri (intendendo per ricavi propri tutte le entrate commerciali, le sponsorizzazioni, le liberalità, il fundraising e tutte le altre entrate derivanti dalla partecipazione a progetti e bandi nella dimensione locale, regionale, nazionale ed europea) rappresentano il 70% rispetto ai ricavi totali (in ulteriore crescita rispetto allo scorso anno), mentre quelli relativi agli enti pubblici (ministero, Regione, Comune) solo il 30%.

Si ricorda che il Museo nell'anno 2018 ha gestito tre progetti europei su tre programmi differenti e che proprio nello stesso anno è stato incluso nell'importante tabella regionale delle istituzioni culturali di rilievo regionale garantendo un contributo a sostegno delle attività del Museo pari a circa 29.000 euro per i prossimi 5 anni. Si sottolinea, quindi, anche per l'anno 2018 la capacità della Fondazione di generare risorse straordinarie attraverso la progettualità e lo sviluppo di iniziative diverse che hanno permesso di ampliare in modo significativo le potenzialità operative del Museo rispetto alle dotazioni ordinarie di bilancio. Basti pensare che le risorse straordinarie provenienti sia da enti pubblici che da enti privati reperite nell'ultimo anno, hanno equiparato il contributo proveniente dai soci fondatori (Comune di Prato).

Si conferma, inoltre, il trend di crescita delle entrate commerciali e in modo particolare di quelle derivanti dai servizi di biglietteria e bookshop (costituite dalla vendita di biglietti, libri, gadgets, audioguide e dalle entrate derivanti dai servizi educativi come laboratori e visite guidate) che nel 2018 sono state pari a circa 245.000 euro, registrando un aumento del 35% rispetto al 2017.

Copyright © 2021 ANSA. All rights reserved.