×
1 456
Fashion Jobs
keyboard_arrow_left
keyboard_arrow_right

Manolo Blahnik aprirà un negozio al Palais-Royal di Parigi

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
today 8 feb 2019
Tempo di lettura
access_time 3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Manolo Blahnik aprirà una boutique al Palais-Royal il prossimo autunno. “Il Palais-Royal è l'unico posto di Parigi dove volevo essere. Mi sono subito sentito il benvenuto”, spiega il leggendario designer spagnolo di calzature.

Uno scorcio del Palais-Royal di Parigi


La sua scoperta della famosa piazza del primo arrondissement parigino risale a quasi 60 anni fa, quando aveva percorso - in Citroën 2 CV - il tragitto tra Ginevra e Parigi con gli amici, per vedere il film Dommage qu'elle soit une putain (Peccato che sia una sgualdrina), con Alain Delon e Romy Schneider. “Non ricordo esattamente quando, ma è l'anno dell'uscita del film”, sorride Manolo Blahnik, 76 anni, bevendo il suo caffè all'Hotel Ritz. Nel 1961, quindi.
 
Il nuovo punto vendita aprirà il prossimo settembre in rue Montpensier 12, in un edificio costruito nel 1782, sul versante occidentale dell’elegante giardino colonnato del Palais-Royal, a pochi passi da Didier Ludot, il più famoso negozio vintage della capitale francese.

“Avremo un punto vendita permanente all'interno del Palais-Royal, questo è divino”, si rallegra Manolo, come è conosciuto quasi ovunque.
 
A pochi passi dal Louvre, l’elegante piazza e il giardino del Palais-Royal ospitano già negozi di marchi rinomati come Stella McCartney, Rick Owens, Pierre Hardy, Joyce Gallery e Serge Lutens. Il quartiere è una meta d'elezione per gli amanti delle scarpe di lusso. A 200 metri di distanza si trova il primo negozio di Christian Louboutin e anche il calzaturiere italiano Francesco Rosi ha inaugurato una boutique nella zona est del Palais-Royal.
 
“Non mi piace avenue Montaigne, troppo cara. Mi piacciono i posti un po' strani, come a Londra”, spiega Manolo Blahnik, azzimato e pimpante ultrasettantenne con indosso un abito doppio petto azzurro di Anderson & Sheppard. 
 
Manolo gestisce un flagship su Old Church Street, nel quartiere di Chelsea a Londra, e dei negozi nella galleria Burlington Arcade, e a Ginevra, dove ha studiato legge. Il layout del suo nuovo spazio al Palais-Royal sarà probabilmente una miscela di arredi inglesi, eccentricità e chic discreto, come tutti i suoi altri negozi.
 
Manolo Blahnik è famoso per lo stile opulento e la capacità di mischiare i tessuti a contrasto, i pizzi, le fibbie, i metalli, i broccati e le passamanerie spagnole, riferimento alle sue native Isole Canarie. Il designer è ancora proprietario del proprio marchio e distribuisce le sue collezioni in oltre 300 negozi, ripartiti in 35 nazioni.
 
Mentre il suo studio di creazione si trova a Milano (tutte le sue calzature sono prodotte in Italia), Manolo risiede a Bath, nel Regno Unito, in una casa in stile georgiano acquistata nel 1981, che contiene 10.000 paia di scarpe.
 
Rinomato per il suo intuito nello scovare nuovi talenti, il creatore di calzature ha collaborato con tutti, da John Galliano a Grace Wales Bonner, la migliore stilista di moda maschile contemporanea di Londra.
 
“Lei ha una visione meravigliosa per essere una persona così giovane. Io sono un vecchio ragazzo. Quasi preistorico. Ma lasciami finire la mia storia... Abbiamo guidato tutto il giorno per vedere quel film, prima di andare a visitare il Palais-Royal. Quando siamo andati a vedere il cantiere questa mattina, tutto era barricato”.
“Sono davvero preoccupato per la Brexit. Perché non abbiamo la più pallida idea di cosa succederà esattamente”, sospira Manolo Blahnik, nato da padre ceco e madre spagnola.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.