×
1 173
Fashion Jobs
LUXURY GOODS ITALIA S.P.A
Gucci Stock Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Controller Società Estere
Tempo Indeterminato · MODENA
AZIENDA RETAIL
Area Manager Piemonte & Liguria
Tempo Indeterminato · TORINO
MICHAEL PAGE ITALIA
Wholesale Director Italia - Abbigliamento Femminile
Tempo Indeterminato ·
NEW GUARDS GROUP HOLDING SPA
Senior Production Developer
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Treasury Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIEL
Ecommerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Human Resources Manager - Corporate & Business Functions
Tempo Indeterminato · MILANO
JIMMY CHOO
Costing Manager
Tempo Indeterminato · CHIESINA UZZANESE
CONFEZIONI GIOIELLI SPA
Buyer
Tempo Indeterminato · PRATO
BIJOU BRIGITTE S.R.L.
Direttore di Zona (m/f)
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Senior Controller
Tempo Indeterminato · MILANO
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga - Rtw Purchasing & Procurement Coordinator
Tempo Indeterminato · NOVARA
PATRIZIA PEPE
Back-Office Wholesale Specialist
Tempo Indeterminato · FIRENZE
SAY WOW SRL
Junior Operation Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta ww Merchandise & Retail Planning Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Marketing&Communications Manager
Tempo Indeterminato · MILAN
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Product Compliance Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
MILAAYA EMBROIDERIES
Business Development/Sampling & Production Coordinator
Tempo Indeterminato · MILAN
BENEPIU' SRL
Responsabile Tecnico
Tempo Indeterminato · CARPI
UMANA SPA
HR Administration Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Operations And Digital Supply Senior Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
26 lug 2021
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

LVMH spinto da Dior e Louis Vuitton nel primo semestre

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
26 lug 2021

Il forte incremento delle vendite di Louis Vuitton e Dior ha aumentato il fatturato del colosso del lusso francese LVMH nel secondo trimestre, nel contesto dell'allentamento globale delle restrizioni legate alla pandemia di coronavirus.

Christian Dior Couture


Le vendite del gruppo in dati organici, cioè a cambi e perimetro costanti, sono balzate di un +84% tra aprile e giugno, a 14,7 miliardi di euro, anche meglio del consensus citato da UBS che stimava un incremento del 69%, ma in linea con le previsioni di HSBC. Il margine lordo è invece aumentato del 72% rispetto al 2020 e del 18% rispetto al 2019, a 19,55 miliardi di euro.
 
Le vendite nel primo semestre dell'anno sono salite dell'11% rispetto ai livelli pre-pandemia del 2019. Per settore, l'attività di moda e pelletteria cresce addirittura del 38%, mentre il settore degli orologi e della gioielleria si rafforza del 5%.

Il business dei profumi e cosmetici ha invece registrato una contrazione del 3% rispetto al primo semestre 2019. Per quanto riguarda la distribuzione selettiva (Sephora, DFS, Le Bon Marché), il calo è non a caso più marcato, con un -25%.
 
Nel semestre, l'Asia (escluso il Giappone) ha rappresentato il 38% delle vendite, davanti agli Stati Uniti con il 25%, alla Francia (5%) e al resto d'Europa (14%).
 
Nel secondo trimestre, la divisione moda e pelletteria del gruppo transalpino, che rappresenta quasi la metà del fatturato totale, ha visto i propri ricavi più che raddoppiare rispetto al secondo trimestre del 2020. Quest'ultimo era stato il più colpito dalla crisi del coronavirus.
 
Il gruppo, che non descrive in dettaglio le prestazioni di ciascuno dei suoi marchi, ha indicato che Louis Vuitton, Dior, Fendi, Loewe e Celine “stanno guadagnando quote di mercato ovunque”. E “raggiungono livelli record di vendite e redditività”.

Parfums Christian Dior


Il settore del lusso si è rapidamente ripreso quest'anno dallo shock causato dalla crisi sanitaria e LVMH, il numero uno mondiale del comparto, proprietario di oltre 70 marchi - dallo champagne Moët & Chandon ai cosmetici Guerlain - ha beneficiato di questa ripresa più dei suoi concorrenti, guadagnando quote di mercato.
 
Le vendite del gruppo sono state trainate in particolare dalla forte crescita in Cina e negli Stati Uniti.
 
Il gruppo ha annunciato che il suo utile operativo è più che quadruplicato nel primo semestre rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, battendo il consensus degli analisti interpellati da Refinitiv.
 
Il titolo azionario di LVMH ha guadagnato oltre il 70% da giugno 2020, rendendo il gruppo la prima azienda europea in termini di capitalizzazione di mercato e consentendo al suo CEO, Bernard Arnault, di superare brevemente il fondatore di Amazon, Jeff Bezos, come uomo più ricco del pianeta.

Con Reuters

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.