×
1 612
Fashion Jobs
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Commerciale - Settore Accessori
Tempo Indeterminato · PADOVA
BOTTEGA VENETA S.R.L.
Emeabottega Veneta - Men's Categories Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Controller
Tempo Indeterminato · TREVISO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Senior Controller & Accountant
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Export Area Manager- Russian Speaker- Premium Brand
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Manager Europe Armani Exchange
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Online Store Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
IRIDE GROUP SRL
Impiegato/a Commerciale
Tempo Indeterminato · OTTAVIANO
RETAIL SEARCH SRL
Creative Art Director
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIAL
Paid Social And Digital Advertising
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
District Manager Nord Est Italia
Tempo Indeterminato · VERONA
LOGO FIRENZE SRL
Addetto Acquisti Tessuti/Accessori/Lavorazioni Rtw
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
ANONIMA
Espansionista Rete Franchising
Tempo Indeterminato · VARESE
CONFIDENZIALE
Impiegata/o Commerciale Con Esperienza Nel Settore Calzaturiero
Tempo Indeterminato · VIGONZA
LA RINASCENTE SPA
CRM Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Qualitative & Quantitative Research Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Export Sales Manager - Jewellery
Tempo Indeterminato · MILANO
ANONIMA
Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
Head of Supply Chain - Demand Planning Emea
Tempo Indeterminato · FIRENZE
JIMMY CHOO
Stock Controller Incluse Categorie Protette l. 68/99
Tempo Indeterminato · SERRAVALLE SCRIVIA
LUCA FALONI SRL
Full Time - Responsabile Magazzino e Coordinatore Ordini Online
Tempo Indeterminato · BERGAMO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Marketing And Communication Manager - English And French
Tempo Indeterminato ·
Pubblicità
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
25 nov 2020
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

LVMH si issa in testa alle capitalizzazioni della Borsa di Parigi

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
25 nov 2020

LVMH lunedì ha battuto un record storico raggiungendo la maggiore capitalizzazione del mercato borsistico parigino. Dopo un su è giù fatto di diversi rimbalzi, che ha visto il suo titolo salire di quasi il 20% dall'inizio dell'anno, il numero 1 mondiale del lusso ha oltrepassato i 250 miliardi di euro di capitalizzazione, con il prezzo delle sue azioni che ora è pari a 498,8 euro.

LVMH polverizza il tetto della maggiore capitalizzazione della storia alla Borsa di Parigi - twitter.com/LouisVuitton


Nessuna società quotata a Parigi aveva mai raggiunto questa soglia simbolica. E ciò accade persino dopo l’impatto determinato dalla pandemia sui risultati del gruppo. Titolare di un portafoglio di settantacinque prestigiosi marchi nella moda (Louis Vuitton, Dior, Givenchy, Fendi, Guerlain, ecc.) così come nel campo dei vini e degli alcolici, il gruppo francese ha registrato una diminuzione di fatturato del 21% nei primi nove mesi dell'anno (a dati organici e pubblicati), a 30,348 miliardi di euro.
 
L’azienda guidata da Bernard Arnault ha sicuramente beneficiato di un contesto di Borsa positivo, trainato dagli annunci sullo stato di avanzamento della ricerca scientifica sui vaccini anti-Covid-19 e dal risultato delle elezioni negli Stati Uniti. Ma non solo. Sicuramente ha giocato a favore anche l'accordo annunciato a fine ottobre con Tiffany & Co., dopo che il fidanzamento si era interrotto a settembre, a conferma di un'acquisizione considerata la più grande nella storia del lusso.

Soprattutto, le sue dimensioni e la resilienza di fronte alla crisi del Covid-19 hanno consentito a LVMH di continuare a realizzare delle belle performance sul mercato, proprio come per gli altri grandi nomi del lusso francese. Infatti, Hermès ha visto il prezzo delle sue azioni salire di oltre il 25% in un anno, Kering di oltre l'11%. Come è stato sottolineato questo martedì mattina durante il summit sul lusso Milano Fashion Global Summit 2020 (MFGS), organizzato da Class Editori, “in Francia, tutti i gruppi del lusso sono in crescita in Borsa dall'inizio dell'anno, mentre in Italia sono tutti in calo, ad eccezione di pochi nomi, come Moncler, Brunello Cucinelli e Prada”.
 
“La dimensione dell'azienda è un elemento fondamentale per il suo sviluppo e la sua capacità di reagire alle crisi, come dimostra il gap che si è ampliato, fino a raddoppiare in sei anni, tra i ricavi cumulati dei primi tre gruppi francesi di moda-lusso e quelli dei primi 15 gruppi italiani. Tra il 2014 e il 2019, il fatturato totale dei tre leader francesi è salito dell’80% passando da 25 a 45 miliardi di euro, quello delle prime quindici aziende di moda italiane quotate in borsa è cresciuto solo dell'11%, passando da 16 a 18 miliardi nel medesimo periodo”, ha ricordato Maurizio Tamagnini, il CEO di Fondo Strategico Italiano.
 
“L'importanza delle loro dimensioni ha anche consentito ai maggiori player del lusso di continuare a generare liquidità durante la crisi, mentre le aziende più piccole hanno bruciato il loro cashflow, e hanno subito il doppio della pressione causata dal calo delle loro vendite”, ha inoltre osservato Tamagnini.

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.