×
1 850
Fashion Jobs
SIDLER SA
HR Business Partner / Mendrisio
Tempo Indeterminato · MENDRISIO
SELECTA
Responsabile Tecnico di Produzione in Outsourcing
Tempo Indeterminato · FIRENZE
MOTIVI
District Manager
Tempo Indeterminato · FIRENZE
NEW GUARDS GROUP HOLDING SPA
Digital Catalogue Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
ADECCO ITALIA SPA
​Retail IT Specialist - Omnichannel
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
CANALI
Senior Analyst Developer
Tempo Indeterminato · SOVICO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Controller Estero - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MODENA
WEAREGOLD
ww Sales Force Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
HR Manager - Palermo
Tempo Indeterminato · PALERMO
ADECCO ITALIA SPA
E-Commerce Specialist
Tempo Indeterminato · TREZZANO SUL NAVIGLIO
CAMICISSIMA
Junior Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Wholesale Area Manager Area DACH
Tempo Indeterminato · MILANO
BIJOU BRIGITTE S.R.L.
Direttore di Zona (m/f)
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
EUROPRINT SRL
Export Manager
Tempo Indeterminato · OTTAVIANO
SKECHERS RETAIL SWITZERLAND
Retail Area Manager
Tempo Indeterminato · LUGANO
STELLA MCCARTNEY
Rtw Production Planner & Controller
Tempo Indeterminato ·
STELLA MCCARTNEY
Supply Chain Planning Analyst
Tempo Indeterminato · NOVARA
BOGLIOLI S.P.A.
Junior IT Application Manager\Junior IT Data Analyst
Tempo Indeterminato · GAMBARA
RANDSTAD ITALIA
Strategic Policy Manager Categoria Protetta ai Sensi Della lg. 68/99
Tempo Indeterminato · MILANO
WYCON S.P.A
Area Manager Piemonte & Liguria
Tempo Indeterminato · TORINO
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Rtw Purchasing Specialist
Tempo Indeterminato · NOVARA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Manager- Azienda Luxury
Tempo Indeterminato · MILANO
Di
AFP
Versione italiana di
Laura Galbiati
Pubblicato il
26 lug 2022
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

LVMH: l’utile netto cresce del 23% a 6,5 miliardi di euro nel primo semestre

Di
AFP
Versione italiana di
Laura Galbiati
Pubblicato il
26 lug 2022

LVMH, numero uno mondiale nel lusso, ha annunciato di aver realizzato un utile netto di 6,5 miliardi di euro nel primo semestre, segnando una crescita del 23% rispetto allo stesso periodo del 2021, la cui performance era già stata definita da "record".


Dior Fall-Winter2022 - Menswear - Parigi - © PixelFormula


Tra gennaio e giugno le vendite del gruppo di Bernard Arnault sono state di 36,7 miliardi di euro, in crescita del 28%, trainate dalla divisione di punta Moda e Pelletteria (Louis Vuitton, Dior, Celine, ecc.) che da sola totalizza 18 miliardi di euro di fatturato (+31%), ha affermato LVMH in un comunicato stampa.
 
"LVMH ha realizzato un ottimo inizio d'anno, a cui hanno contribuito tutte le nostre attività", ha dichiarato il CEO Bernard Arnault, citato nel comunicato stampa diramato, "Approcciamo la seconda metà dell'anno con fiducia, anche se nell'attuale situazione geopolitica e contesto sanitario, resteremo vigili”.

Il fatturato del gruppo è stato superiore al consensus stabilito da Bloomberg e Factset, che prevedevano rispettivamente 35,4 miliardi di euro e 36 miliardi di euro.
 
Il risultato operativo corrente del primo semestre è stato di 10,2 miliardi di euro, in crescita del 34% rispetto allo stesso periodo del 2021. Il margine operativo corrente è stato del 27,9%, in aumento di 1,3 punti rispetto al 2021.
 
Come già evidenziato, il gruppo è trainato dalla sua divisione di punta "Moda e Pelletteria", anche se non dettaglia la performance finanziaria dei vari marchi. LVMH assicura però che "Louis Vuitton, Christian Dior, Fendi, Celine, Loro Piana e Loewe stanno guadagnando quote di mercato ovunque e raggiungendo livelli record di redditività".
 
Le vendite della divisione “Vini e Liquori” (Ruinart, Moët et Chandon, Hennessy, ecc.) sono aumentate del 23% a 3,3 miliardi di euro, e quelle del settore profumi e cosmetici (Guerlain, Givenchy, Kenzo, ecc.) del 20% a 3,6 miliardi di euro.
 
Orologeria e gioielleria hanno sfiorato i 5 miliardi di fatturato (+22%), grazie soprattutto a “una dinamica creativa” di “Tiffany, Bulgari e TAG Heuer”.
 
La divisione Distribuzione Selettiva ha realizzato un fatturato di 6,6 miliardi di euro (+30%) grazie a "un forte rimbalzo" di Sephora, che a luglio ha annunciato la decisione di vendere tutti i suoi 88 negozi in Russia al suo direttore generale locale, senza rivelare l'importo della transazione.

Copyright © 2022 AFP. Tutti i diritti riservati.