×
1 461
Fashion Jobs
keyboard_arrow_left
keyboard_arrow_right

LVMH e Stella McCartney siglano un accordo di partnership

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
today 15 lug 2019
Tempo di lettura
access_time 3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Un anno e mezzo dopo aver lasciato l’orbita del gruppo Kering, il marchio Stella McCartney si avvicina all’altro colosso francese LVMH. Il numero uno mondiale del lusso (Dior, Louis Vuitton...) ha annunciato il 15 luglio di aver trovato un accordo “volto ad accelerare lo sviluppo della Maison Stella McCartney”.

Stella McCartney va a collaborare con il gruppo LVMH. Eccola al termine del défilé Primavera-Estate 2020 - Menswear - Milano - © PixelFormula


I dettagli dell'accordo saranno comunicati a settembre, ma la fondatrice del brand, alfiera della moda eco-responsabile e sostenibile sin dai suoi inizi, manterrà una quota di maggioranza (e anche i ruoli di direttrice e ambasciatrice) del suo marchio, il cui fatturato è stimato fra i 150 e i 200 milioni di euro. “Forgiare questa partnership con Bernard Arnault, la sua famiglia e il gruppo LVMH costituisce una nuova tappa fondamentale per me, la mia famiglia, ma anche ognuno dei collaboratori della Maison Stella McCartney”, ha precisato la stilista. “Il marchio ha fatto molta strada dal suo lancio; questa nuova collaborazione con LVMH è un enorme riconoscimento di questo lavoro”.
 
In parallelo, Stella McCartney sarà consigliere speciale di Bernard Arnault e dei membri del comitato esecutivo del gruppo LVMH sulle questioni dello sviluppo sostenibile. “Sono estremamente contento di questa partnership con Stella. È l'inizio di una bella storia insieme; siamo convinti del grande potenziale a lungo termine della sua casa di moda. Un fattore è stato decisivo per me: Stella è stata una pioniera nell'affrontare le questioni ambientali ed etiche ed è sempre stata attenta a sviluppare la sua azienda intorno a questi valori. Ciò rafforzerà l'impegno del Gruppo LVMH per lo sviluppo sostenibile. Più di 25 anni fa, LVMH è stata la prima grande azienda a creare una divisione rivolta all’ambiente. Stella ci aiuterà ad accelerare ulteriormente la consapevolezza intorno a questi grandi temi”.

Poco più di un anno dopo che Kering e Stella McCartney hanno concluso la loro joint venture, che venne istituita nel 2001, Stella McCartney affianca dunque l’altro gigante francese del settore. Bernard Arnault trova nella figlia dell’ex Beatles, Paul McCartney, una figura di spicco per mettere in evidenza le iniziative responsabili e ambientali del suo gruppo.
 
In effetti, Stella McCartney è da sempre in prima linea per far cambiare i processi, i modelli e le abitudini di approvvigionamento e di confezionamento dei capi nel settore. L'intero suo approccio è basato sull’ecoresponsabilità, che sia nella progettazione e produzione delle sue collezioni, come nella realizzazione dei suoi negozi. Padroneggia l'arte della comunicazione e ha concepito con il brand Adidas, per il quale firma sempre una linea, un modello di “Stan Smith” in versione vegena nel 2018.
 
Inoltre, il CEO di LVMH mostra la sua soddisfazione per essere riuscito ad attirare la stilista 47enne, che recentemente ha visto il presidente del suo marchio, Frederik Lukoff, andare a lavorare per Scotch & Soda. “Da quando ho annunciato la decisione di riprendere il controllo del marchio Stella McCartney nel marzo 2018, abbiamo avuto numerose manifestazioni d’interesse, provenienti da varie parti che hanno espresso il desiderio di investire nella Maison”, spiega in un comunicato. “Approcci interessanti, ma nessuno di essi è stato all’altezza dell’accordo che ho [stipulato] con Bernard Arnault e suo figlio Antoine. Sono rimasta davvero colpita dall'entusiasmo e dall'impegno che hanno dimostrato per il marchio Stella McCartney. Si sono riconosciuti nel nostro spirito pionieristico e nella mia lotta per la moda sostenibile”.
 
Il gruppo LVMH ha infatti rafforzato la sua comunicazione in questo campo da diverse stagioni. L’arrivo di Stella McCartney dovrebbe permettergli di avere una voce trascinante in più. Il numero uno mondiale dell’universo del lusso continua così ad espandere il proprio portafoglio di marchi. Dopo aver annunciato l’anno scorso il rilancio di Patou (la cui prima sfilata è attesa per settembre), quest’anno ha acquisito una quota di maggioranza del capitale del gioielliere Repossi. Ma soprattutto ha fatto debuttare il marchio Fenty con Rihanna in primavera.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.