Luxottica acquisisce Barberini per 140 milioni di euro

Continua lo shopping di Luxottica, che questa volta ha messo nel suo mirino una storica azienda dell’eyewear Made in Italy: ad un passo dalla fusione con il gigante francese Essilor, e dopo aver rilevato il 67% della manifattura giapponese Fukui Megane, il gruppo veneto leader mondiale nel segmento dell'occhialeria ha annunciato di aver acquisito l’italiana Barberini per un valore complessivo di 140 milioni di euro. La transazione dovrebbe chiudersi entro il terzo trimestre dell’anno.

Facebook/Luxottica
 
Barberini è uno dei più importanti produttori al mondo di lenti da sole in vetro ottico, componente essenziale per molte collezioni eyewear di lusso, ed è fautore del successo, per esempio, dei modelli iconici di Ray-Ban e Persol. Con questa operazione, il gruppo di Leonardo del Vecchio si rafforza nel segmento delle lenti da sole e da vista in vetro.
 
La Barberini nasce oltre 50 anni fa, nel 1963, dall’intuizione dell’omonimo fondatore, Pietro Barberini. L’azienda controlla l’intera filiera produttiva, dalla materia prima alla lente finita, grazie ad un polo industriale in Abruzzo e uno stabilimento in Germania per la fusione del vetro; il suo fatturato annuo si aggira intorno agli 85 milioni di euro.
 
“Barberini ci permette di rafforzare la leadership tecnologica nel campo delle lenti da sole e da vista e ci apre grandi opportunità di sviluppo per il futuro”, ha commentato Leonardo Del Vecchio, presidente esecutivo di Luxottica. 
 
Luxottica vanta una presenza wholesale globale in più di 150 Paesi e gestisce un'estesa reta retail di circa 9.000 negozi. Nell’anno fiscale 2017, il gruppo ha registrato un fatturato di oltre 9 miliardi di euro. 

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

OcchialiBusiness
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER