×
1 384
Fashion Jobs
MIROGLIO FASHION SRL
Senior E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Digital Campaign Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Area Manager Italy
Tempo Indeterminato · MILAN
LA DOUBLEJ
Junior Sales Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
District Manager
Tempo Indeterminato · ROMA
CONFIDENZIALE
Product Development Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Responsabile Taglio
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
WYCON S.P.A
Area Manager Wycon - Centro Italia
Tempo Indeterminato · PESCARA
SIDLER SA
Jersey Product Manager / Luxury Brand / Ticino
Tempo Indeterminato · MENDRISIO
FOURCORNERS
HR Business Partner
Tempo Indeterminato · MILANO
EXPERIS S.R.L.
Account Manager Triveneto
Tempo Indeterminato · VICENZA
RETAIL SEARCH SRL
HR Admin & Payroll
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Area Manager Lombardia
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Senior Buyer - Fashion (Provincia Padova)
Tempo Indeterminato · PADOVA
OTB SPA
E-Commerce Accounting Specialist
Tempo Indeterminato · BREGANZE
MIA BAG
Impiegato/a Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
OTB SPA
Sap Successfactors Hcm Solutions Specialist
Tempo Indeterminato · BREGANZE
OTB SPA
Category Buyer
Tempo Indeterminato · BREGANZE
STELLA MCCARTNEY
Health, Safety & Environment Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
EXPERIS S.R.L.
Marketing & E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · BOLZANO
VALENTINO
Compliance & Sustainability Analyst
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
UMANA SPA
IT Manager
Tempo Indeterminato · VENEZIA

Lusso, EY: prosegue il trend di crescita, vincono brand che sanno reinventarsi 'cool'

Di
Adnkronos
Pubblicato il
today 6 nov 2019
Tempo di lettura
access_time 2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

L'entry-to-luxury, la fascia medio-alta del segmento lusso, continuerà a tallonare il lusso vero e proprio, che nei prossimi anni crescerà un po' meno del primo, secondo la nona edizione dello studio di EY, 'The luxury and cosmetics financial factbook'. Partendo dai fondamentali, nel 2018 il settore del lusso e cosmetica ha raggiunto a livello globale un giro d'affari di 451 miliardi di euro. La ricerca di EY prevede che continui a crescere a un tasso del 5% annuo fino al 2022, quando dovrebbe raggiungere circa 541 mld di giro d'affari. La fascia di prezzo intermedia, però, (entry-to-luxury, appunto), correrà di più, con un tasso di crescita annuo del 7,5%.

@gucci


Il settore del lusso crescerà in media del 3%, con performance molto eterogenee tra brand. Nella crescita moderata dei prossimi anni, spiega la ricerca, le prestazioni sono polarizzate e "i vincitori sono marchi storici che hanno capito come diventare 'cool' riordinando la loro immagine attraverso le leve della comunicazione contemporanea", online e per lo più su Instagram.

In sostanza, i marchi che stanno vincendo la sfida conoscono il proprio cliente e i valori che cerca nel brand, nobilitano la funzione del merchandising, la comunicazione dei propri elementi distintivi e l'esperienza retail in tutti i touchpoint fisici e digitali, con un'impronta digitale forte e un'identità innovativa più vicina alla nuova generazione di consumatori del lusso.

Il digitale, in realtà, che negli ultimi anni aveva minacciato di stravolgere significativamente i retail channel della moda e del lusso, incide per meno del 10% delle vendite di settore, e conta più che altro come "luogo virtuale" dove maturano le decisioni. Il 90% delle transazioni avviene nei punti vendita tradizionali, in grado di trasmettere efficacemente tutti gli elementi esperienziali e valoriali della marca e del prodotto. Questo continua a rappresentare il punto di contatto con il cliente dove poter ''cucire su misura'' l'esperienza del lusso, anche se deve essere in larga misura re-inventato.

Per quanto riguarda la cosmesi, per soddisfare i gusti in evoluzione e gli ideali di bellezza dei consumatori, sono necessari livelli di personalizzazione della gamma prodotti sempre più elevati. Questo è possibile attraverso l'utilizzo di nuove tecnologie, tra cui, ad esempio strumenti di rilevamento e riconoscimento della pelle. I risultati dello studio condotto da EY indicano che il 72,9% della generazione millennial preferisce prodotti organici, seppur inconsciamente.

Copyright © 2019 AdnKronos. All rights reserved.