×
1 197
Fashion Jobs
DOLCE & GABBANA
Sales Manager - Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Operations And Digital Supply Senior Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENCIAL
Cost Controller - Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
EDAS
Commerciale/Export
Tempo Indeterminato · ROMA
THE ATTICO SRL
HR Controller & Administration Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Ecommerce Business Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Senior Graphic Designer & Art Director - Jewelry Sector
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Rtw Donna Linea Giorgio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Export Manager - Design Luxury
Tempo Indeterminato · MONZA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Project Manager Produzione Rtw - Azienda Luxury
Tempo Indeterminato · NOVARA
MICHELE FRANZESE LUXURY SRL
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · CARINARO
RANDSTAD ITALIA
Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
UMANA SPA
Industrializzatore e Production Planner
Tempo Indeterminato · VALEGGIO SUL MINCIO
BITTO SRL
Tecnico di Confezione
Tempo Indeterminato · RHO
RANDSTAD ITALIA
Ispettore Controllo Qualità Abbigliamento Sportswear
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Area Manager Estero Emporio Armani Bodywear
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIEL
Ecommerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Ecommerce Visual Shooting Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
IT Support Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
District Manager
Tempo Indeterminato · TOSCANA/EMILIA ROMAGNA/LAZIO
NEGRI FIRMAN PR & COMMUNICATION
Event Director
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Retail Operation Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
Di
Ansa
Pubblicato il
15 nov 2022
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Lusso: 2022 da record, vola a 1.400 miliardi (+21%)

Di
Ansa
Pubblicato il
15 nov 2022

Sarà un 2022 record per il mercato del lusso globale che chiuderà l'anno con una crescita del 21% sfiorando quota 1.400 miliardi. I beni di lusso personali raggiungeranno il valore di 353 miliardi con un incremento del 22%. Lo scenario si prospetta positivo anche per il 2023, con una marginalità in crescita del 6% e fino all'8% per le aziende il cui target è composto esclusivamente da consumatori di fascia più alta (gli Ultra High-Net Worth Individuals).

Prada PE 2023 - @prada


Le previsioni del ventunesimo Osservatorio Altagamma, presentato a Milano alla presenza del Ministro delle Imprese e del Made In Italy, Adolfo Urso, confermano il trend di crescita di tutto il comparto a livello mondiale, nonostante le turbolenze economiche. Questi risultati si inquadrano all'interno di un percorso che si prevede di crescita anche nel lungo termine: nel 2030 il valore di mercato dei personal luxury goods dovrebbe salire a circa 540-580 miliardi (+60% o più rispetto al 2022).

"Nel 2022 alcune imprese hanno alzato i prezzi, tenendo sotto controllo l'aumento dei costi, generando margini più alti rispetto a quelli previsti per il prossimo anno", viene spiegato nello studio. "Nel 2023 la crescita sarà trainata principalmente dall'aumento dei prezzi e dal miglioramento dei mix di vendita. I volumi avranno una crescita più contenuta rispetto agli anni precedenti e la possibile difficoltà a tenere sotto controllo i costi limiterà la potenziale crescita dell'Ebitda".

Secondo lo studio, realizzato da Altagamma con il contributo di 21 tra i maggiori analisti internazionali specializzati, quest'anno tutte le categorie vedranno un aumento delle vendite, "non solo grazie ad un aumento dei prezzi, ma anche ad un aumento dei volumi". Si riconferma la leadership degli accessori: +8,5% per la pelletteria e +7% per le calzature. Abbigliamento (+6%) e cosmesi (+5,5%) confermano il tasso di crescita del 2022. La cosmesi in particolare è trainata dall'Asia, mentre l'abbigliamento vedrà una netta contrapposizione tra accessibile e luxury. L'hard luxury prosegue il suo trend positivo, in particolare nella gioielleria con un +8%: il gioiello rimane un bene rifugio e di investimento. Più bassa la crescita degli orologi che segnano un +5% e proseguono nel rafforzare il "fatto a mano" o la ricerca del pezzo unico.

A livello geografico, l'Europa si stima in crescita del 5%, grazie all'aumento dei viaggi internazionali (soprattutto dagli Usa, grazie al cambio euro-dollaro favorevole, ma anche dai Paesi Arabi) che compenseranno la più debole domanda interna. Anche per gli Stati Uniti, con lo sviluppo di nuovi territori e una domanda interna più forte che in Europa, si prevede una crescita del 5%. In crescita America Latina e Giappone (+6%), mentre, Cina e Asia sono più difficili da stimare. In particolare in Cina le politiche sul lockdown "potrebbero portare effetti imprevisti". Il mercato dovrebbe comunque beneficiare di un'apertura e, grazie all'effetto di rebound, i consumi potrebbero crescere del 9%. Per il Middle East si prevede un +7%, con aree come gli Emirati Arabi (ma anche la Turchia) che - non avendo imposto sanzioni - si stanno avvantaggiando dei consumi dei russi.

Copyright © 2022 ANSA. All rights reserved.