×
1 700
Fashion Jobs
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Impiegato/a Commerciale - Accessori e Minuterie- Settore Fashion
Tempo Indeterminato · PADOVA
NUOVA TESI
Responsbaile di Produzione Tessile -nt/1234
Tempo Indeterminato · MODENA
PFCMNA SPA
Area Manager - Ispettore Retail
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Responsabile Linea Montaggio Calzature
Tempo Indeterminato · VENEZIA
BETTY BLUE S.P.A.
Area Manager Direct Retail
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
PAGE PERSONNEL ITALIA
Area Manager Milano
Tempo Indeterminato ·
GIORGIO ARMANI
Retail Operation Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
ANONIMA
Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
WAYCAP SPA
Impiegato/a Commerciale
Tempo Indeterminato · MIRANO
ANONIMA
Visual Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · AREZZO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
HR Manager
Tempo Indeterminato · PALERMO
CONFIDENZIALE
Visual Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIAL
District Manager
Tempo Indeterminato · VERONA
LOGO FIRENZE SRL
Product Manager Rtw
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
NARA CAMICIE
CRM Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
247 SHOWROOM
Account Manager Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
WYCON S.P.A
Retail Area Manager Piemonte/Liguria/Lombardia
Tempo Indeterminato · TORINO
ANONIMA
ww Wholesale Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Global Digital Client Development Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
ORIENTA SPA
General Manager - Bolzano
Tempo Indeterminato · BOLZANO
ANTONIOLI S.R.L.
SEO & SEM Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Sustainability Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
Pubblicità
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
6 ott 2021
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Louis Vuitton: Richelieu’n’Roll, in mezzo a proteste per il clima

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
6 ott 2021

Nessuno può accusare Nicolas Ghesquière di Louis Vuitton di mancanza di fantasia. Mette più idee in un solo look di quanto non facciano alcuni designer in un'intera collezione.

Louis Vuitton - Primavera-Estate 2022 - Womenswear - Parigi - © PixelFormula


Anche se ovviamente ai manifestanti per il clima non gliene può fregare di meno. La sfilata è stata brevemente interrotta da un'attivista che esibiva lo striscione con scritto il messaggio “Overconsumption = Extinction” (“Sovraconsumo = Estinzione”), prima di essere condotta giù dalla passerella. Una tale falla nella sicurezza è sorprendente in una sfilata di LVMH.

Occhiali dorati giganti a forma di fiamme, un abito carico di paillette e dorature, che esplode sotto la cintura asimmetrica di crinolina, tagliato come le spalline militari, e poi stivaletti con la zeppa in pelle verniciata, allacciati davanti e borchiati sui lati. Aggiungete una borsa a tracolla Vuitton rosa: e siamo solo al secondo look.

Praticamente ogni uscita mostrava un collage di idee ed epoche in questa collezione Vuitton Primavera-Estate 2022, svelata al Louvre martedì sera, ultimo appuntamento della Paris Fashion Week. Una giacca di jeans si trasforma in una redingote del XIX secolo, un micro-top di paillette si dispiega in una crinolina di pizzo.

Se state cercando una giacca da rockstar a righe verticali larghe, fatta di glitter neri e argento, aspettatevi di vederla leggermente sbilanciata sul lato. Mentre un sublime blazer a 12 bottoni diventa una mini-mantella, portata sulle spalle in pizzo dorato e su una tonaca ricamata da religiosa.

Louis Vuitton - Primavera-Estate 2022 - Womenswear - Parigi - © PixelFormula


Nicolas, sempre più attratto dal tema della spiritualità, ha addirittura realizzato un berretto cardinalizio color oro, con treccia dorata.

Il tutto è stato presentato nel Passage Richelieu, che collega rue de Rivoli e la Piramide del Louvre, addobbato per l'occasione con decine di giganteschi lampadari e specchi alle pareti. Tutto questo al servizio del concept di Nicolas Ghesquière, un “Grand bal du temps” senza tempo, dove epoche, codici e vestiti si dissolvono per dare vita a nuove idee. Che nome ha dato a questa collezione? “The Transmission” (“La trasmissione”).

Un Rock'n’roll da cardinale Richelieu, una moda per Caterina de' Medici, che infonde un tocco di modernità a materiali ordinari riservati alle cerimonie solenni, e a tessuti sontuosi.

“Stasera il tempo atmosferico non conta, è il tempo che conta”, si legge nel comunicato stampa dello stilista di moda.

Louis Vuitton - Primavera-Estate 2022 - Womenswear - Parigi - © PixelFormula


Ma gli dei del tempo (atmosferico) non erano del tutto d'accordo: gli ospiti, arrivati sotto un dolce tramonto, sono stati costretti a uscire sotto un acquazzone brutale, che ha assunto proporzioni degne di Blade Runnerquando gli spettatori hanno dovuto letteralmente farsi largo con i gomiti per uscire dalla folla, costituita da migliaia di fan accalcati al di fuori. Con questi ultimi che si sono fatti prendere da una frenesia da paparazzi degna di un branco di piranha, nel momento in cui le celebrità uscivano all’aperto.

Con un gesto generoso, la casa di moda ha avuto la buona idea di mobilitare decine di giovani parigini per distribuire grandi ombrelli agli invitati in partenza.

Segno del potere di Vuitton, dozzine di autentici VIP erano intervenuti a questa serata dal tempo inizialmente più mite. I paparazzi professionisti si sono sentiti in paradiso quando hanno scoperto la presenza di Ana de Armas, la nuova Bond Girl, che indossava un cappotto rosa Vuitton, doppiopetto e senza maniche. E che era seguita a ruota da quella che è senza dubbio la più grande fan di Nicolas Ghesquière: Alicia Vikander, in giacca bianca con inserti di pelle verniciata sulle spalle.

Le più grandi attrici (come Isabelle Huppert, Catherine Deneuve, Regina King o Jennifer Connolly) così come celebrità emergenti (Phoebe Dynevor, della serie Bridgerton, Maria Bakalova), ma anche l’apparizione a sorpresa del campione olimpico di tuffi, l’inglese Tom Daley: lo star power non mancava di certo martedì nella Sala degli Specchi.

Louis Vuitton - Primavera-Estate 2022 - Womenswear - Parigi - © PixelFormula


Di fronte a questi abiti e accessori sorprendenti, Nicolas Ghesquière potrà forse non essere universalmente ammirato per il suo stile che gioca sul gender bending, sulle deviazioni culturali. Ottiene sempre recensioni molto migliori in Francia che all'estero. Ma continua a offrire tonnellate di hit bags ad ogni sfilata. Questa si è conclusa con alcune splendide tote bag in vernice, che sicuramente scateneranno acquisti in massa, facendo ulteriormente felice al registratore di cassa il marchio di lusso più redditizio del pianeta.

Nessuno specchietto per le allodole, dunque, nella Sala degli Specchi di Vuitton!

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.