×
1 690
Fashion Jobs
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Website Analytics Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
247 SHOWROOM
Supply Chian & Logistic Operator
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Brand Manager Sneakers
Tempo Indeterminato · COLDRERIO
CI MODA SRL/COMPAGNIA ITALIANA
Resp. Amministrativo
Tempo Indeterminato · GUIDONIA MONTECELIO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
Area Manager - Sicilia
Tempo Indeterminato · PALERMO
SKECHERS
Supervisor
Tempo Indeterminato · MILAN
TALLY WEIJL
Merchandise Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
ALANUI
Product Back-Office Assistant
Tempo Indeterminato · MILANO
NEW GUARDS GROUP HOLDING SPA
Design Consultant, Slgs
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Sportswear Merchandising Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Technical Textile Production Manager – 271.Adv.21
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
HUGO BOSS
Sales Area Manager - Wholesale
Tempo Indeterminato · MILANO
ASCOLI HFD SRL
Impiegato Ufficio Acquisti e Gestione Cliente
Tempo Indeterminato · MILANO
HUGO BOSS
Construction Junior Project Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
NEIL BARRETT
Menswear Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Omnichannel Technology Analyst
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Digital Project Manager
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
MOTIVI
Head of Merchandising
Tempo Indeterminato · ALBA
RUBENS LUCIANO S.P.A.
IT Manager
Tempo Indeterminato · STRA
BLUDUE
Responsabile Prodotto e Produzione
Tempo Indeterminato · NAPOLI
CHABERTON PROFESSIONALS
Global Retail Planner, Fashion Premium Luxury
Tempo Indeterminato · MILANO
P448
Area Manager Italia
Tempo Indeterminato · MILANO
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
26 gen 2022
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Louis Vuitton: quale eredità e quale successore per Virgil Abloh?

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
26 gen 2022

Louis Vuitton ha reso omaggio giovedì scorso a Virgil Abloh, direttore artistico della propria moda maschile, scomparso lo scorso novembre all'età di 41 anni, presentando la sua ultima collezione a Parigi durante una commovente sfilata-performance. Sorge ora la spontanea domanda su cosa ne sarà della sua successione e su come la casa di moda francese gestirà l'eredità lasciata dal designer statunitense di origini ghanesi.

Virgil Abloh


Dopo il vibrante show, svoltosi lo scorso 30 novembre a Miami, a due giorni dalla morte per cancro della star americana del design nella moda, davanti a un pubblico di celebrità, tra le quali Rihanna, Kanye West, Kim Kardashian, Bella Hadid, Pharrell Williams e la famiglia Arnault, proprietari di LVMH, il gruppo del lusso ha continuato le sue celebrazioni a Parigi.
 
La scorsa settimana sono state organizzate due sfilate - per accogliere più ospiti nel rispetto della regola di un posto su due occupato causa Covid - che hanno segnato il momento clou della settimana parigina del prêt-à-porter maschile. La collezione che ha sfilato era “pronta al 95%” prima della morte di Virgil Abloh, ha affermato Michael Burke, CEO di Louis Vuitton, in un'intervista a WWD, media americano specializzato nella moda.

“Onorare l’eredità”
 
Questo è probabilmente il motivo per cui la casa di moda transalpina fino ad oggi non ha comunicato nulla sulla successione di Abloh, aprendo la strada a ogni tipo di speculazione.
 
“È una scelta che richiederà audacia, proprio come è stata coraggiosa quella di Virgil”, analizza Serge Carreira, docente alla facoltà parigina di scienze politiche, intervistato dall’agenzia AFP. “C'è una dinamica di Virgil Abloh che è ancora presente, non c'è urgenza di trovare un successore”.
 
Unico stilista di pelle nera a ricoprire una posizione di questo livello in una griffe di lusso insieme a Olivier Rousteing da Balmain, questo tuttofare, architetto e DJ “ha incarnato un nuovo modo di intendere la moda che include anche cultura, società, i grandi movimenti, e che mescola tutto” come un DJ, sottolinea Serge Carreira.
 
Autore di molteplici collaborazioni, che vanno da Nike a Evian e Ikea, passando per mostre con l'artista visivo giapponese Takashi Murakami, Abloh “ha fatto suoi i riferimenti meno elitari proponendoli in un campo espressivo che parlava davvero a categorie molto ampie” di persone, aggiunge Carreira.
 
“Virgil ha mostrato come essere multidisciplinare e non aver paura di creare ciò che si vuole. È stato davvero potente. Ha avuto un impatto sulla vita di così tante persone”, ha detto all’AFP Bianca Saunders, stilista londinese con radici afro-caraibiche, che ha debuttato mercoledì con una sfilata alla Fashion Week di Parigi. La designer aspetta con grande emozione di partecipare alla sfilata di Vuitton per “onorare l'eredità” di Virgil Abloh, che lei conosceva, definendolo “una persona così gentile”.
 
La scelta del successore dovrà rispettare l'eredità di Abloh, il quale denunciava il razzismo e aveva lottato per una società inclusiva sin dalla sua prima sfilata per Vuitton a Parigi nel 2018, intitolata “We are the World”, dove un cast di una diversità emblematica sfilava su un arcobaleno attraversando i giardini del Palais Royal.
 
Vendita di beneficenza di scarpe da basket
 
Tra i potenziali candidati neri a subentrargli sono stati citati i suoi ex collaboratori Samuel Ross e Heron Preston, il direttore artistico di Reebok, Kerby Jean-Raymond, la stilista britannica Grace Wales Bonner e persino il rapper e designer Kanye West, amico personale di Abloh.

Le Nike “Air Force 1” disegnate da Virgil Abloh, che verranno offerte a un minimo di 2.000 dollari ad un'asta di Sotheby's, con ricavato in beneficenza


Nell’ambiente vengono presi in considerazione anche i nomi degli stilisti “disoccupati” Kris van Assche, dopo la sua partenza da Berluti, e Daniel Lee, che ha lasciato Bottega Veneta, ma viene menzionato tra i papabili anche Riccardo Tisci (Burberry, ex Givenchy).
 
“Virgil Abloh era una figura della diversità, della promozione dei talenti dei creativi di colore. È un argomento simbolico, ma la questione riguarda l'industria della moda nel suo insieme, più che Vuitton in particolare”, valuta Serge Carreira.
 
Un altro importante evento in omaggio allo stilista è quello in cui Louis Vuitton ha unito le forze con Sotheby's per un’asta di beneficenza di 200 paia di sneakers Louis Vuitton e Nike “Air Force 1” disegnate da Virgil Abloh, offerte a un minimo di 2.000 dollari.
 
Il ricavato sarà devoluto alla sua fondazione “Post-Modern”, una borsa di studio a sostegno della formazione di studenti promettenti di origine afroamericana e africana.
 
Con AFP 

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.