Louboutin: La Corte d’Appello di Parigi riconosce l'esclusività delle suole rosse

La Corte d’Appello di Parigi ha riconosciuto il carattere esclusivo delle suole rosse del creatore Christian Louboutin nel braccio di ferro che l’oppone al marchio di pelletteria Kesslord, che propone modelli di calzature simili.

Collezione primavera-estate 2018 - Christian Louboutin

Il marchio di fabbrica della maison Christian Louboutin, conosciuta a livello mondiale, è quello di laccare la suola delle sue scarpe dai tacchi vertiginosi con una tonalità molto particolare di rosso scarlatto, che corrisponde al colore numero 18.1663TP della famosa tabella dei colori Pantone.
 
Nel 2013, Christian Louboutin aveva denunciato la ditta di pelletteria Kesslord, che vendeva scarpe dalle suole rosse, ritenendo che i suoi prodotti riproducessero le caratteristiche del proprio marchio registrato. Dopo varie schermaglie, alla fine Kesslord aveva deciso di citare Christian Louboutin e la sua società davanti alla Suprema Corte di Parigi.
 
Nel marzo 2017, la Suprema Corte aveva dato ragione a Christian Louboutin e condannato Kesslord a pagare 5.000 euro allo stilista francese e alla sua società. Giovedì, la Corte d'appello di Parigi ha confermato questa sentenza, portando la cifra da versare a Christian Louboutin e alla sua azienda a 7.500 euro, ha annunciato all'agenzia di stampa AFP la maison Louboutin.
 
“Con questa sentenza, la Corte d'Appello conferma che l'apposizione del colore rosso sulla suola di una scarpa a tacco alto è tutelabile ai sensi delle leggi sul diritto dei marchi. Essa conferma così la tesi sostenuta da Christian Louboutin da molti anni e riconosce la natura esclusiva di questo segno che permette al pubblico di identificarne il designer”, sottolinea la griffe francese.
 
Nella sentenza, che l’AFP ha potuto consultare, la Corte d'Appello sottolinea in particolare che “il marchio figurativo francese N° 3869370 di Christian Louboutin risponde alle condizioni” del codice della proprietà intellettuale, che stabilisce che “gli elementi costitutivi di un marchio” possono essere “dei segni figurativi come (...) le disposizioni, le combinazioni o le sfumature di colori”.
 
In questi ultimi anni sono state avviate numerose procedure giudiziarie riguardanti l’esclusività delle suole rosse Louboutin: in particolare, nel 2012 la giustizia americana le aveva riconosciute come un marchio registrato, "a meno che il resto (della scarpa) sia dello stesso colore". Un'altra procedura è attualmente in corso presso la Corte di Giustizia dell'Unione Europea, che nelle prossime settimane comunicherà la sua decisione riguardante una controversia tra Louboutin e un’azienda olandese.

Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2018 AFP. Tutti i diritti riservati.

Moda - ScarpeLusso - ScarpeCreazione
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER