Lorena Antoniazzi: primo monomarca a Milano e forte espansione estera

Lorena Antoniazzi, brand umbro di abbigliamento donna, ha avviato da qualche anno un profondo progetto di riorganizzazione dell’azienda finalizzato a una nuova crescita, come ha spiegato a FashionNetwork.com Luca Mirabassi, fondatore, Presidente e AD di Sterne International S.p.A., la società a cui fa capo il marchio.

Luca Mirabassi, fondatore di Lorena Antoniazzi, e il figlio Nicola, Responsabile Operations - Photo: Elena Passeri - FashionNetwork.com
 
“Siamo nati nel 1993 come griffe di maglieria e fino al 2000 abbiamo conosciuto uno sviluppo enorme, soprattutto negli Stati Uniti, che rappresentavano il 50% del nostro fatturato. Dopo l’attacco alle torri gemelle e la conseguente crisi, siamo stati costretti a chiudere la nostra società americana, abbiamo cessato di investire sulla nostra linea e ci siamo concentrati sulla produzione conto terzi per una nota griffe del lusso francese con cui continuiamo a lavorare proficuamente”, ci ha raccontato l'AD Mirabassi. “Nel 2010 ho deciso di tornare a far crescere il marchio Lorena Antoniazzi, partendo da una completa riorganizzazione dell’azienda volta ad ampliare la produzione a un vero e proprio total look. Abbiamo assunto molte persone giovani, l’età media in azienda è di 35 anni, e le abbiamo formate nella confezione. Il mio obiettivo principale era di dare una forte identità al brand, perché solo così si può pensare a uno sviluppo futuro: il nostro prodotto è riconosciuto anche all’estero per la qualità 100% made in Italy, certificata anche da un brevetto che siamo stati i primi ad avere in Europa”.
 
Oltre agli investimenti lato produttivo, la crescita di Lorena Antoniazzi si basa anche su una serie di aperture dislocate in varie aree del mondo. Per quanto riguarda l’Italia, tra giugno e fine agosto è prevista l’inaugurazione del primo flagship store milanese, uno spazio che dovrebbe essere di circa 80/90 metri quadrati in via della Spiga: “Stiamo valutando un paio di opzioni; la data di apertura dipenderà da quale sarà la location prescelta”, ha precisato Mirabassi. "Il prossimo obiettivo è Londra, ma non sappiamo ancora quando, dipende da quando arriverà l'occasione giusta in termini di spazi".
Lorena Antoniazzi, primavera/estate 2018 - lorenaantoniazzi.it

Sempre nello stesso periodo, inoltre, il brand aprirà un negozio a Roma con un partner che vuole avviare spazi Lorena Antoniazzi in franchising: “L’inaugurazione di store in luoghi strategici come Saint Moritz e Ibiza ci ha dato una grande visibilità e siamo stati contattati da diversi partner per il franchising, non solo in Italia. Abbiamo trattative in Francia, per aperture a Cannes e Courchevel e con un partner libanese che dovrebbe inaugurare il primo store a Beirut il prossimo autunno, per poi aprirne altri in Libano e Marocco”, ha raccontato Mirabassi. “Nel frattempo continuano gli opening con il nostro distributore russo, che inaugurerà il secondo store a Mosca; un terzo è previsto l’anno prossimo sempre nella capitale sovietica e un quarto sarà in una delle grandi città di provincia”.
 
Ma il brand umbro non dimentica l’Estremo Oriente: in Corea sono stati avviati in collaborazione con il partner locale 3 store Lorena Antoniazzi e altri due sono previsti il prossimo anno; a Hong Kong e in Cina il marchio è presente all’interno di department store e sta pensando allo sviluppo di corner.
Lorena Antoniazzi, primavera/estate 2018 - lorenaantoniazzi.it

E non finisce qui: a giugno Lorena Antoniazzi lancerà il proprio e-commerce a livello mondiale: “A gennaio abbiamo inserito 5 persone dedicate a questo progetto, che avvieremo in modo singolare: partiremo infatti con delle capsule di prodotti acquistabili solo online o nei nostri monomarca”, ha chiarito Mirabassi.
 
Infine, altri due progetti su cui l’azienda sta lavorando, entrambi in fase di brevetto, sono la realizzazione di un’etichetta digitale applicata ad alcuni capi che consentirà ai clienti di visualizzare dei video sulla collezione e sulla filosofia del brand, e lo sviluppo di una linea di cioccolata insieme a un maître chocolatier: “Si chiamerà la cioccolata della salute perché abbiamo studiato un ripieno a base di curcuma, zenzero e un ingrediente segreto, contenuto in una stella tridimensionale che per il momento regaliamo come omaggio ai nostri clienti ma che potremmo in seguito commercializzare”, ha spiegato Mirabassi.  
 
La nuova etichetta digitale brevettata da Lorena Antoniazzi - Photo: Elena Passeri - FashionNetwork.com

Nel frattempo l’azienda ha anche ampliato la propria sede, aggiungendo ai due spazi di 2.500 metri quadrati ciascuno già esistenti, un nuovo stabilimento di 3.500 metri quadrati. “Abbiamo chiuso il 2017 a 18 milioni di euro, realizzati per il 90% all’estero ma prevediamo di superare i 20 milioni quest’anno ed entro il 2022 abbiamo come obiettivo di raggiungere i 25/26 milioni di euro, anche grazie all’apertura dei nuovi negozi”, ha concluso Mirabassi.

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - Prêt à porter Moda - AccessoriModa - ScarpeDistribuzione
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER