Longchamp lancia gli occhiali e cresce in Italia

Longchamp, brand francese di accessori e prêt-à-porter che ha chiuso il 2016 con un fatturato di 553 milioni di euro, sta registrando buone performance sul mercato italiano, come ha raccontato a FashionNetwork.com Paola Patrone, Country Manager Italia del marchio.
Paola Patrone, Country Manager Italia di Longchamp

“Longchamp è un’azienda con una lunga storia alle spalle, l’anno prossimo festeggeremo infatti i 70 anni dalla fondazione, e uno dei pochi esempi di aziende familiari ancora di proprietà al 100% dei fondatori, la famiglia Cassegrain, giunta ormai alla terza generazione, con la quarta che inizia ad affacciarsi”, ha spiegato la manager. “La società possiede filiali dirette in quasi tutti i mercati in cui è presente. L’Italia è stata una delle ultime filiali ad essere aperte, sei anni fa, perché essendo uno dei Paesi più strategici per la moda volevamo essere pronti e preparati in termini di prodotto, posizionamento e prezzo”.
 
In sei anni di attività, la filiale italiana ha aperto 7 boutique monomarca (i flagship di Roma e Milano e gli store di Firenze, Venezia, Portofino, Forte dei Marmi e Genova) e avviato una distribuzione wholesale in un centinaio di punti vendita di fascia alta: “Per questo tipo di boutique, il nostro prodotto rappresenta un’alternativa di qualità ma a costi più contenuti rispetto alle griffe; le nostre proposte partono infatti da 300 euro per arrivare a 1.600/1.700 euro”, ha proseguito Patrone. “Il fatturato Italia si è attestato a 22 milioni di euro nel 2016, segnando un +8%, e anche per quest’anno è previsto in crescita”.
Un modello di occhiali Longchamp

A livello globale Longchamp realizza il proprio fatturato per il 30% in Francia, per il 30% in Europa e per il 30% in Asia; le Americhe pesano per il restante 10%. L’Asia, in particolare, è sempre stato un mercato importante per l’azienda, che infatti ha aperto la sua prima boutique in Giappone, seguita dallo spazio all’interno dell’aeroporto di Orly nel dopoguerra, uno dei primi esempi di travel retail.

Il brand è nato con la produzione di articoli per fumatori rivestiti in pelle, dedicati quindi a un target maschile, per proseguire con le proposte da viaggio e arrivare infine alla donna, che oggi rappresenta il 90% del business. Le borse vengono realizzate nei sette atelier presenti in Francia (il 60% della produzione è made in France) e in altri siti produttivi dislocati in varie parti del mondo ma direttamente controllati dalla società; il prêt-à-porter è prodotto in parte in Francia e in parte in Italia e le scarpe da partner produttivi italiani.
 
“Il 2018 sarà per noi un anno di consolidamento di quello che abbiamo fatto in questi sei anni. Non dovrebbero esserci nuove aperture, anche se potremmo cogliere qualche occasione particolare; non escludo la possibilità di entrare in Rinascente, con cui abbiamo dei contatti attivi”, ha concluso Patrone. “Di recente abbiamo lanciato a livello mondiale la prima linea di occhiali Longchamp, realizzata in licenza da Marchon e con una distribuzione differenziata: gli occhiali da sole sono venduti nelle nostre 300 boutique in tutto il mondo, mentre la linea da vista è distribuita da Marchon nel canale dell’ottica”.

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - Prêt à porter Moda - AccessoriOcchialiDistribuzioneBusiness
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER